lun 8 Gen 2018 - 4321 visite
Stampa

Ferrara in Jazz, 40 concerti per una sola passione

Al via la seconda parte della stagione al Torrione tra musica, cinema e arte

David Murray

di Lucia Bianchini

Tanti importanti appuntamenti per la seconda parte della diciannovesima edizione di ‘Ferrara in Jazz’, l’apprezzata rassegna del Jazz club di Ferrara che riserva altri tre mesi di grande musica (dal 22 gennaio al 28 aprile) con oltre 40 concerti animati da protagonisti assoluti del jazz nazionale ed internazionale, serate dedicate a talenti emergenti e novità discografiche.

Nuove collaborazioni ma anche tanti ritorni sul palco del Torrione di San Giovanni, come specificato dal presidente del club Andrea Firrincieli: con la collaborazione del cinema Boldini è in preparazione la proiezione di tre pellicole a tema Jazz, insieme ad un ‘gemellaggio’ con l’Anzola Jazz club Hengel Gualdi, sancito dal concerto di venerdì 2 febbraio con ‘Standard Duo’ e ‘Marcello Molinari quartet’ .

Tornerà inoltre la ‘Tower Jazz Composer Orchestra’, formazione stabile del Torrione, che si esibirà una serata al mese: 16 febbraio, 23 marzo e 27 aprile.

Venti saranno i ‘Main concerts’ che si terranno nelle serate di venerdì e sabato, durante le quali si esibiranno grandi nomi della musica: Anat Cohen e Marcello Gonçalves, Dado Moroni e Luigi Tessarollo, Bill Frisell e Thomas Morgan, Ben Wendel, Kneebody, Wayne Escoffery, Linda Oh, Antonio Faraò, Logan Richardson, Grégoire Maret, Lionel Loueke, Chris Speed, Scott Henderson, Chihiro Yamanaka, Flavio Boltro, New York Gipsy All Stars, David Murray, Eddie Gomez, Ethan Iverson, Joe Sanders, Jorge Rossy e Vincent Herring.

Anat Cohen e Marcello Gonçalves

A questi si aggiungono i nuovi appuntamenti di ‘Somethin’else’ che spazieranno ad altri generi musicali: musica da camera, classica, elettronica o teatro musicale e si terranno nelle serate venerdì 9 febbraio e venerdì 9 marzo, in collaborazione con il teatro Ferrara Off e progetto Lauter.

Tornano da lunedì 22 gennaio i ‘Monday Night Raw’, sfide settimanali del lunedì tra giovani jazzisti provenienti dai palchi nazionali e internazionali, a cui seguiranno le jam session aperte da ‘Tip of the day’, esibizioni di studenti e docenti del Conservatorio ‘Frescobaldi’ di Ferrara.

“Nel bilancio di fine anno come amministrazione comunale abbiamo riconfermato il nostro contributo al Jazz Club – ha affermato con soddisfazione Massimo Maisto, vicesindaco e assessore alla cultura-. Questo è uno dei nostri investimenti più importanti che conferma il suo valore, potendo vantare di essere tra le migliori rassegne jazz del mondo secondo il ‘DownBeat Magazine’”.

Nella serata di lunedì 22 gennaio sarà inaugurata la mostra delle opere dei finalisti del ‘Premio Farben 2017’, il cui tema era disegnare il jazz, che decoreranno le nicchie del Torrione per tutta la durata della rassegna.

Il programma completo della rassegna è disponibile al sito internet: www.jazzclubferrara.com.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi