Ven 24 Gen 2014 - 190 visite
Stampa

Due associazioni vincono il bando Ibc

A ‘Listone' e ‘Alpha Centauri' i fondi per seimila euro a testa

piazza trento trieste buskersPiazza Trento Trieste e il quartiere ‘Giardino’: sono questi i due luoghi della città che, con il loro carico di relazioni umane passate e presenti, rappresentano i nodi focali dei due progetti vincitori del concorso ‘Giovani per il territorio’. Il bando, lanciato nel luglio scorso dall’Istituto per i Beni Culturali (Ibc) della Regione Emilia Romagna, d’intesa con il Comune di Ferrara, era rivolto ad associazioni giovanili ferraresi, invitate a presentare proposte innovative di gestione e valorizzazione dei beni culturali della città.

I due raggruppamenti vincitori del bando, e destinatari di un contributo regionale di 6mila euro ciascuno, sono stati presentati stamani nella Residenza municipale dal vice sindaco Massimo Maisto e da Valentina Galloni dell’Ibc. La prima classificata è risultata l’associazione Listone, con il suo progetto ‘Back up di una piazza’, mirato a documentare la società che ha vissuto e vive piazza Trento e Trieste come luogo privilegiato di incontro; mentre la seconda è l’associazione Alpha Centauri, che con ‘Il giardino dei destini incrociati’ intende produrre un serial teatrale di spettacoli dedicati alla memoria storica e alle trasformazioni sociali in atto nel quartiere Giardino.

“La commissione del bando, composta da rappresentanti dell’Ibc e del Comune di Ferrara – ha dichiarato Valentina Galloni – ha scelto questi due progetti, fra i dieci partecipanti, per la loro originalità e per il gran numero di giovani coinvolti, oltre che per la possibilità di un loro sviluppo futuro e di un’ampia partecipazione della comunità locale. Tutti elementi ritenuti fondamentali secondo lo spirito del concorso”.

Intento ispiratore del bando, che ha dedicato questa sua terza edizione a Ferrara, dopo le due rivolte a Forlì e a Reggio Emilia, era infatti quello di offrire ai giovani un’occasione per “esplorare il proprio territorio, prendersene cura, riconquistarlo e rinnovarlo per realizzare un percorso di creatività che stimoli il concetto di cittadinanza attiva e metta in relazione un sistema virtuoso di relazioni sociali e culturali”.

“Il bando – ha confermato Maisto – ci è sembrata una buona occasione per offrire nuovi stimoli ai giovani del territorio e alimentare le collaborazioni fra i diversi soggetti della città. Siamo soddisfatti della partecipazione, considerati anche i rigidi limiti d’età imposti dal regolamento, e terremo monitorato l’andamento dei progetti, sperando possano liberare nuove energie e creare nuovi meccanismi virtuosi”.

“Il nostro progetto – ha spiegato Licia Vignotto dell’associazione Listone – punta alla riscoperta di uno dei luoghi maggiormente simbolici di Ferrara, piazza Trento Trieste, che proprio in questi mesi è oggetto di un importante intervento di riqualificazione. Ci focalizzeremo sul concetto di piazza come bene sociale, compiendo dapprima una ricerca sui diversi tipi di scambi e incontri che vi si svolgevano in passato e poi indagando sul suo presente. Tutti i materiali raccolti, anche con il coinvolgimento dei ferraresi che invitiamo a mandarci foto e racconti, saranno riuniti in un volume e presentati con una mostra fotografica”.

“Il nostro progetto, invece, – hanno rivelato i componenti dell’associazione Alpha Centauri – sarà dedicato al quartiere Giardino, considerata area di interesse per i mutamenti storici che vi si sono succeduti. Con il coinvolgimento degli alunni della scuola Poledrelli, dei soci del centro Ancescao e di alcuni ex-detenuti-attori del laboratorio di teatro della Casa Circondariale di Ferrara, allestiremo uno spettacolo teatrale in più sequenze da mettere in scena in cinque diversi spazi del quartiere”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi