ven 13 Lug 2018 - 5728 visite
Stampa

Addio alle code in via Bologna e benvenuta metro di superficie: pronti 38 milioni

I lavori partiranno a primavera 2019. Modonesi: "Risolto un altro cold case. Sarà ricucita la zona sud con quella nord"

di Simone Pesci

Nel 2022 Pechino diventerà la prima città ad aver ospitato sia i giochi olimpici invernali che quelli estivi, i mondiali di calcio si disputeranno per la prima volta in inverno e Ferrara risolverà definitivamente il problema del passaggio a livello di via Bologna. Suggestione estiva? Macchè. “Dopo Palaspecchi, ospedale di Cona, Teatro Verdi e tangenziale ovest sarà il quinto cold case risolto” annuncia l’assessore ai Lavori pubblici Aldo Modonesi.

L’intervento, infatti, si farà: costerà 38 milioni di euro e Fer e Salc – ditta milanese che si è aggiudicata l’appalto – hanno già messo nero su bianco. Ora si dovrà attendere 150 giorni, da contratto, per la consegna del progetto esecutivo, e “massimo a primavera del 2019 partiranno i lavori” assicura Raffaele Donini, assessore regionale ai Trasporti e infrastrutture.

Addio alle lunghissime e fastidiosissime code in via Bologna, quindi. Saranno infatti interrati i binari che attualmente tagliano via Bologna e via Boldrini, una sorta di “ricucitura urbana fra la zona sud e la zona nord” rileva Modonesi, grazie a “un tunnel ferroviario lungo poco più di un chilometro” spiega il direttore generale di Fer Stefano Masola.

Benefici ne avrà anche il trasporto merci, perché verrà realizzata una bretella che collegherà direttamente le linee Suzzara-Ferrara e Ferrara-Rimini, che consentirà di ridurre i tempi di percorrenza  ai treni che non dovranno necessariamente entrare in stazione centrale per effettuare un testa coda. Tradotto significa un potenziamento del traffico merci su ferro, con l’obiettivo di ridurre il trasporto su gomma: la nuova bretella infatti consente di collegare in maniera più rapida il porto di Ravenna al Brennero, passando appunto per la città estense.

E, dulcis in fundo, la tanto agognata metropolitana di superficie che collegherà la zona sud all’ospedale di Cona vedrà la luce. Via Aleotti, via Bologna e Rivana: queste le 3 fermate che saranno realizzate. Sarà la volta buona? L’amministratore unico di Fer Davide Cetti scioglie ogni dubbio: “La copertura finanziaria c’è già tutta”.

In tema di ricorrenze programmate per il 2022 c’è anche la scadenza del contratto di Cristiano Ronaldo, appena acquistato dalla Juventus per 112 milioni di euro. “Noi ne spendiamo un terzo, e avremo maggiori benefici” si lasciano sfuggire compiaciuti Modonesi, Donini, Masola e Cetti.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi