Mar 3 Apr 2018 - 2152 visite
Stampa

Facciata Cattedrale, Tagliani: “Attesa insostenibile”

Il sindaco evidenzia il ritardo della messa a gara dei lavori di restauro e consolidamento e sollecita la burocrazia ministeriale

Mentre si protraggono i tempi dei lavori di messa in sicurezza della facciata della Cattedrale di Ferrara, nascosta da oltre un anno e mezzo, la burocrazia è in grave ritardo anche per la messa a gara delle opere di restauro e consolidamento della facciata stessa. Ritardo, quest’ultimo, che ha spazientito il sindaco Tiziano Tagliani, che in una sua nota ha dichiarato che l’attesa “sta diventando insostenibile”.

“Per assurdo – commenta il primo cittadino – è stato molto più semplice, grazie al Ministro Franceschini, trovare in questi tempi 7,6 milioni di euro che mettere d’accordo la burocrazia ministeriale”. Tagliani spiega infatti che ad oggi, ovvero ad oltre sei mesi dallo stanziamento, “mi risulta ancora da scrivere il testo della convenzione fra MiBact e l’Arcidiocesi di Ferrara che regoli chi deve eseguire la gara e con quali modalità”.

“Nel frattempo i fedeli, i turisti ferraresi tutti – aggiunge il sindaco – aspettano di sapere non solo i tempi dei lavori, ma chi e come dovrà redigere gli atti di gara”.

Come spiegato recentemente da don Stefano Zanella, direttore dell’Ufficio tecnico dell’Arcidiocesi, entro luglio dovrebbero essere rimosse le impalcature dei lavori di messa in sicurezza attualmente in corso, ma la facciata della Cattedrale potrebbe rimanere coperta se nel frattempo le opere di restauro e consolidamento venissero messe a gara. Ed è proprio questo che Tagliani cerca di sollecitare: “Visto che l’intervento non è né semplice né banale – dice – questo significa un’attesa insostenibile per la città e pertanto il nostro augurio è che si sottoscriva entro il più breve tempo possibile la convenzione ipotizzata”.

La nota del sindaco si chiude con un altro augurio, quello cioé di accelerare “anche il cantiere della Basilica di San Giorgio che per la città rappresenta un centro monumentale e un luogo spirituale di grande valore, e che pure attende da qualche tempo l’avvio”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi