mar 2 Gen 2018 - 117 visite
Stampa

Federico Varese fa lezione di mafia a Bondeno

Incontro con gli studenti delle 4^K e 4^Y dello scientifico e 3^AB e 5^AB dell’istituto professionale di Bondeno

Bondeno. Venerdì 22 dicembre Federico Varese, docente di criminologia all’Università di Oxford, ha incontrato gli studenti delle classi 4^K e 4^Y del liceo scientifico e 3^AB e 5^AB dell’istituto professionale commerciale di Bondeno, sedi associate all’I.I.S. “G. Carducci”.

L’incontro si inserisce all’interno di un progetto sulla legalità che i docenti dell’ Istituto Boari Francesca, Formignani Rita, Gilioli Monica, Greco Giuliana, Marchetti Massimo, Sabbioni Alessandra e Tamburrini Eleonora, portano avanti da diversi anni, con l’ausilio della associazione locale Polisportiva Bondeno “Chi gioca alzi la mano”.

Federico Varese ha appena pubblicato un libro/saggio “Vita di mafia”, edito da Einaudi. Dagli anni ’90 si occupa di criminalità organizzata e di mafie internazionali. Ha vissuto a lungo in Russia e ha cercato di approfondire i legami tra le diverse mafie nel mondo contemporaneo.

Il punto di vista del docente, espresso chiaramente anche in questo ultimo testo, è che la mafia vada “umanizzata” attraverso un processo di demistificazione perché possa essere percepita come un fenomeno umano, con cause ed effetti che si possono combattere nell’impegno della quotidianità.

Notevole è stato l’interessamento da parte degli studenti che hanno rivolto numerose domande all’autore e si sono mostrati interessati alla comprensione del fenomeno. Sono stati infatti loro i veri protagonisti dell’incontro, dialogando in modo attivo con Varese e ponendogli quesiti che hanno vivacizzato l’incontro per tutti i presenti.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi