Mer 29 Mar 2017 - 69 visite
Stampa

‘Cronaca di una passione’, un film per parlare di vite pignorate

All'Apollo il film di Fabrizio Cattani che affronta la tragedia dei suicidi per crisi economica e vessazione fiscale e bancaria

‘Cronaca di una passione’ di Fabrizio Cattani, il film che per la prima volta affronta la tragedia dei suicidi per crisi economica e vessazione fiscale e bancaria, sarà proiettato oggi, mercoledì 29 marzo, alla Multisala Apollo, alle 21, in un evento organizzato da Confartigianato Ferrara e patrocinato dalla Camera di Commercio.

Un lavoro struggente e doloroso, interpretato da Vittorio Viviani e da Valeria Ciangottini, dedicato ad una delle maggiori tragedie italiane dei nostri tempi. Ispirandosi a fatti di cronaca realmente accaduti Cattani – già vincitore del Globo d’Oro per la Stampa Estera con Maternity Blues – entra con delicatezza e rispetto nel vivo di un dramma quanto mai attuale: in un Paese ferito dalla crisi economica, la disperazione di chi perde tutto strozzato non da volgari usurai ma da uno Stato sordo ed indifferente, che non ha più alcun moto di comprensione e oramai privo di ogni senso di umanità. Cattani racconta senza pregiudizi le conseguenze di folli atti giudiziari e mala burocrazia che portano gente “semplice” a gesti estremi suggerendo un possibile “concorso di colpa”.

Con l’esigenza precisa di lasciare una traccia, un documento di questa epoca di sfacelo per la piccola e media impresa. Nella logica della testimonianza, portata e raccolta fra la gente, “Cronaca di una passione” e il suo regista stanno compiendo un tour lungo lo Stivale, iniziato lo scorso autunno.

Sinossi

Giovanni e Anna sono due coniugi sessantenni che per una vita hanno vissuto insieme serenamente e dignitosamente, gestendo con passione la loro trattoria nella cittadina di provincia in cui vivono. Da qualche anno però anche la loro attività risente della grave crisi economica che attanaglia tutto il Paese. Accumulano debiti con lo Stato a causa di una cartella esattoriale che non sanno come saldare. Tirano avanti finché l’Agenzia di riscossione dei tributi decide per loro disponendo il pignoramento forzato della loro casa e la successiva messa all’asta. Da questo momento per Giovanni e Anna comincia un inesorabile calvario che li porterà alla perdita della loro attività, della loro casa, della loro serena quotidianità ed intimità.

www.cronacadiunapassione.it.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi