mer 9 Mag 2018 - 7122 visite
Stampa
Questo articolo fa parte di Estense.troll, la rubrica satirica di Estense.com.

Miracolo in via Copparo. Borriello torna in campo per Torino-Spal

Serie A. L’attaccante napoletano ringrazia i tifosi e precisa: “Tutto vero, ma vestirò la maglia granata”

di Cepparello da Prato

Ormai nemmeno i più ottimisti ci speravano. Da quell’infortunio al calzettone destro che gli copriva il polpaccio, bomber Borriello era sparito. Dai campi si intende. Ma tra una mutanda e l’altra di Intimissimi lui sudava, nonostante l’incauto scetticismo del ds Vagnati. E alla fine i suoi sforzi sono stati premiati.

A un girone esatto da quel fatidico 23 dicembre, l’attaccante biancoazzurro tornerà sul rettangolo di gioco. La sua ultima partita fu Spal-Torino e ora i tifosi lo rivedranno in campo proprio in occasione del match di ritorno, che potrebbe diventare per la compagine estense la partita della salvezza.

D’altronde nella smorfia napoletana il numero 22 sta per “benedizione”. E chi meglio del napoletano purosangue Borriello lo sa? Ecco quindi che, dopo la pubblicazione del referto medico che accertava scientificamente che la gamba destra era proprio quella destra, l’ex cannoniere di Milan, Roma, Juventus e San Giovanni a Teduccio costringe tutti i suoi contestatori a doversi ricredere. E pensare che qualche tifoso maligno osava sostenere che Borriello non tenesse alla maglia! Vade retro.

Sull’incredibile e portentoso rientro è lo stesso Borriello a spendersi ai citofoni di Estense.troll: “Confermo, il mio recupero ha del miracoloso. Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto in questi mesi difficili. E’ anche grazie a loro se domenica potrò vestire la maglia granata”. Maglia granata? “Ho detto che sarei tornato, ma non con quale squadra”. Non fa una piega.

Nel dubbio, Wikipedia si è messa avanti (in corsivo le recenti revisioni): “Marco Borriello è un calciatore italiano, attaccante della SPAL del girone di andata.[…] Possiede una buona tecnica ed è capace di fare reparto da solo, spesso lontano dallo stadio. Dotato di coordinazione e senso del gol, riesce a segnare di testa e in acrobazia in tutte le squadre che non iniziano per S e non finiscono per L”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi