Mer 29 Ago 2012 - 335 visite
Stampa

Cavalli a rischio, ma non solo loro

Ippodromo chiuso: Mosso chiede più attenzione per il mancato indotto

“All’ippodromo ci sono problemi ben più importanti: dovrebbe essere al primo posto il personale che ha perso il lavoro”. Dopo la preoccupazione del consigliere regionale Gabriella Meo, intervenuta personalmente a favore dei cavalli dell’ippodromo di Ferrara destinati alla macellazione, arriva l’intervento di Alcide Mosso, della segreteria provinciale di Lega Nord.

Per quanto riguarda il futuro degli animali, Mosso commenta come essi “non sono più ospitati nella struttura ferrarese, perché sono già stati inviati da diversi mesi ad allevatori e non solo, con logiche che hanno lasciato molti allevatori della provincia amareggiati e danneggiati”.

Mosso ribadisce poi la necessità di spostare i termini del problema sulle chiusura della struttura: “chissà se poi sarà destinata ancora a fini sportivi o se non sarà invece trasformata per altri fini redditizi,a vantaggio di pochi. La sua chiusura non dovrebbe sollevare solo pensieri romantici verso i cavalli, ma soprattutto maggiore attenzione per le attività chiuse e per l’indotto, che subirà conseguenze negative”.

Stampa
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi qui la Cookie e la Privacy Policy.

Chiudi