sab 13 Gen 2018 - 341 visite
Stampa

Crac Spal 1907, “gravi responsabilità di Tagliani e del Pd”

Tavolazzi: "C'erano tutti gli elementi per capire l'opacità dell'operazione in favore di Hera"

“Oltre alla vicenda giudiziaria, ci sono gravi responsabilità politiche di Tagliani e del Pd, che quell’operazione sostennero e vendettero come virtuoso esempio di collaborazione pubblico privato. Già, proprio virtuoso, tanto da indurre la procura a portare in tribunale i protagonisti privati della vicenda”.

All’indomani della richiesta di condanna a sei anni di reclusione per l’ex patron della Spal 1907 Cesare Butelli e quattro per l’imprenditore Remo Turra, imputati nel processo per bancarotta dopo la realizzazione del parco fotovoltaico, Valentino Tavolazzi condanna l’operato dell’amministrazione di allora.

Secondo l’ex consigliere di Progetto per Ferrara, già all’inizio della vicenda erano suonati i campanelli di allarme. “Quando, molti anni prima dell’avvio delle indagini, denunciammo la vicenda nel 2011 in consiglio comunale, alla Corte dei Conti e pubblicamente – ricorda Tavolazzi – c’erano tutti gli elementi per capire l’opacità dell’operazione, i vantaggi immediati e futuri (milioni di euro) per Hera e non per i cittadini, il fatto che si metteva una pietra tombale sulla bonifica della discarica Ca’ Leona ed infine la totale presa per i fondelli della Spal e dei suoi tifosi”.

“Ancora una volta emerge la pessima qualità dell’amministrazione Tagliani e del Pd, che non hanno verificato la credibilità dei loro interlocutori, preoccupati com’erano solo delle entrate per Hera e per i suoi soci – attacca Tavolazzi -. E come sempre non si può non dare un giudizio molto negativo, se non una vera e propria bocciatura, su tutta l’era Tagliani (nel peggio, superiore al sindaco etereo Sateriale), vera e propria calamità non naturale per Ferrara e i ferraresi”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi