dom 13 Ago 2017 - 2175 visite
Stampa

Spal, successo di misura sul Renate

È una rete di Vicari a mandare i biancoazzurri al prossimo turno di Coppa Italia

(foto di Alessandro Castaldi)

di Andrea Mainardi



Il primo impegno ufficiale della stagione termina con una vittoria per Mora e compagni che hanno la meglio sul Renate al termine di una partita vissuta su buoni ritmi, soprattutto nel primo tempo.

I biancoazzurri sono apparsi in ulteriore crescita soprattutto nei meccanismi difensivi e sugli esterni, dove però è mancata un po’ di precisione. Nel prossimo turno la Spal affronterà il Cittadella che ha clamorosamente eliminato il Bologna con un sonoro 0-3 al Dall’Ara.

Al netto delle assenze di Felipe, Grassi e Meret, Leonardo Semplici conferma buona parte della formazione vista contro il Chievo Verona. Gomis è tra i pali, difesa a tre formata da Vicari, Oikonomou e Cremonesi che rientra al posto di Vaisanen. Sulle corsie laterali conferma importante per Mattiello a destra mentre a sinistra è Konate a partire dal primo minuto. In regia c’è Viviani affiancato da Mora e Schiattarella in mediana. In attacco Paloschi fa coppia con Antenucci. Solo panchina per l’acciaccato Floccari.

Partenza apprezzabile degli ospiti che si dimostrano da subito senza timori reverenziali innescando bene la catena di destra formata da Mattioli e Lunetta. Il primo acuto spallino arriva al 5’ con Antenucci che lavora un bel pallone al limite dell’aria servendo Schiattarella. Il suo destro è teso ma centrale e Di Gregorio blocca. Al 10’ è Finocchio a provarci con un tiro da fuori che termina alto, poco prima il Renate era stato insidioso con una serie di cross e contro cross. I biancoazzurri crescono con il passare dei minuti con i ‘senatori’ Mora ed Antenucci tra i più propositivi. Al 17’ però è ancora il Renate pericoloso con Lunetta che crossa per Finocchio la cui spizzata di prima intenzione è deviata da Gomis in tuffo. Sempre il portiere ex Salernitana risponde presente al 20’ sull’insidioso cross di Mattioli deviandolo in angolo.

La Spal cerca di innescare ripetutamente gli esterni, soprattutto Konate mostra già buona gamba sulla sinistra. Al 24’ ancora Antenucci riceve sulla sinistra, si accentra ma il suo destro è troppo debole per impensierire Di Gregorio. La partita è gradevole ed al 27’ arriva il primo scossone: Vicari prende palla sui quaranta metri, avanza e lascia partire un destro rasoterra che colpisce il palo e supera Di Gregorio portando in vantaggio la Spal. Non impeccabile il portiere del Renate in questa circostanza. Mora e compagni allora prendono fiducia andando alla conclusione prima con Cremonesi dopo l’angolo di Viviani e poi con Antenucci ben servito dal tocco di Paloschi. Applaude soddisfatto il ‘Paolo Mazza’. Il Renate sembra aver subito un po’ il contraccolpo psicologico, ci prova al 42’ Antezza con un doppio passo e tiro che però termina alto sopra la traversa. L’ultima emozione del primo tempo è rappresentata dal colpo di testa spiovente di Cremonesi che non crea particolari apprensioni a Di Gregorio. Si va quindi al riposo con i biancoazzurri avanti 1-0.

Si ricomincia con la Spal subito vicina al raddoppio con la conclusione di Antenucci da ottima posizione che però è alta sopra la traversa. Complessivamente a partire meglio è però il Renate: Finocchio fugge sulla destra e crossa rasoterra per Lunetta che però non colpisce bene il pallone complice il disturbo di Cremonesi. Grande occasione questa per gli arancio neri. Ancora Lunetta, il migliore dei suoi, al 49’ impegna Gomis con un rasoterra ben controllato dal portierone spallino. La Spal dal canto suo cerca di abbassare i ritmi della partita, inserendo nel contempo forze fresche sugli esterni come Costa e Lazzari. Succede davvero poco fino al 72’ quando Lazzari salta l’uomo a destra e serve Viviani il cui tiro è bloccato da Di Gregorio. Ancora il regista scuola Roma è pericoloso all’ 81’ ma ancora Di Gregorio si supera in spaccata. Con la gara che si avvia verso l’epilogo, il Renate cerca di ripartire ma senza successo e ancora Di Gregorio salva i suoi nel recupero sulle conclusioni di Antenucci e Cremonesi. L’ultima punizione a favore degli ospiti si traduce in un nulla di fatto e la Spal avanza al prossimo turno con merito vincendo 1-0.

Spal – Renate 1-0
Marcatori: Vicari 27’ (S)

Spal: Gomis, Oikonomou, Cremonesi, Vicari (dall’88 Vaisanen), Konate (dal 55’ Costa), Mora, Viviani, Schiattarella, Mattiello (dal 66’ Costa), Paloschi, Antenucci.
A disposizione: Poluzzi, Marchegiani, Gasparetto, Bellemo, Schiavon, Rizzo, Polvani, Ubaldi. Allenatore: Semplici.

Renate: Di Gregorio, Mattioli, Anghileri, Pavan, Vannucci, Di Gennaro, Finocchio (dal 68’ Ungaro), Antezza (dal 59’ Palma), Gomez, Simonetti, Lunetta (dal 70’ Napoli).
A disposizione: Cincilla, Mutti, Teso, Makinen, Piscopo, Turat. Allenatore: Cevoli.
Ammoniti: Oikonomou 34’ (S), Cremonesi 37’ (S), Antezza 39’ (R), Lunetta 50’ (R), Schiattarella 80’ (S).

Espulsi:
Angoli: 12-3.
Arbitro: Calvarese di Teramo.

Stampa