ven 15 Giu 2018 - 51 visite
Stampa

Infrastrutture, Calvano: “Nessuno stop, il governo non può scalvare la Regione”

Il consigliere Pd replica al sottosegretario Dell’Orco: "Menefreghismo di 5 Stelle e Lega nei confronti dei territori"

“Ci sono opere chiave per l’Emilia-Romagna e le dichiarazioni del neo sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, che le definiscono inutili e da bloccare, stupiscono”. A parlare è Paolo Calvano, consigliere e segretario regionale del Pd, che prende posizione contro le ultime affermazioni del sottosegretario Michele Dell’Orco.

“Sono frasi non concepibili nel merito, in quanto si tratta di infrastrutture strategiche per i territori e per tutta la Regione, ma non solo, in quanto contesto anche il metodo – attacca Calvano -. Dell’Orco dice che sul futuro di queste infrastrutture si deciderà nelle segreterie della Lega e del Movimento 5 Stelle oltre che nelle segrete stanze dei Ministeri”.

“È quindi diventato possibile scavalcare totalmente gli enti locali, dalle Regioni ai Comuni? Questo è il nuovo modus operandi? – si domanda il segretario Pd -. Parliamo di tagliar fuori enti locali legittimamente eletti e che oggi rappresentano la posizione delle comunità”.

“Nelle parole del sottosegretario si evince il menefreghismo di 5 Stelle e Lega nei confronti dei territori – è l’ultimo affondo di Calvano -. Alla faccia della tanto sbandierata autonomia di cui si riempiono la bocca, questa è l’ennesima dimostrazione di chi arrivando al potere pensa di poter decidere solo da Roma”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi