gio 9 Ago 2018 - 321 visite
Stampa

Tempistiche perfette per disagi ai cittadini

Questo periodo sarà probabilmente il più torrido dell’anno, e dobbiamo leggere che all’ospedale del Delta pazienti e operatori sanitari, nel reparto di lungodegenza, boccheggiano per la rottura dei condizionatori.

Siamo in piena stagione balneare e la superstrada mare, che porta ai Lidi comacchiesi, è un cantiere aperto con lunghe code e disagi per gli automobilisti.

Se la programmazione degli interventi fosse fatta per creare maggiori disagi ai cittadini non potrebbe avere tempistiche migliori. Ovviamente, non può trattarsi che di coincidenze particolarmente sfortunate, ma sorge spontaneo chiedersi:

1) dato che in provincia si è voluto smantellare la sanità dei piccoli ospedali dislocati sul territorio per concentrarla sulle grandi e nuove strutture come Cona e il Delta, possibile che proprio gli ospedali più recenti e moderni siano sempre oggetto di tanti problemi? – sprofondamento di Cona, cornicioni che cadono, condizionatori rotti – malanni che non si riscontravano nemmeno nei vecchi ospedali definiti obsoleti;

peraltro il vecchio Sant’Anna di Ferrara che doveva essere smantellato per far posto ad un quartiere residenziale – ora – viene sempre più riutilizzato per la ‘cittadella della salute’ con ambulatori e uffici, come nuova sede dell’assessorato alla sanità con una nuova ristrutturazione da oltre 500mila euro, e chissà in futuro ancora per cosa…

2) dato che l’asfalto delle carreggiate della superstrada mare da mesi versava in condizioni da terzo mondo, non si potevano programmare i lavori di risanamento del manto stradale, invitando chi oggi di competenza (Anas), a farlo in periodi un poco meno congestionati dal traffico?

Quindi sorge spontaneo chiedersi: queste ‘sfortunate coincidenze’ di particolare disagio per i cittadini nei momenti più critici, con una migliore programmazione di lavori – per quanto concerne la superstrada mare – e di edilizia ospedaliera – per quanto concerne i due principali nosocomi del territorio – non potevano essere evitate?

Personalmente mi piacerebbe avere risposte esaustive da chi, da tempo immemore, in questa provincia è eletto ad occuparsi della cosa pubblica.

Mauro Malaguti – portavoce di Fratelli d’Italia

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi