Mer 31 Mag 2017 - 222 visite
Stampa

Studenti della scuola “Guercino” premiati dal Miur

Riconoscimento per il lavoro della classe 2 C per l'elaborato grafico “Pubblicità progresso: Tris di Polli”

Cento. Gli alunni della classe 2 C della scuola secondaria “Il Guercino”, Filippo D’Annunzio, Amin Cavallaro, Lucia Cavallo e Matilda Cevolani, accompagnati dalla dirigente Anna Tassinari e dalla docente Teresa Gallerani, si sono recati il 29 maggio a Roma, presso la Cittadella della Caritas “Santa Giacinta” a ritirare il primo premio del concorso nazionale “La mia vita non è un gioco”, indetto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con Caritas Italiana.

L’elemento centrale del concorso era di fare capire ai ragazzi e alle famiglie che il gioco, quello sano, è parte fondamentale della vita e che un progetto di vita non si può basare sulla buona sorte, ma va costruito con responsabilità.

L’elaborato grafico “Pubblicità progresso: Tris di Polli”, pensato come una pubblicità per sensibilizzare sui rischi del gioco d’azzardo, è risultato il vincitore per la categoria della scuola secondaria di I grado. I ragazzi sono stati premiati dal dirigente Miur Paolo Sciascia, e loro, molto emozionati, hanno spiegato il senso del proprio slogan “ Non farti spennare: usa la testa”.

L’attività, che ha portato alla partecipazione al concorso, è inserita nel percorso “Cittadinanza e Costituzione” a cui il curricolo d’istituto dedica un’ora settimanale per classe.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi