mer 17 Gen 2018 - 375 visite
Stampa

Copparo commemora il vice brigadiere Armando Sepe

Il carabiniere morì nel 1973 durante un'operazione di polizia. Tante le autorità alla cerimonia in suo onore

Copparo. Folla di colleghi e autorità alla cerimonia commemorativa in ricordo del vice brigadiere dei carabinieri Armando Sepe, celebrata mercoledì mattina presso il duomo di Copparo con una solenne funzione religiosa officiata dal cappellano militare della Legione Carabinieri Emilia Romagna, don Giuseppe Grigolon.

Il sottufficiale, insignito della medaglia d’argento al valor civile, era caduto in servizio proprio a Copparo, il 17 gennaio di 45 anni fa, mentre cercava di arrestare un copparese che aveva assassinato il figlio e tentato di uccidere la moglie. L’assassino poi, datosi alla fuga, aveva riempito la casa di gas causando l’esplosione della villetta che provocò la morte del militare.

Alla cerimonia erano presenti il figlio Giuseppe, il prefetto di Ferrara Michele Campanaro, il colonnello Andrea Desideri, comandante del Comando Provinciale Carabinieri di Ferrara, il capitano Giorgio Feola, comandante della Compagnia Carabinieri di Copparo, il sindaco Nicola Rossi e gli sindaci dell’Unione Terre e Fiumi. Presenti anche i rappresentati dell’Arma e delle altre forze dell’ordine provinciali e locali, le associazioni combattentistiche d’Arma in congedo ed alcuni parenti del compianto Brigadiere. Intervenute anche due classi dell’istituto comprensivo di Copparo.

Dopo la messa, i partecipanti hanno formato un composto corteo che ha deposto una corona di alloro, alla memoria, presso il monumento ai caduti nella piazza principale di Copparo. 

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi