lun 17 Lug 2017 - 1203 visite
Stampa

Il Bundan Festival pronto ad aprire le danze

Un’edizione, questa che si terrà dal 21 al 23 luglio, ricca di novità

di Simone Pesci

Bondeno. A Stellata di Bondeno è tutto pronto per la tredicesima edizione del Bundan Celtic Festival, un evento diventato un vero e proprio punto di riferimento per tutto il territorio ferrarese, che coinvolge migliaia di persone.

Un’edizione, questa che si terrà dal 21 al 23 luglio, ricca di novità, come annuncia Alan Fabbri: “Suoneranno due gruppi importantissimi a livello internazionale, che sono ai massimi livelli nel loro genere di nicchia”. I due gruppi in questione sono i Led Farmers e i The Sid, che con le loro melodie irlandesi animeranno le serata di venerdì 21 e sabato 22. Tuttavia il Bundan non è solo musica, ma, come annuncia lo stesso Fabbri “sarà anche cultura, rievocazioni storiche e laboratori di archeologia per i bambini, ma anche gastronomia con diversi stand, di cui uno dedicato alla sagra della Canapa di Madonna Boschi”. Un Bundan che mai come quest’anno sarà un grande evento, al quale parteciperà anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini, che sabato sera è atteso a Stellata “anche perché si vuole inserire il Parco della Rocca di Stellata nel progetto della Music Valley”, come rivela Fabbri.

Marcello Micai, in qualità di grafico, ha spiegato invece la scelta di Giulio Bruschi, il bambino di Ponte Rodoni simbolo del manifesto del Bundan: “E’ un po’ una scelta dell’antico che guarda al futuro. Un bambino che gioca con il Triskell – un simbolo celtico – , come se fosse un moderno Finger Spinner”. “Bisogna anche sottolineare l’occhio di riguardo che avrà il Bundan nei confronti dell’ecologia – prosegue Micai -. Per questo bicchieri e stoviglie saranno totalmente biodegradabili, e al costo di 5 euro sarà possibile acquistare l’ecokit, composto da una tazza – che darà diritto a uno sconto di 50 centesimi per ogni bevanda – e un posacenere tascabile per i mozziconi”. Appuntamento fisso sarà anche, alle 18:30 di ogni serata, l’ecohour che nasce con l’idea di far raccogliere tutti i mozziconi di sigaretta dentro un bicchiere, con una gradita sorpresa per chi lo riempirà.
Non si vuole però dimenticare come è nato il Bundan: “E’ una rievocazione storica e come tale è diventato uno degli eventi più importanti d’Italia – afferma Andrea Moretti -.” Perciò in questa edizione 300 evocatori “faranno una battaglia che intreccerà la storia di Celti, Romani e, novità assolta, Etruschi.”

Il vicesindaco di Bondeno Simone Saletti, invece, pone l’accento su come “Stellata sia una cornice importante per una iniziativa di qualità, l’indotto è significativo e la festa è un’emozione da vivere a 360 gradi”.

Parere favorevole anche del presidente della Camera di Commercio Paolo Govoni: “Evento importante per tutto il territorio e per far conoscere Bondeno e Stellata in tutto il mondo. I numeri di questa manifestazione non sono usuali rispetto a qualsiasi iniziativa, ed è bello valorizzare anche le aziende del territorio”.

Gli organizzatori, per favorire una maggiore affluenza a Stellata, quest’anno hanno allargato l’area parcheggi e il Comune di Bondeno ha predisposto due navette no stop che collegheranno il piazzale della stazione di Bondeno con l’area del Bundan Celtic Festival.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi