mar 5 Dic 2017 - 551 visite
Stampa

Da Copparo un grazie per Giuriola

Gentile Direttore,

le chiedo ospitalità sul suo quotidiano per esprimere un ringraziamento pubblico e personale nei confronti del Dott. Luciano Giuriola, Responsabile dei Servizi culturali del Comune di Copparo e che ha cessato per pensionamento il 2 dicembre scorso.

Il Dott. Giuriola è stato per tanti anni un vero “motore” per lo sviluppo di politiche culturali innovative e attente ad una società in evoluzione, con una particolare sensibilità nei confronti della formazione dei bambini e dei ragazzi.

Faccio parte della generazione di bimbi e ragazzi copparesi cresciuti con “la Torre dei Bambini”, con i progetti sempre nuovi della Biblioteca comunale, con i corsi di teatro, con gli spettacoli del Teatro Ragazzi e delle Stagioni messe in scena al teatro Astra prima e poi, finalmente, al Teatro Comunale De Micheli, riaperto anche grazie al suo determinante contributo e da lui diretto fino a pochi giorni fa. Luciano Giuriola è stato assunto in comune a Copparo nel 1979, dieci anni prima della mia nascita, eppure, in questi quasi nove anni di collaborazione da assessore, non ho conosciuto persona con più capacità innovativa, dinamicità, disponibilità e senso di sacrificio.

Le sue idee, realizzate grazie a una reciproca fiducia con l’amministrazione ma anche grazie a grande tenacia e duro lavoro, sono divenute ispirazione e modello da imitare in tutto il contesto provinciale e regionale. Ha saputo circondarsi di persone altrettanto valide che ora cercheranno di cogliere il testimone e portare avanti quella che per lui non è stato solo un lavoro, ma una vera e propria “missione”.

Molti cittadini copparesi hanno certamente conosciuto il Giuriola “pubblico”: riflessivo, cordiale e pacato negli incontri pubblici così come in Teatro. Luciano è stato però anche un dirigente che ha scaricato materiali per gli spettacoli alle 5 della mattina o alle 2 di notte, che ha fatto traslochi e ogni altro genere di lavoro, fisico o amministrativo, pur di raggiungere gli obiettivi comuni; un dipendente comunale che non si è mai fatto mancare in nessuna occasione, il primo a rispondere alle mail alla mattina e il primo ad arrabbiarsi o ad assumersi la responsabilità quando non si raggiungevano gli obiettivi prefissati.

Non so se apprezzerà queste poche righe, tuttavia, da parte mia, un ringraziamento pubblico era doveroso. Grazie di tutto, Luciano, ti auguro il meglio per questa nuova fase della tua vita.

Martina Berneschi, vicesindaco e assessore alla Cultura di Copparo

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi