sab 14 Lug 2018 - 1249 visite
Stampa

Migranti, avanti c’è posto…

Nell’ambito di un recente servizio televisivo dedicato ai migranti imbarcati da una nave ONG diretta in Spagna (a causa del divieto di attraccare in Italia) sono stati intervistati alcuni giovani palestinesi i quali hanno bellamente dichiarato che speravano di sbarcare in Italia perchè a Gaza non c’è lavoro e non ci sono prospettive di una vita migliore.

Non solo c’è gente che fugge dall’Africa, ma ora arrivano anche i palestinesi. Tanto in Italia accettiamo chiunque…

Ora mi chiedo : se dovessimo accogliere tutti quelli che non fuggono dalla guerra (e neppure dalla fame, perchè a Gaza nessuno muore d’inedia) ma sperano soltanto in un avvenire più soddisfacente, come faremmo a spalancare le porte a tutti coloro che, nel mondo, sognano un futuro migliore?

Eppure i seguaci di padre Zanotelli e i loro compagni, che hanno protestato recentemente davanti al Ministero delle Infrastrutture, inalberavano un cartello che diceva “C’è posto per tutti”. E sul sito della CISL lombarda (lombardia.cisl.it) si può leggere : “Nativi,residenti,profughi e migranti : c’è posto per tutti” (1).

Ma si può ragionare (o sragionare) in questo modo?

Perfino il Papa, come ha ricordato opportunamente Alcide Mosso, ha invitato i governanti a usare la virtù della prudenza, ma non mi pare sia molto ascoltato dalle frange catto-buoniste tipo AGESCI.

In ogni modo, visto che i partigiani dell’accoglienza a tutti i costi allignano anche a Ferrara, penso che dovrebbero dimostrare il loro spirito ecumenico con i fatti e non con le parole.

In curia, ad esempio, ci sono parecchi spazi liberi. Perchè non installare in quegli ampi cortili alcune tende attrezzate per i migranti, che Mons. Perego potrebbe non dico benedire (perchè magari qualche islamico reagirebbe male), ma almeno vedere e salutare ogni mattina, dopo una buona colazione a spese della Curia? E in seminario, nei conventi e nelle parrocchie, nelle sedi degli scout e dell’Azione Cattolica (se è ancora cattolica) perchè non aprire le porte a tutti i migranti che si presentano, ospitandoli, accudendoli e nutrendoli?

Se poi l’iniziativa avesse successo anche la CGIL e il PD potrebbero accodarsi…Di notte le sedi sono vuote (per il PD anche di giorno,ormai…): perchè non utilizzarle a scopo benefico?

Cari amici buonisti e pacifisti, lasciate perdere le polemiche con Salvini e fateci vedere come sapete essere accoglienti nei fatti (magari aprendo anche le porte di casa vostra). Perchè è facile e comodo (e pure un po’ chic) indossare una maglietta rossa. Ma è più difficile e scomodo ospitare un migrante, condividendo con lui cucina e bagno.Forse non mi convincerete, ma almeno penserò che non siete solo dei “quaquaraquà”.

Giulia Bassi

(1) lombardia.cisl.it/delegati/stare-in-campo/incontro-famiglia-societa-politica-welfare-2/

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi