mar 13 Feb 2018 - 143 visite
Stampa

Elisabeth Leonskaja, una pianista a Ferrara Musica

Recital dedicato a Mozart e Schumann al Teatro Comunale Claudio Abbado

(foto di Julia Wesely)

Oggi martedì 13 febbraio – ore 20.30 – Ferrara Musica prosegue la stagione 2017/2018 al Teatro Comunale di Ferrara con il recital di Elisabeth Leonskaja, pianista tra le più celebri del nostro tempo. La sua leggendaria modestia la tiene lontana dal mondo mediatico, ma appena appare in palcoscenico il pubblico è catturato dalla forza e dal carisma che emanano le sue interpretazioni.

Di grande fascino il programma proposto in occasione del recital ferrarese, dedicato a Mozart e Schumann. Del compositore salisburghese verranno eseguite due Sonate, la K. 331 (quella con la celeberrima Marcia turca) e la K. 333 composizione che rivela tratti intimi e malinconici nei primi due movimenti e una serena giovialità nel finale -, appartenenti entrambe a un gruppo di tre che Mozart scrisse nel periodo trascorso nell’estate 1783 quando era ritornato nella città natale per presentare alla famiglia d’origine la moglie Constanze Weber. Di Robert Schumann, Leonskaja eseguirà invece la Sonata n. 1 in fa diesis minore – composizione che ravviva gli schemi della forma classica con la linfa della fantasia romantica e il miraggio di una poesia sonora immediata, quasi di carattere improvvisatorio – e i mirabili Studi Sinfonici op. 13, la cui composizione impegnò Schumann per un arco temporale che va dal 1834 al 1852. In forma di variazioni, si collocano nella fase centrale del periodo della grande fioritura pianistica del compositore tedesco.

Nata in Georgia, Elisabeth Leonskaja ha iniziato a suonare in pubblico a soli 11 anni in un concerto con orchestra, e a 13 si è esibita per la prima volta in un recital solistico. Dal 1964 al 1971 ha studiato al Conservatorio di Mosca con Jacob Milstein e in questo periodo ha vinto tre premi in altrettanti prestigiosi concorsi internazionali. Pupilla di Sviatoslav Richter, si è presto rivelata anche sua collaboratrice privilegiata, e ha suonato spesso e volentieri in duo col grande maestro. Dopo la sua partenza definitiva dalla Russia, nel 1978 si è stabilita a Vienna e ha avviato una brillante carriera in Occidente, ospite dei principali festival musicali internazionali. Nel 1979 ha sostituito Richter al Festival di Salisburgo e nel 1980 alle Settimane Musicali di Lucerna. Nella stagione 1980/81 ha preso il posto di Martha Argerich per una serie di concerti in Germania, ottenendo successi strepitosi fra cui il premio della critica a Monaco di Baviera. Leonskaja si è esibita come solista con quasi tutte le orchestre più importanti del mondo, come la New York Philharmonic, Los Angeles Philharmonic Orchestra, Cleveland Orchestra, London Philharmonic Orchestra, Royal Philharmonic Orchestra, Bbc Orchestra London, Tonhalle Orchester Zürich, Berliner Philharmoniker, Gewandhausorchester Leipzig, le Orchestre delle Radio di Amburgo, Colonia e Monaco, la Filarmonica Céca e molte altre, sotto la direzione dei più grandi direttori del suo tempo: Kurt Masur, Sir Colin Davis, Christoph Eschenbach, Christoph von Dohnany, Kurt Sanderling, Mariss Jansons, Yuri Temirkanov e molti altri.

Info: www.ferraramusica.it, tel. 0532-202675; biglietteria@ferraramusica.it

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi