Ven 9 Feb 2018 - 96 visite
Stampa

Bper Banca, il Cda approva i risultati 2017

Forte miglioramento della qualità degli attivi, elevato livello patrimoniale e soddisfacente redditività. L’utile netto ha raggiunto i 176,4 milioni di euro

Il Consiglio di Amministrazione di Bper Banca ha esaminato e approvato i risultati individuali della Banca e consolidati di Gruppo al 31 dicembre 2017.

Alessandro Vandelli, amministratore delegato di Bper Banca, al termine del Consiglio di Amministrazione commenta: “Il Consiglio di Amministrazione ha valutato molto positivamente l’andamento del Gruppo nell’esercizio appena concluso, in particolare con riguardo a tre aspetti fondamentali quali il trend di forte miglioramento della qualità degli attivi, l’elevato livello patrimoniale e la soddisfacente redditività. L’utile netto ha raggiunto i 176,4 milioni di euro, a fronte dei 14,3 milioni di euro registrati nel 2016, accompagnato da un elevato indice di solidità patrimoniale al 13,7%, che posiziona il Gruppo Bper ai vertici del sistema bancario italiano. Alla luce di questi elementi estremamente positivi e della fiducia nelle prospettive di crescita del Gruppo, il Consiglio ha approvato la proposta di distribuire un dividendo di 11 centesimi di euro, in significativa crescita rispetto ai 6 centesimi di euro erogati nel 2016, a conferma dell’attenzione nei confronti dei propri azionisti. A ciò si aggiunge la forte accelerazione nel miglioramento della qualità del credito registrata nel corso dell’anno: per il sesto trimestre consecutivo, infatti, si riduce l’incidenza dello stock dei crediti dubbi che tornano sotto la soglia del 20% dei crediti totali, facendo registrare un calo di oltre 3,5 punti percentuali in diciotto mesi, a dimostrazione dell’efficacia delle politiche di gestione del credito”.

Gli ottimi risultati fin qui conseguiti, secondo Vandelli, “costituiscono una solida base di partenza per affrontare il nuovo anno che si preannuncia particolarmente impegnativo considerando gli importanti progetti pianificati dal Gruppo, tra cui sottolineo in primo luogo la scelta strategica di imprimere un ulteriore forte impulso alla riduzione dei crediti deteriorati attraverso le linee di intervento approvate dal Consiglio di Amministrazione nel novembre scorso. A questo proposito, alla luce di un miglioramento della qualità del credito superiore alle aspettative e in virtù dell’ampia dotazione patrimoniale di Gruppo, è allo studio un aggiornamento del Piano Npe con obiettivi di riduzione dello stock ancora più ambiziosi di quelli comunicati in novembre. Detto aggiornamento verrà quindi recepito nel Piano industriale già in avanzata fase di elaborazione, la cui approvazione è prevista entro l’estate”.

“Siamo consapevoli ha concluso l’ad di Bper – che ci attende un intenso periodo di lavoro, in presenza di uno scenario economico e finanziario ancora complesso e incerto, ma allo stesso tempo vogliamo cogliere la grande opportunità di rendere il nostro Gruppo ancora più moderno, efficiente e competitivo, capace di affrontare le nuove sfide del mercato da una rilevante posizione di forza, al fine di creare ancora maggior valore per azionisti, clienti, e dipendenti e per continuare a essere un solido punto di riferimento per i territori serviti, migliorando ulteriormente la nostra posizione competitiva nel panorama bancario italiano”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi