ven 15 Giu 2018 - 910 visite
Stampa

Gatta incastrata sotto il tetto, mobilitazione per salvarla

Vigili del fuoco, residenti e associazioni animaliste si attivano per le ricerche: la micia Luisa dopo 28 giorni torna a casa

Storia a lieto fine per la micia Luisa. La gatta a pelo semilungo, scappata dalla sua casa in via Cammello, è rimasta incastrata per giorni sotto il tetto di un palazzo disabitato. Per salvarla è scattata una vera e propria mobilitazione della città che, dopo 28 giorni dalla sua scomparsa, ha permesso di trarre in salvo la gatta e riconsegnarla tra le braccia della sua padrona.

“Solo grazie alle straordinarie persone che ci hanno aiutato, è stato possibile dare un lieto fine ad una storia che sembrava aver preso una brutta piega” racconta l’associazione A Coda Alta, contattata dalla proprietaria il giorno stesso della scomparsa della sua Luisa per pubblicare l’annuncio di smarrimento e attaccare volantini in tutta la zona.

Però nulla, di Luisa più nessuna traccia. Poi, dopo tanti giorni, arriva una segnalazione: si sente un miagolio provenire da un palazzo disabitato proprio in via Cammello. “Avvisiamo subito la proprietaria ma non si riesce a capire esattamente dov’è Luisa – raccontano i volontari della onlus -. Da lì si attiva un gruppo di persone che con tenacia, per quattro giorni si prodigano nel cercare di capire come tirar fuori Luisa”.

La micia era scappata sui tetti e, evidentemente, dev’essere caduta nel tetto di questo palazzo disabitato finendo in una specie di cunicolo dal quale è risultato veramente arduo riuscire a tirarla fuori. Ma alla fine, dopo 28 giorni dalla sua scomparsa, Luisa è stata tratta in salvo ed è finalmente tornata tra le braccia della sua padrona.

I “più sentiti ringraziamenti” di A Coda Alta vanno a tutti coloro che hanno partecipato alle ricerche: i vigili del fuoco di Ferrara che sono intervenuti diverse volte, il muratore Daniele che più volte si è reso disponibile a sopralluoghi sul tetto, Elena del Gruppo Speleologi Ferrara, i residenti che hanno collaborato e dato la loro disponibilità, le associazioni animaliste che hanno dato il loro supporto (Enpa Ferrara, Lav Ferrara, Gata, Animal Liberation) e tutte le persone che su facebook hanno seguito la vicenda con grande partecipazione e supporto.

“Infine la nostra più grande gratitudine alle persone che hanno individuato il luogo in cui si trovava la gatta e si sono adoperate senza sosta per tutta la notte e la mattina seguente per il recupero fisico della gatta: Barbara, Irene, Radames, Andrea, Nazario. Bentornata Luisa!”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi