gio 10 Nov 2016 - 1007 visite
Stampa

Palaspecchi. Tagliani: “Per la bonifica questa è l’unica strada”

Il sindaco risponde alla lettera di Katia Pignatti: "Senza ristrutturazione tornerà una cloaca a breve e la Lega ci ostacola"

OLYMPUS DIGITAL CAMERA“Il Palazzo degli Specchi è privato e provvederò a risanarlo a spese delle tasche di tutti i ferraresi solo una volta costretta la proprietà romana – in tutti i modi compreso se necessario la denuncia penale – lasciando a loro il tempo necessario affinché non possano accampare scuse tecniche”.

Questo il succo della risposta del sindaco Tiziano Tagliani alla lettera di Katia Pignatti, ex segretaria del consiglio comunale e portavoce di chi abita attorno all’ex direzionale di via Beethoven.

Il sindaco si premura di precisare alcuni punti, non mancando di ricordare alla Pignatti che  lei “dovrebbe già ben conoscere avendo lavorato alla presidenza del Consiglio comunale per molti anni”.

Alla richiesta di un incontro, Tagliani risponde che “di versi sono stati gli incontri, in particolare durante le sedute dei Consigli comunali straordinari (in cui Lei era presente in qualità di responsabile della Segreteria del Presidente del Consiglio e dei Gruppi Consiliari): occasioni di confronto ed aggiornamento continuo, alla presenza di numerosi cittadini non sono mancate, ed io in qualità di sindaco non mi sono certo nascosto”.

Altra ‘memo’: “Le ricordo ancora una volta (e mi chiedo perché si continui con una falsa rappresentazione dei fatti) che il Palazzo degli Specchi è privato e provvederò a risanarlo a spese delle tasche di tutti i Ferraresi solo una volta costretta la proprietà romana – in tutti i modi compreso se necessario la denuncia penale – lasciando a loro il tempo necessario affinché non possano accampare scuse tecniche. Ricordo anche che l’intervento in surroga da parte del Comune è possibile solo con l’iter avviato da me e non con le polemiche quotidiane, locali e nazionali”.

Infine, la prospettiva non certo rosea per il futura: “Una volta bonificato il Palazzo degli Specchi tornerà ad essere una cloaca in breve tempo se non si avvia la ristrutturazione, che la Lega ostacola in tutti i modi possibili. Continuate a dire che va demolito: benissimo io ripeto che occorre qualcuno che lo compri e lo demolisca, operazione impedita al Comune sia dalle norme sulle acquisizioni immobiliari, sia dai vincoli di bilancio (e anche questo Lei ben lo sa essendo stata una dipendente dell’Amministrazione Comunale)”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi