mer 15 Nov 2017 - 1199 visite
Stampa

«La Ferrara-Mare è vitale ma pericolosa, servono investimenti»

La lettera di Provincia e Comuni del Medio e Basso Ferrarese all'Anas dopo i fortissimi disagi dovuti al maltempo

(archivio)

«La superstrada Ferrara-Mare rappresenta un’infrastruttura di vitale importanza per l’intera provincia», eppure «le condizioni di manutenzione attuali sono assolutamente inadeguate e configurano aspetti di pericolosità notevolissimi specie in caso di maltempo». È quanto il presidente della Provincia e i sindaci di Ostellato, Comacchio, Voghiera, Masi Torello e Fiscaglia scrivono all’Anas, chiedendo un incontro urgente «per valutare prospettive e investimenti sulla struttura».

La lettera è stata inviata, non a caso, dopo l’intensa giornata di maltempo di lunedì 13 novembre, quando gli «eventi atmosferici che hanno interessato il territorio hanno mostrato, con assoluta evidenza, la pericolosità dell’infrastruttura in oggetto in costanza di precipitazioni e, non da ultimo, il manifestarsi di voragini che hanno determinato la chiusura di tratti di percorrenza, creando non pochi disagi alla circolazione, al tessuto economico e produttivo». Evidente il riferimento alla voragine che si è aperta a causa delle intense piogge di lunedì a Corte Centrale, in direzione Ferrara, che ha bloccato per diverso tempo il traffico.

Ed è proprio il ruolo importantissimo per lo sviluppo ferrarese che il presidente Tiziano Tagliani e sindaci Andrea Marchi, Marco Fabbri, Chiara Cavicchi, Riccardo Bizzarri e Sabina Mucchi evidenziano nella lettera. «La Superstrada Ferrara-Mare rappresenta un’infrastruttura di vitale importanza per l’intera provincia di Ferrara – sottolineano -. Ogni giorno è percorsa da migliaia di lavoratori pendolari che la
percorrono, tanto in direzione mare quanto in direzione Ferrara per raggiungere luoghi di lavoro. La strada , inoltre, è arteria di collegamento della zona del Delta e del Medio ferraresi con il capoluogo».

Non solo,  perché l’infrastruttura «consente il collegamento della città capoluogo, e da lì per Bologna con i relativi collegamenti autostrada li con il resto del Paese per la costa
ferrarese, importante meta turistica che anche nel 2017 ha realizzato indici di attrattività turistica rilevanti; lungo l’asse della Superstrada, nel territorio comunale di Ostellato, insiste un’area industriale con oltre trenta aziende insediate, diverse delle quali a carattere multinazionale, con oltre 1500 addetti diretti. Tali aziende hanno ovviamente necessità di collegamenti efficaci, sicuri e rapidi; in località Cona insiste l’Ospedale di riferimento per l’intera provincia e, specie per i Comuni del Delta Ferrarese, è motivo comprensibile di necessità il raggiungimento del medesimo con facilità; nel territorio dei Comuni di Voghiera e Masi Torello è presente un’area artigianale di importante impatto occupazionale ed il recente insediamento di un’azienda multinazionale».

Ecco allora chiara l’importanza di prospettare al più presto nuovi investimenti per rendere la superstrada all’altezza del compito che deve assolvere «non solo dal punto di vista della viabilità ma anche sotto il profilo dello sviluppo economico, industriale e
turistico del territorio».

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi