mer 6 Dic 2017 - 1231 visite
Stampa

Gad, la difesa della Giunta: “Operiamo con i fatti e non con i proclami”

La replica agli attacchi di Marcucci (M5S) e Peruffo (Fi) con l'elenco di quanto realizzato per migliorare la sicurezza della zona

“Le ultime dichiarazioni della consigliera Paola Peruffo e del consigliere Lorenzo Marcucci sembrano più  puerili dichiarazioni da  campagna elettorale”. Liquida così, la Giunta comunale, gli attacchi sul tema della sicurezza in zona Gad che hanno fatto seguito alla brutale aggressione alla giovane Sandra Maestri all’acquedotto.

Una risposta secca alle critiche di Peruffo (Forza Italia) e Marcucci (M5S), che avevano elencato le colpe dell’Amministrazione comunale, ‘rea’ di essersi svegliata troppo tardi nell’affrontare un problema che attanaglia da troppo tempo quell’area di Ferrara. Risposta secca, sì, ma corredata da un elenco delle cose fatte nel recente passato proprio per migliorare la sicurezza in città e nella Gad, premettendo che “la Giunta opera con i fatti e non con i proclami: basti pensare a ciò che è stato realizzato negli anni passati e alle ultime decisioni messe in atto dall’Amministrazione comunale”.

L’elenco della Giunta parte dall’aver attrezzato un Ufficio Mobile, che sarà operativo a breve, a supporto della presenza quotidiana da parte della Polizia Municipale, proseguendo con l’attivazione dell’unità cinofila “che ha già dato prova di efficace contrasto antidroga”. Non poteva mancare la realizzazione del Comando di IV Novembre “per una presenza forte della Polizia Municipale”, né la “presenza costante del Centro di Mediazione”.

Fra i meriti che la Giunta si assegna anche quello di aver modificato il regolamento di Polizia Urbana “per adeguare  i nostri strumenti a quello che è un compito di ordine pubblico, dopo reiterate ordinanze sollecitate dai cittadini”, di aver realizzato aree verdi e nuovi impianti sportivi (vedi i Giardini di Piazzale Giordano Bruno) e di aver garantito la manutenzione della zona, oltre ad aver potenziato la pubblica illuminazione e raddoppiato le telecamere di videosorveglianza. Da aggiungere poi l’organizzazione di “incontri, iniziative, feste, manifestazioni”, l’animazione di piazze e aree verdi, l’aver spostato e creato nuovi mercati (Mercato Europeo, Natale in XXIV Maggio, Mercatini al Grattacielo, etc.), sostenuto progetti con le scuole, i cittadini e gli immigrati ed emesso ordinanze, sanzionato e chiuso locali.

“Abbiamo, in sintesi, fatto tanto – sostiene la Giunta comunale nella nota di risposta ai due consiglieri di opposizione –  e tutto quello che ci era richiesto da Questura, Prefettura e residenti. Senza dimenticare che ci siamo attivati da molto tempo, senza demordere, per richiedere una maggiore presenza delle Forze dell’Ordine, convinti che non sia sufficiente l’esercito: richiesta di attenzione già nel 2011 (durante la Festa della Polizia) all’allora Ministro dell’interno Roberto Maroni, ulteriore appello rivolto alla Ministra Cancellieri, sollecitazione al Vice Ministro Bubbico, pressione al Prefetto Gabrielli”.

Anche con la presentazione della Previsione di Bilancio 2018 – conclude la Giunta difendendosi dagli attacchi – è evidente l’attenzione che questa Giunta sta ponendo per l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana di tutto il territorio comunale, con una tensione particolare verso il quartiere Giardino Arianuova”.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi