Dom 27 Mag 2018 - 293 visite
Stampa

“Non dimenticate gli anziani che vivono ad Aguscello”

Il gruppo "Ferrara Viva" ha incontrato i residenti del piccolo centro, raccogliendone i problemi e le criticità

Prosegue il tour del gruppo civico “Ferrara Viva” volto a raccogliere le problematiche delle frazioni di Ferrara, attraverso la promozione di incontri con i residenti. Una recente tappa ha riguardato la realtà di Aguscello, piccolo centro di 500 abitanti, in crescita grazie alle nuove lottizzazioni, situato alle porte della città.

“Tra le frazioni in cui siamo stati –commenta Michele Franchi, uno dei promotori di Ferrara Viva – Aguscello è tra le più vicine alla città, anche se la sensazione emersa dopo l’incontro con i suoi cittadini è quella di un profondo isolamento, legato ad infrastrutture e servizi più carenti che altrove. In primo luogo i residenti, specialmente i più anziani, lamentano difficoltà nel raggiungere i quartieri più vicini con supermercati e servizi, questo a causa di sottopassaggi (rispetto alla linea ferroviaria che separa Aguscello da Ferrara) pericolosi, stretti, con pendenze eccessive, percorribili solo in auto. Anche l’assenza di una pista ciclabile parallela a Via Comacchio rende molto difficili gli spostamenti verso Cona e la città. I più giovani segnalano inoltre la mancanza di una linea adsl efficiente: ad Aguscello è praticamente impossibile una navigazione rapida nel web: si tratta di un problema che ci ha particolarmente sorpreso, finora non emerso in altri centri”.

“I cittadini intervenuti – prosegue il collega Federico Messina -hanno inoltre lamentato i continui allagamenti di Via Ricciarelli in occasione di grossi acquazzoni, andrebbe peraltro complessivamente rivalutata  la situazione idrografica della frazione, tenendo conto anche di alcuni canali irrigui che stanno erodendo gli argini, avvicinandosi alle abitazioni di via Buzzoni e via De Sica. Abbiamo inoltre verificato di persona lo sfalcio carente del verde pubblico, con erbacce più alte di panchine e giochi per bambini letteralmente sommersi. Attrezzare inoltre con altalene per disabili lo spazio verde di Via De Sica permetterebbe una migliore fruizione per alcuni minori di Aguscello portatori di handicap”.

Per quanto concerne la problematica rifiuti, afferma Messina,  sarebbe importante “rendere più agevole l’accesso ai disabili, rimuovendo gli scalini su cui sono posizionati i cassonetti. L’assenza di collegamenti di linea con mezzi pubblici è stata inoltre sottolineata dai presenti, va tuttavia ricordato come tentativi di rafforzare i servizi pubblici vennero già fatti in passato, senza  che però i cittadini li utilizzassero in modo significativo”.

“Se da un lato Aguscello –conclude Franchi- è abitata da molte famiglie che di fatto vi si recano solo per dormire, vivendo e lavorando in città, le istituzioni non devono dimenticare chi invece vive in modo attivo la frazione, specialmente la popolazione anziana, garantendo quindi quei servizi mancanti che riteniamo indispensabili per una buona qualità di vita.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi