sab 12 Ago 2017 - 808 visite
Stampa

Bulgarelli rilancia il Kleb Basket: “Vogliamo basket e spettacolo”

Sempre più difficile trovare sponsor: "Siamo una società poco ferrarese". A breve i lavori per migliorare il palazzetto

di Andrea Mainardi

A meno di una settimana dal raduno, è tempo dei primissimi bilanci in casa Kleb facendo il punto della situazione su quello che è già stato fatto e su ciò che si farà in futuro. Alle porte c’è anche il ritiro precampionato di Loiano, con una squadra ancora incompleta dato che si allungano i tempi dell’inserimento per quanto riguarda l’ultimo lungo straniero.

“Ci sono tante novità e grande entusiasmo per far meglio dei due anni passati – proclama il presidente Fabio Bulgarelli -. Vogliamo fare le cose al meglio partendo dal ritiro, che poche squadre in A2 fanno. Andremo a Loiano che è una località di prestigio e bellezza dove, il 27 agosto, avremo la prima uscita stagionale contro la Virtus Bologna. Ringrazio i miei collaboratori ed in particolare Alessandro Pasi che hanno permesso tutto questo. Invito i tifosi ferraresi a venirci a trovare, anche se il palazzetto di Loiano avrà solo 800 posti. Ci sarà comunque un maxischermo all’esterno ed i tifosi avranno la possibilità di entrare per la prima volta in contatto con i giocatori”.

Le tante novità di quest’annata 2017-2018 inizieranno a prendere forma a stretto giro di posta: “Vogliamo creare qualcosa di innovativo attraverso una convivenza tra squadra e spettacolo. Stiamo cercado l’ultimo tassello da mettere in squadra, uno che faccia la differenza e risolva le partite. Per ora, in attesa di eventuali allargamenti del budget, possiamo permetterci un ‘rookie’ per tutto l’anno oppure un giocatore di qualità superiore ma per un determinato lasso di tempo. Non è facile coniugare gli aspetti tecnici, economici e comportamentali che quest’anno abbiamo deciso di perseguire”.

Anche il palasport cambierà parzialmente volto: “Senza contributi del Comune, da lunedì inizieremo i primi lavori a nostro carico anche se quelli più profondi ed importanti andranno per forza rinviati al prossimo anno. Abbiamo iniziato una collaborazione con un’azienda ferrarese che ci fornirà le nuove sedute per la sala stampa e le panchine. Cambieremo le luci sugli spalti installandone altre a gradazione variabile, in modo da concentrare l’illuminazione sul campo di gioco. Faremo manutenzione all’impianto audio per ottenere una migliore resa sonora, proveremo a togliere il plexiglass vicino alle panchine ed ad avere pronti uno o due maxischermi per l’inizio del campionato”.

Come sempre, le noti dolenti arrivano dalla non risposta degli sponsor ferraresi: “Abbiamo ottenuto grande apprezzamento dalle zone di Bologna, Verona e Padova. Ad oggi per la prima volta nessuno si è ancora offerto di associare il nome della propria attività al palazzetto dello sport e la ritengo una cosa brutta per quello che questo posto rappresenta. Ad oggi siamo una società poco ferrarese e me ne dispiaccio, è anche pericoloso perché poi ci chiedono ‘perché rimanete a Ferrara’?. Faccio dunque un altro appello a tutti compresi i tifosi, stateci vicino ed aiutateci perché ne avremo bisogno”.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi