mer 13 Set 2017 - 162 visite
Stampa

Bondi vincente su un’incerottata Treviso

Basket A2. Il Kleb si impone per 73-60, Rush miglior marcatore

di Andrea Mainardi

Seconda vittoria consecutiva in pre stagione per il Kleb Basket Ferrara che, senza Panni ancora acciaccato, ha la meglio su una De Longhi Treviso priva di Fantinelli, Bruttini, Negri e Nikolic.

A referto anche Ndiaye per la Bondi, aggregato al posto di Gennaro Sorrentino. Altro buon test questo per la banda di coach Martelossi che ha confermato i progressi visti negli ultimi tempi, con Rush e Cortese sempre positivissimi. Ottime indcazioni anche da Fantoni e Molinaro con il solito lavoro sporco sotto i tabelloni.

Inizia forte la Bondi che vuole subito correre in transizione. Cortese piazza subito quattro punti, risponde Brown dalla media ma Rush ed Hall trovano la via del canestro per il primo 11-3 di parziale. Il Kleb difende forte e mantiene alte le proprie percentuali, colpendo dall’arco ancora con capitan Cortese. Qualche nervosismo poco dopo tra Musso e Venuto, con Treviso che nel frattempo ricuce parzialmente con i canestri di Brown ed i liberi di De Zardo (16-11 al 7’). La Bondi torna poi in doppia cifra di vantaggio grazie a Molinaro ed all’appoggio di Moreno. Sabatini risponde di talento col palleggio, arresto e tiro ma l’ultimo sussulto è il canestro in acrobazia di Petronio che fissa il punteggio finale del quarto sul 23-13.
Si riprende con Rush che arriva subito al ferro ma coach Martelossi non è contento dell’attacco dei suoi e chiama timeout al 12’ sul +12 Bondi. Il divario si allarga con Rush ancora dominante in area pitturata. La De Longhi si sblocca con il libero di Poser (29-14 al 15’) e ritrova il canestro dal campo con Antonutti. Le percentuali di tiro calano ma il Kleb rimane saldamente avanti con l’appoggio al tabellone di Hall (33-18 al 17’). Antonutti e Brown di esperienza trovano punti in area, ribatte Cortese con una pregevole tripla dall’angolo e Moreno certifica il +21 dalla lunetta terminando il primo tempo sul 41-20.
Anche alla ripresa delle ostilità la premiata ditta Cortese-Rush riprende a macinare punti sia in area che dal perimetro. Treviso risponde con quattro punti consecutivi di Antonutti e la zampata in area di Brown (51-26 al 23’). Antonutti è il migliore dei suoi e lo conferma dimostrandosi il più pericoloso in attacco, ma capitan Cortese ristabilisce le gerarchie con due triple consecutive delle sue (57-31 al 26’). Treviso si rianima con quattro punti di Brown e due di De Zardo. Fantoni ci mette una pezza con la solita intensità mentre Venuto trova finalmente il canestro. Ancora Brown si guadagna qualche punto dalla linea della carità ed il quarto termina con Ferrara avanti 63-42.
 Ancora un efficacissimo Rush scollina oltre quota venti punti mentre dall’altra parte combinano molto bene tra loro Antonutti e De Zardo, menzione speciale per Molinaro davvero molto presente a rimbalzo ed in difesa (67-46 al 34’). I ritmi poi si abbassano e finalmente Hall si sblocca da tre punti riportando sul +21 i suoi (71-52 al 37’). Primi punti in partita anche per Musso coadiuvato ancora da un Brown molto continuo nel secondo tempo. Ancora l’americano attacca bene il canestro ricucendo fino al -13. L’ultima azione è per Treviso ma sia Sabatini che Brown sbagliano il tiro ed il match termina sul 73-60.

Bondi Ferrara – De Longhi Treviso 73-60 (23-13; 18-7; 22-22; 10-18)

Ferrara: Petronio 2, Patroncini 0, Rush 21, Hall 9, Fantoni 11, Molinaro 4, Cortese 19, Venuto 3, Ndiaye 0, Moreno 4. Allenatore: Martelossi.

Treviso: Brown 23, Sabatini 4, De Zardo 8, Musso 8, Antonutti 16, Barbante 0, Poser 1, Imbrò 0, Rota 0, Leardini 0. Allenatore: Pillastrini.

Stampa