Gio 5 Apr 2018 - 90 visite
Stampa

Ferrara pronta a tingersi con i colori della pace

Nel weekend 6-8 aprile, tre giorni di attività per le scuole, esibizioni e convegni

di Simone Pesci

Ferrara è pronta per tingersi con i colori della pace nel prossimo weekend. I Lions, infatti, concedono il bis e ripropongono il “Weekend della pace”, un format già provato nel 2017 e la cui riuscita ha convinto gli organizzatori a riproporlo anche quest’anno. Da venerdì 6 a domenica 9 aprile, dunque, saranno 3 giorni di esibizioni, conferenze, attività per le scuole, e manifestazioni sportive. Tutte, come suggerisce il nome, nell’insegna della pace.

Tantissime le associazioni e le scuole – di ogni ordine e grado – coinvolte fin dall’inaugurazione, prevista in piazza Municipale venerdì 6 alle 10, per un evento già di per sé spettacolare, perché il taglio del nastro della kermesse è rappresentato dal lancio, da parte di 50 bambini, di 300 palloncini con i colori della pace.

“Circa 700 ragazzi saranno coinvolti in questi tre giorni” sottolinea il responsabile dell’evento Giorgio Ferroni, incalzato da Alessandra De Rosa, officer dei giovani nell’ambito Lions: “La manifestazione è importante perché evidenzia l’attenzione che poniamo soprattutto sulle realtà giovanili, anche quelle sportive che vedranno delle esibizioni di scherma in piazza Municipale”.

Pure le attività commerciali del centro saranno fortemente coinvolte, perché nei 3 giorni vedranno le vetrine abbellite con le elaborazioni grafiche del poster della pace, un’iniziativa che corre parallela alla mostra ospitata dal museo del Risorgimento che esporrà i disegni del poster della pace 2018 che saranno premiati nella serata conclusiva di domenica, a partire dalle 18, presso la sala Estense. “Vogliamo parlare di pace non come antitesi di guerra, ma come uguaglianza fra diversamente abili e normodotati, o come rispetto per le donne” fa sapere Ferroni.

Il “Weekend della pace” si avvale anche del patrocinio del Comune di Ferrara, rappresentato dall’assessore Massimo Maisto, il quale afferma come sia importante “dare continuità alle iniziative, superando faticosamente i problemi e migliorando”. Le iniziative che si vedono in piazza, prosegue Maisto, sono “solamente la punta dell’iceberg: i Lions da tempo stanno facendo un lavoro educativo, in ambito della pace, che dura tutto l’anno, in particolare nelle scuole. I 3 giorni sono una vetrina, per far vedere cosa sappiamo organizzare, ma ciò che veramente conta è il lavoro quotidiano”.

Il ricchissimo programma è consultabile al completo sulla pagina Facebook “Weekend della Pace” oppure sul sito www.weekenddellapace.it.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi