Lun 10 Lug 2017 - 1638 visite
Stampa

La ‘notte rosa’ in Gad, senza baldoria ma con tanta attenzione

Niente discoteche, niente fuochi artificiali. Ma inclusione, confronti e occhi vigili sulla sicurezza

di Simone Pesci

La notte rosa della zona Gad è tutta particolare. Niente baldoria, niente discoteche, niente fuochi artificiali. Ma inclusione, confronti, e tenere gli occhi sempre vigili sul tema della sicurezza, nulla a che vedere con i bagordi rivieraschi.

L’associazione ‘Comitato zona stadio’ ha voluto celebrare così, la sua personalissima notte rosa. I residenti infatti sono scesi in strada e hanno sostato davanti alle loro case, chiacchierando fra loro e osservando i movimenti circostanti, ponendo una barriera invisibile di sicurezza nei confronti delle attività illegali denunciate quotidianamente in quel quartiere.

Il presidente del ‘Comitato zona stadio’ Massimo Morini ha voluto sottolineare come questa iniziativa “sia nata per contrastare il degrado e a favore della sicurezza”, con i “residenti scesi in strada per protestare e manifestare il proprio dissenso nei confronti della situazione del quartiere”. Lo scopo della serata, secondo Morini, è quello di “discutere, conoscersi, esporre problemi e cercare di risolverli tutti insieme, parlando fra noi sulle panchine e sulle sedie che abbiamo posto di fronte alle abitazioni”. Per fare ciò, i partecipanti alla manifestazione hanno anche girato per le vie del quartiere a piedi o in bicicletta, per includere e ascoltare più persone possibili.

Il Comitato, comunque, continuerà la sua battaglia e ha già in programma due iniziative nell’ambito del ‘Gad Up’, la festa che si tiene in questi giorni nei giardini di via Poledrelli, nel cuore del quartiere giardino. “Domenica 9 luglio alle 19 faremo un ‘aperidog’, un aperitivo in compagnia dei nostri amici a 4 zampe – ha spiegato Massimo Morini -. Sabato 15 luglio, invece, abbiamo organizzato un pranzo nel quale vogliamo invitare tutti i residenti e le associazioni, anche di stranieri, con l’obiettivo comune di socializzare e di confrontarci”.

Grazie per aver letto questo articolo...

Da 15 anni Estense.com offre una informazione indipendente ai suoi lettori e non ha mai accettato fondi pubblici per non pesare nemmeno un centesimo sulle spalle della collettività. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di ferraresi che ci leggono ogni giorno, può diventare fondamentale.


OPPURE
se preferisci non usare PayPal ma un normale bonifico bancario (anche periodico)
puoi intestarlo a:

Scoop Media Edit

IBAN: IT06D0538713004000000035119
(Banca BPER)
Causale: Donazione per Estense.com
Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi