sab 6 Gen 2018 - 1022 visite
Stampa

La Befana sportiva e solidale colora il Palasport

Il ricavato di questa 28 edizione, 2500 euro, sarà donato all'emporio solidale "Il Mantello"

di Simone Pesci

E’ una befana sportiva e solidale quella che è scesa dalla scopa sul parquet del Palasport di Ferrara per il tradizionale appuntamento che va avanti da 28 anni, quello della “Befana dello sport”. Non ci può essere Epifania, a Ferrara, senza la manifestazione che colora l’impianto di piazzale Atleti Azzurri d’Italia, il cui ricavato di 2500 euro andrà in beneficienza all’emporio solidale “Il Mantello”, che si occupa delle famiglie in difficoltà.

Un’apertura col botto, con le moderne danze della società “Easy Dance” e il coro dell’istituto scolastico Bombonati. Poi, via via, tutte le squadre hanno sfilato chiamati da Alessandro Sovrani e da Andrea Ansaloni, accompagnati dalla “Poltroband” guidata da Andrea Poltronieri. Volley, basket, calcio, hockey, canoa, karate… tutti gli sport hanno fatto passerella mettendosi in mostra e ricevendo gli applausi del pubblico, intrattenuti anche dalle esibizioni delle società sportive Quadrifoglio, ginnastica estense Otello Putinati, Carlini team karate Ferrara, P.G.F., Accademia scherma G. Bernardi e Pattinatori Estensi.

In collegamento dalla Corea del Sud non è voluto mancare nemmeno Mirko Rimessi, atleta e istruttore di pattinaggio. Una grande soddisfazione per il ferrarese, che si trova in Asia in qualità di tedoforo, è infatti uno dei 20 italiani che porteranno la fiamma olimpica che accenderà i prossimi giochi di Pyeongchang. Una grande responsabilità, come quella che si è preso Walter Mattioli affermando che “faremo di tutto per restare in serie A”.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il vicesindaco Massimo Maisto: “Non avevo mai stretto la mano alla befana – dice divertito -. Se la manifestazione va avanti da quasi 30 anni significa che i bambini che ieri si esibivano oggi sono genitori sugli spalti. Fare questa iniziativa significa avere impegno, volontà, forza: il Comune dà una mano, ma non fa altro che affiancare queste bellissime realtà sportive e il cuore dei ferraresi. Stasera sosteniamo il Mantello, è una bella pagina di sport, ci si può divertire e dare una mano: dobbiamo essere orgogliosi di Ferrara”. Le conclusioni affidate alla delegata provinciale del Coni Luciana Pareschi: “Dobbiamo essere più sportivi, e fare educazione sportiva. Tutti devono sostenere tutti gli sport”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi