gio 12 Ott 2017 - 2438 visite
Stampa

Quando Biscardi battezzò il Carnevale di Cento

Manservisi: “Un grande professionista che ha rivoluzionato la tv”

Cento. “Ha rivoluzionato la tv” afferma Ivano Manservisi, patron del Carnevale di Cento, ricordando il suo grande Aldo Biscardi: “in campo sportivo è stato un precursore con grandi intuizioni e non a caso ha sempre decantato la moviola in campo ed ora, dopo ben trent’anni, la Var, la video assistenza arbitrale, è stata introdotta nel campionato di serie A”.

Il famoso giornalista, autore e conduttore televisivo, noto per aver ideato e condotto il programma televisivo “Il processo del Lunedì” fu chiamato da patron Manservisi nel 1990 per la prima conferenza stampa del neonato “Cento Carnevale d’Europa” e dopo aver tenuto a battesimo la prima edizione, Biscardi l’anno dopo diventa anche testimonial del Carnevale centese.

Ma l’amicizia tra il Patron e Biscardi nacque prima del Carnevale di Cento, nel 1986 e portò ad una stretta collaborazione tra i due; infatti Ivano Manservisi per oltre 10 anni fu responsabile organizzativo dei collegamenti esterni in tutta Italia del famoso “Processo del Lunedì”, programma che con 3 milioni e mezzo di telespettatori teneva incollati il lunedì sera a Rai 3.

Tra i vari collegamenti con “il Processo del Lunedì” il patron ricorda con orgoglio quelli effettuati a Cento e Pieve (presso le sedi di Omac e Ova), mentre a Cento nel 1988 Aldo Biscardi venne premiato, assieme a Paolo Valenti, Giampiero Boniperti e Maurizio Mosca, nel teatro Borgatti, in occasione dell’VIII “Guercino d’Oro”.

“Un grande professionista – conclude Manservisi – di cui ammiravo la grande intelligenza ed il suo stile ed eleganza davvero unici. Cento ed il suo Carnevale salutano con affetto e stima l’amico Biscardi, ciao Aldo”.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi