Sab 6 Apr 2013 - 113 visite
Stampa

Ultimo show per il manicomio delle attrici

Torna in scena "Asylum" di Cora Herrendorf, e nel mese di maggio continueranno i progetti del gruppo donne comunitarie

asylum teatro-123 - CopiaSabato 6 aprile alle 21, al  Teatro Julio Cortàzar di Pontelagoscuro, ultima opportunità per assistere ad “Asylum – il manicomio delle attrici”, spettacolo del Gruppo Donne Comunitarie diretto da Cora Herrendorf e dedicato alla poeta Alda Merini, recentemente scomparsa.

Nel mese di maggio le Donne Comunitarie, attive dal 2007, saranno impegnate nello studio del nuovo progetto di spettacolo e in data da definire presenteranno, sempre al Cortàzar il film di Maximiliano Czertok che documenta il percorso che ha portato alla creazione di “Asylum” e il libro “Signora Memoria”, che raccoglie i materiali di lavoro sul loro primo spettacolo.

“Asylum” è un rituale carosello di azioni, ora giocose ora drammatiche, che si intrecciano ad una sorta di puzzle poetico in cui si riconoscono brani di Shakespeare e Brecht, ma innanzitutto le parole dolci e feroci di Alda Merini, la grande poeta italiana recentemente scomparsa.

La regista Cora Herrendorf, già impegnata alla fine degli anni settanta presso l’ospedale psichiatrico di Ferrara  nel processo di destabilizzazione manicomiale che portò alla Legge 180, una delle grandi conquiste civili del 900, dedica lo spettacolo a quella stagione dando al contempo il suo contributo per contrastare i pericolosi revisionismi che, trentacinque anni dopo, tentano di affermarsi oggi nella società italiana.

Sempre a maggio, 12, 13 e 14, proseguono gli appuntamenti della Scuola per Operatori Teatrali nel Sociale “L’Attore Sciamano” diretta da Cora Herrendorf, con il Percorso 4 “Essere in Azione”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi