dom 14 Gen 2018 - 858 visite
Stampa

Bondi troppo brutta per essere vera, vince Montegranaro

Basket A2. Desolante sconfitta per 100-76, nel Kleb si salva solo Fantoni nel match al Pala Savelli

di Andrea Mainardi

C’è modo e modo di perdere le partite, la Ferrara cestistica oggi lo ha fatto in quello peggiore. Al netto delle continue difficoltà nell’allenarsi a ranghi incompleti e la forza di un’ottima squadra come Montegranaro, la Bondi esce con le ossa rotte dal Pala Savelli. Dopo un primo quarto giocato davvero bene, Cortese e compagni subiscono la rimonta dei padroni di casa che poi scappano nel secondo tempo da 56-30 di parziale.

Ben cinque i giocatori di Montegranaro in doppia cifra compresi Corbett (25 punti e 6 assis

t) ed il giovane Zucca autore di un’ottima prova da 13 punti e 4 rimbalzi. Per quanto riguarda Ferrara si salva solo uno stoico Tommaso Fantoni, l’unico a non mollare fino alla fine con 25 punti e 8 rimbalzi. Soliti numeri anche per Mike Hall, che sparisce però completamente dalla partita nella fase centrale della gara.

Sin dai primi minuti Montegranaro cerca punti soprattutto in area con Amoroso e Powell che segnano i primi due canestri dei padroni di casa. Per Ferrara, a differenza delle ulti

 

me uscite Hall riesce a mettersi subito in ritmo con cinque punti iniziali ed un bello scarico per Moreno in angolo (6-12 al 5’). Capitan Cortese mette il primo punto esclamativo della partita con una bella schiacciata in transizione, risponde Powell dalla distanza ma Hall è ispiratissimo e trova un altro canestro dall’arco dei tre punti.

Il gioco da tre punti di Fantoni costringe Montegranaro a chiamare timeout ma senza esito perché la Bondi è feroce su ogni pallone creandosi diverse seconde opportunità di tiro. Moreno ancora ringrazia e segna da tre così come un irreale Hall già a quota 10 punti (15-23 all’8’). Montegranaro è mantenuta in partita da Corbett con due canestri di talento e con l’assist per la schiacciata di Powell, la Bondi non si scompone e conclude il primo quarto avanti 20-28.

Il secondo quarto vede un buon impatto della panchina di Montegranaro sia a rimbalzo che in difesa, mentre l’attacco è sempre la specialità di Corbett che segna ancora da tre completamente senza ritmo. Tre liberi di Campogrande ed il canestro di Maspero riportano i padroni di casa ad un solo possesso di svantaggio, in mezzo è Rush a muovere nuovamente il punteggio della Bondi dalla media distanza (29-33 al 13’).

Il ritmo della partita è ora a favore di Montegranaro che si porta in vantaggio grazie ad altri tre tiri liberi di Powell mentre Ferrara fatica e non poco in attacco, diventano molto imprecisa da tre punti. La Bondi allora va vicino a canestro innescando ancora Fantoni bravo nel guadagnarsi un altro canestro con fallo (40 pari al 17’). La Bondi deve vedersela anche con i problemi di falli che affliggono Cortese e Moreno già a quota tre, Panni dalla panchina incide poco ed è ancora Fantoni a mantenere vivo l’attacco estense.

Prima dell’intervallo c’è spazio per un al

tro pregevole canestro di Corbett, ben supportato dal giovane lungo Zucca molto attivo sotto i tabelloni. Rush riporta avanti Ferrara che potrebbe allungare ulteriormente ma Panni sbaglia la tripla tutto solo dopo lo scarico di Hall. Il primo tempo va quindi in archivio con la Bondi in vantaggio per 44-46.

Il secondo tempo vede ancora Corbett segnare da tre punti e Zucca andare a schiacciare sfruttando l’assist di Gueye. Lo stesso Gueye va anche a segno completando il parziale di 8-0 che costringe coach Martelossi a chiamare timeout (52-46 al 22’). Dopo la strigliata del proprio allenatore capitan Cortese segna il primo canestro del secondo tempo per Ferrara, ma Zucca fa ancora male alla difesa estense completando il gioco da tre punti.

Fantoni prova a metterci una pezza dalla lunetta ma Montegranaro scappa via sul +13 grazie ad Amoroso e Campogrande bravi a trovare punti preziosi in area. La Bondi è completamente scivolata fuori dalla partita subendo il ritorno degli avversari che sovrastano Cortese e compagni per energia e precisione nell’esecuzione delle giocate (63-50 al 25’).

Dopo tempo immemore Venuto torna a far segnare da tre la Bondi, dall’altra parte rispondono Amoroso e Powell desolatamente solo in contropiede. Dalla partita svanisce anche Hall incapace di segnare dopo il primo quarto, ma anzi autore di diversi gesti di stizza verso i propri compagni. In tutto questo i padroni di casa fuggono sul 70-56 grazie ad un’altra giocato di potenza da parte di Powell. Per Ferrara è Molinaro uno dei pochissimi a dare segni di vita in quello che ormai è un massacro. Il terzo quarto infatti termina con un eloquente 33-14 di parziale che significa 77-60 complessivo in favore di Montegranaro.

Il copione naturalmente non cambia nell’ultimo quarto, il parziale infatti è un altro 7-2 per i padroni di casa con Corbett autore di due canestri e dell’assist per la tripla di Gueye. La Bondi assiste passivamente in difesa e fa il classico compitino in attacco sperando che la gara termini il prima possibile. L’ultimo ad abbandonare la nave è Tommaso Fantoni, uno dei pochissimi a giocare con un’intensità apprezzabile su entrambi i lati del campo (87-66 al 34’).

Negli ultimi minuti di gara l’intensità della contesa, che non ha più nulla da dire, scema notevolmente. Il punteggio finale recita 100-76 in favore di Montegranaro, che si mangia in un sol boccone la Bondi completamente avulsa dalla partita nel secondo tempo. Il calendario poi non aiuta i ragazzi di coach Martelossi, che dovranno pensare a guardarsi le spalle piuttosto che fare improbabili voli pindarici legati ai playoff.

 

XL Extralight Montegranaro – Bondi Ferrara 100-76 (20-28, 24-18, 33-14, 23-16)

XL Extralight Montegranaro: Lamarshall Corbett 25 (7/9, 3/9), Valerio Amoroso 18 (6/7, 2/5), Marshawn Powell 18 (6/9, 1/2), Luca Campogrande 16 (2/2, 3/5), Dario Zucca 13 (4/8, 0/0), Ousmane Gueye 5 (1/1, 1/3), Eugenio Rivali 2 (1/2, 0/0), Lorenzo Maspero 2 (1/2, 0/1), Kaspar Treier 1 (0/0, 0/1), Giuseppe Altavilla 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Angellotti 0 (0/0, 0/0), Giacomo Scocco 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 17 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Valerio Amoroso 7) – Assist: 27 (Eugenio Rivali 7)

Bondi Ferrara: Tommaso Fantoni 25 (9/13, 0/0), Mike Hall 17 (6/8, 1/7), Riccardo Cortese 11 (4/9, 1/8), Erik Rush 9 (3/5, 0/2), Yankiel Moreno 6 (0/0, 2/4), Marco Venuto 5 (1/2, 1/4), Lorenzo Molinaro 3 (0/0, 1/2), Alessandro Panni 0 (0/2, 0/2), Mario Mancini 0 (0/0, 0/0), Davide Drigo 0 (0/0, 0/0), Mirko Carella 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 31 10 + 21 (Mike Hall 13) – Assist: 18 (Yankiel Moreno 6)

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi