Mer 9 Nov 2016 - 1124 visite
Stampa

Palaspecchi, il Comune concede altri 45 giorni per la bonifica

Nuova ordinanza contingibile e urgente del sindaco, la proprietà ne aveva chiesti 60

9d52f566-1d15-4f87-b01f-6ad66ee0adedIl sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani ha firmato un’ordinanza contingibile e urgente che concede altri 45  giorni per l’esecuzione di interventi di bonifica, pulizia e disinfestazione del Palazzo degli Specchi, di proprietà della Società “Ferrara 2007 Srl”.

La decisione arriva a seguito della richiesta avanzata dalla stessa società il 3 novembre scorso, a firma dell’amministratore unico Giacomo Cavallo in cui affermava “di aver eseguito sul complesso in oggetto gli interventi di messa in sicurezza relativi allo svuotamento degli interrati dalle acque meteoriche e ripristinato le recinzioni ed effettuato lo sfalcio dell’erba nelle zone perimetrali oltre ad aver sigillato alcuni accessi ai fabbricati” e che “i lavori di bonifica sanitaria non sono stati ancora ultimati a causa degli interventi di sgombero eseguiti dalle forze dell’ordine in data 26 ottobre, pertanto per ovvi motivi di sicurezza e di tutela della salute delle persone solamente nei prossimi giorni si potranno rimettere in atto le lavorazioni di bonifica intimate”.

Ferrara 2007 aveva chiesto una proroga di 60 giorni, 15 in più rispetto a quelli concessi da Tagliani.

In particolare nell’ordinanza, a tutela della salute pubblica, si “ordina alla Società “FERRARA 2007 S.r.l.”, di provvedere entro tale termine a completare la realizzazione delle opere di risanamento, disinfestazione-deratizzazione e sistemazione delle aree scoperte e dei fabbricati di detto complesso immobiliare mediante: adozione di misure atte ad impedire accessi e intrusioni abusive; pulizia delle aree poste in aderenza agli immobili, delle aree cortilive e degli spazi comuni, mediante sfalcio dell’erba ed eliminazione della vegetazione infestante, nonché dei vari rifiuti presenti; riposizionamento delle griglie metalliche rimosse e originariamente poste a copertura dei cavedi situati tra le zone porticate e le aree esterne e/o messa in sicurezza di detti cavedi mediante idonea protezione; pulizia dei pozzetti tecnologici e di raccordo per la rete delle acque fognarie occlusi da materiale vario e riposizionamento dei coperchi divelti; rimozione mediante prosciugamento dell’acqua stagnante che invade le rampe di accesso ai passaggi carrabili e ai vani sottoscala; pulizia mediante rimozione dei rifiuti di vario genere e delle carcasse e deiezioni di animali presenti nei locali e successiva disinfestazione, nonché adozione di misure atte ad impedire ulteriori nidificazioni”.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi