Mar 28 Feb 2017 - 551 visite
Stampa

Dalla Germania all’Italia, gli studenti diventano manager musicali

Partirà da Ferrara la prima edizione italiana di “Tonali”, il progetto nato ad Amburgo nel 2010 per avvicinare le nuove generazioni alla musica classica e da camera

di Cecilia Gallotta

Quattro date, quattro concerti per la prossima primavera interamente organizzati dagli studenti di tre scuole ferraresi. E questo non è il solo dei risultati raggiunti con il progetto internazionale “Tonali”, nato ad Amburgo nel 2010  per avvicinare le nuove generazioni alla musica classica e da camera.

Si tratta di un coinvolgimento attivo di 5 studenti per scuola, rispettivamente dei Licei Ariosto, Roiti e della Smiling International School, che insieme a Tonali Italia, alla Fondazione Teatro Comunale e Ferrara Musica verranno formati sulle basi del managing e della comunicazione culturale, sulla preparazione, promozione e gestione di uno spettacolo dal vivo. Saranno proprio gli studenti, dunque, a presentare i concerti ai loro colleghi, tre dei quali si svolgeranno presso le scuole in orario mattutino, così che l’allestimento possa essere effettuato completamente da loro.

Le scuole ospiteranno ognuna un musicista diverso: il 26enne Alexis Stadler suonerà dal vivo presso la nuova sede Smiling il 3 maggio, mentre il 4 vedrà la pianista Elisabeth Brauss e il violinista Nicola Bruzzo presso i Licei Ariosto e Roiti. Se le scuole ospiteranno i musicisti, gli studenti saranno a loro volta ospiti presso il Teatro Comunale il 5 maggio, dove si terrà il concerto finale a cui si uniranno due artisti di primo piano a livello internazionale: Boris Brovtsyn al violino e Nimrod Guez alla viola.

“Giovani musicisti e giovane pubblico”, sorride il 27enne Nicola Bruzzo, il violinista ferrarese da anni residente a Berlino che ha reso possibile l’avvio dell’edizione italiana. “Ritengo che Ferrara sia la città perfetta per questo progetto, sia per la sua dimensione (umana e un po’ di nicchia) sia per la cultura, anche musicale, che possiede. Il legame col pubblico si è rotto diversi anni fa – prosegue Nicola in riferimento alle ultime due riforme che hanno eliminato l’educazione musicale dalle scuole secondarie – e io ritengo che dietro alla scuola ci sia tutta la società: gli studenti, ma anche le loro famiglie, i loro amici, i giovani e quindi il futuro. Credo che questo progetto ripristini il collante fra il pubblico e il palcoscenico di un mondo considerato ormai da troppo tempo distante dalle nuove generazioni”.

Ferrara farà dunque da apripista di un progetto che finora si è svolto solo all’estero: dal 2010 al 2013 in Germania, e poi in Russia, a Zurigo, in Cina, a Los Angeles e in Grecia. “Andremo in gita ad Amburgo – racconta la direttrice dello Smiling Caterina Azzini – dove i ragazzi conosceranno altri studenti di Tonali, e andremo a sentire anche qualche concerto”. Una continuità condivisa anche dal vicepreside Fiocchi del Liceo Ariosto, che ritiene “l’aspetto imprenditoriale di questa iniziativa come un’occasione formativa unica per i ragazzi. Di solito a scuola non vengono mai organizzate iniziative che creino una continuità fra la scuola e il mondo lavorativo, imprenditoriale e culturale che c’è fuori”.

“I giovani li chiamiamo sempre il pubblico del futuro – conclude l’assessore Maisto – ma permettetemi di dire che sono il pubblico del presente. Le statistiche dicono che i giovani sono i maggiori consumatori di libri, di produzioni cinematografiche e di tutta quella fruizione che sta alla base della società. Ancora una volta apprezzo che Ferrara si dimostri sempre più idonea ad ospitare questo tipo di iniziative, che creano davvero uno sviluppo e uno sprint a 360 gradi”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi