Mer 17 Dic 2014 - 53 visite
Stampa

“La Società a Teatro” chiude con un’anteprima

La rassegna teatrale si conclude con "Un cappello di nuvole e foglie"

P1060041“Volevano che fossi come loro, invece avevo la mia personalità, le mie idee. Ho preferito rimanere da sola con la mia dignità. In questa vita che lascia tanto dolore io mi sono permessa di sognare. La mia mente ora è come il mare, si trasforma in un’onda”. E’ un passaggio, uno dei più intensi, di “Un cappello di nuvole e di foglie”, raccolta di poesie di Sabrina Franceschelli (pubblicata da Bella Vista Associazione), una donna che nella scrittura ha trovato un modo per esprimere il proprio disagio e la vastità del proprio mondo interiore. In tale cammino ora si compie un ulteriore passo in questa direzione attraverso lo spettacolo teatrale, tratto dall’omonima raccolta con regia di Alessia Passarelli, che verrà presentato in anteprima nazionale oggi, mercoledì 17 dicembre, alle 21 presso la Sala Estense. Si tratta del decimo e ultimo appuntamento della rassegna “La Società a Teatro”, uno spazio progettuale dove l’incontro fra arte e sociale trova cittadinanza.

Con l’aiuto e il supporto del distretto di Igiene Mentale dei Comuni di Budrio-Molinella e dell’associazione Bella Vista, Franceschelli ha selezionato i suoi numerosi scritti (ha iniziato a scrivere l’8 marzo 1994, giorno della Festa della Donna, durante il conflitto nella ex Jugoslavia, trasformando in pensieri e parole le crude immagini della guerra di donne maltrattate, bambini, deboli e anziani) realizzando un libro che è il suo ponte per andare verso l’altro, per raccontare di sé. Insieme alla regista Alessia Passarelli, l’autrice delle poesie ha arricchito le sue parole della sua presenza. Alla costruzione dello spettacolo si è poi unita Annamaria Pullara, che nella pratica teatrale ha a sua volta trovato un mezzo e un aiuto per superare i propri blocchi emotivi ed esprimere se stessa.

Grazie al sostegno dell’associazione culturale “la Resistenza” di Ferrara che ha messo a disposizione del progetto un proprio spazio prove, le due donne si sono incontrate. Dai ricordi di Franceschelli sono nati i suoni e le immagini che compongono le scene, dalle emozioni e dalle suggestioni di Pullara le azioni e i gesti che danno vita alle parole. In un mondo sospeso tra nuvole e foglie, facce della stessa anima intrecciano, come una danza, un dialogo fatto di sogni, paure, ribellioni, speranze. Emozioni che con il tocco sapiente di una attrice e regista sensibile si trasformano in teatro sociale.

“Noi proseguiamo il nostro lavoro di sostegno a Sabrina – spiega Tiziana Marongiu, deus ex machina di Bella Vista Associazione – nel percorso della riscoperta del sé, attraverso l’esplorazione delle possibilità comunicative ed espressive insite nel suo corpo e nella sua voce di fronte ad un pubblico. Al progetto, in fase di allestimento, si è unita Annamaria Pullara. Per le spiccate somiglianze tra le vicende umane, le problematiche e le sensibilità delle due donne, il loro incontro avrà valore di reciproco aiuto e sostegno nel percorso di espressione di entrambe”. Con questo evento continua l’impegno di Bella Vista Associazione, che in linea con quelle che sono le sue finalità ha definito una serie di progetti e attività culturali, che coinvolgono vari ambiti (letterario, artistico, teatrale, cinematografico, ma anche ricreativo e sportivo) e spesso caratterizzati da contaminazioni e interscambi.

Il costo del biglietto è di 5 euro. Per informazioni contattare il numero 0532 205688 o scrivere a  segreteria@csvferrara.it.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi