dom 24 Set 2017 - 1394 visite
Stampa

La Vm riparte con la cassa integrazione

La comunicazione dell'azienda sul tavolo dei sindacati, coinvolti circa 700 lavoratori. Lodi (Fiom): «Il mercato Usa non si è sbloccato, ora tavolo unitario»

Cento. La situazione di crisi non è alle spalle e alla Vm di Cento si riprende con la cassa integrazione, che dal 16 al 20 ottobre coinvolgerà circa 700 dipendenti.

La comunicazione ufficiale è arrivata venerdì sul tavolo dei sindacati e le prospettive non sembrano delle più rosee fino a fine anno.

«A fine mese terminerà il contratto di solidarietà – spiega Samuele Lodi, segretario provinciale della Fiom-Cgil -. Era stato sospeso per confermare i cento lavoratori a tempo determinato, una scelta comprensibile, ma è evidente che la situazione di stallo non era e non è terminata: il mercato Usa non si è sbloccato e quel tipo di motore (il diesel, ndr) fa fatica a ripartire».

La linea più colpita dalla cassa integrazione sarà quella di produzione del motore V6, ma verranno coinvolti anche circa 40 lavoratori impiegati nel quattro cilindri e un centinaio di impiegati di officina. «Mi auguro di no – continua Lodi – ma è presumibile che questa situazione si possa ripetere almeno fino a dicembre».

Per questo la Fiom ha già inviato la richiesta di esame congiunto. «Vorremmo un tavolo unitario con l’azienda e tutti i sindacati – spiega Lodi – e non tavoli separati, ma è una decisione che spetta all’azienda».

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi