gio 12 Ott 2017 - 306 visite
Stampa

I top artigiani entrano nell’Accademia dei maestri

Nominati dieci nuovi maestri. Alla cerimonia a Bondeno si parlerà di ripresa economica 

Un riconoscimento alla dedizione e alla passione, ma anche al valore inestimabile della cultura artigiana per la salute della società: è questo il senso dei “diplomi” che l’Accademia dei Maestri Artigiani di Ferrara consegnerà a dieci nuovi maestri nel corso della cerimonia di domenica 15 ottobre presso il Centro 2000 a Bondeno, nell’ambito del 66° anniversario della fondazione dell’Accademia.

Al centro della giornata verrà affrontato il tema “Artigianato: ma è davvero ripresa?”. Alla luce dei segnali che provengono dal Governo e dalle istituzioni territoriali ed economiche in un momento di crisi che fino ad ora non prospettava miglioramenti, il tema della mattinata si concentra sul punto di vista degli artigiani riguardo a questo argomento e sugli sviluppi nel loro settore.

Ad interrogarsi saranno i principali attori della scena economica e sociale provinciale, riuniti a partire dalle 9 presso la sala conferenze del Centro 2000 insieme agli artigiani e alle loro famiglie. Nel corso della stessa mattinata verranno consegnate anche tre targhe San Giorgio – destinate a Maestri Artigiani che con una lunga attività hanno onorato l’artigianato ferrarese – e saranno nominati dieci nuovi maestri.

La manifestazione è ormai un appuntamento fisso che si tiene con cadenza annuale nelle due sedi di Ferrara e di Bondeno e rappresenta un momento di riflessione sul ruolo e sul peso del lavoro artigianale nel tessuto socio-economico, non solo locale; nel corso di ogni edizione vengono scelte e “diplomate” con il titolo di Maestri Artigiani persone che da una vita dedicano ogni sforzo alla crescita e all’innovazione della propria attività artigianale.

Un’attività ancora depositaria di valori attualissimi e vitali: la passione, il sacrificio personale, l’esperienza, l’attenzione ai giovani, l’insegnamento, la creatività, la capacità di adattarsi ai cambiamenti. Su questa consapevolezza è stata fondata nel lontano 1951 a Ferrara l’Accademia dei Maestri Artigiani di Arti e Mestieri per iniziativa di un rilegatore, Pilade Cappellari, un fabbro, Efrem Navarra, un restauratore, Ugo Rossetti, un cementista, Edmondo Carlini, e altri.

La manifestazione, organizzata al coordinatore dell’alto ferrarese Ettore Bergamini, sarà diretta dal coordinatore Marco Cappellari e dal presidente dell’Accademia Eleno Zecchini, coadiuvati dal vicepresidente Roberto Carion e dal segretario Franco Perinati, unitamente a tutti i membri del direttivo del sodalizio.

I nuovi “Maestri Artigiani” dell’edizione 2017 sono: Mirco Benassi e Luca Benea della Cit, Paolo Cappelli della Cappelli Ricami, Diego Forni ed Erica Forni della Fgt Fonderie Leghe Leggere, Stefano Tolomelli di Hemsefra, Cesare Tralli della Idromeccanica Tc, Auro Veronesi dell’Autofficina di Veronesi Auro e Veronesi Enrico, Luca Volpi e Maurizio Volpi della Edilfox.

Le targhe San Giorgio invece andranno quest’anno a Marino Fortini, imprenditore metalmeccanico della Otm Fortini, a Giuseppe Negrini, socio dell’impresa edile Negrini e Michelini e a Claudio Taddia, titolare dell’autofficina ClaudioTaddia.

Dopo gli interventi e la consegna dei riconoscimenti ai maestri artigiani, la manifestazione proseguirà con la messa celebrata da monsignor Marcello Vincenzi presso la Parrocchia della Natività di Maria, con offerta del “cero” portato all’altare dal corteo delle Comunità Artigiane secondo le antiche tradizioni Estensi delle Corporazioni del ferro, del legno e del marmo. La messa sarà accompagnata dalla Corale Polifonica Matildea diretta dal Maestro Lorenzo Ardizzoni. La manifestazione si concluderà con l’aperitivo e il pranzo accademico presso il ristorante La Carioncella, con lotteria finale.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi