gio 22 Giu 2017 - 41 visite
Stampa

Campionati nazionali universitari: tre medaglie per il Cus Ferrara a Catania

E’ l’oro di Lorenzo Zicarelli nel Taekwondo a rendere prestigioso il medagliere ferrarese

Arriva dal Taekwondo l’ultima medaglia, la più preziosa, dei campionati italiani universitari. E’ l’oro di Lorenzo Zicarelli a rendere prestigioso il medagliere del Cus Ferrara. Domenica, alle finali di Catania, il ventenne che studia Giurisprudenza all’Unife ha ottenuto il titolo di campione italiano universitario dopo aver superato quattro incontri. Il primo contro un cosentino (22-4), il secondo contro un avversario del Cus Potenza (ko) e il terzo nonostante un infortunio che non gli ha impedito di vincere in rimonta 14-13 dopo essere stato sotto di tre punti, grazie ad un calcio girato sotto misura. In finale, Zicarelli ha battuto 19-10 l’avversario di Ancona. L’anno scorso, lo studente ferrarese era arrivato secondo a Modena sempre ai Cnu.

Presso il PalaArcidiacono si sono svolte le gare di scherma. Il Cus Ferrara era rappresentato nella due giorni di incontri lo scorso fine settimana da: Maria Grazia Magistrelli e da Riccardo Schiavina.

La prima competizione ad andare in scena è stata quella di spada maschile. Fin dal suo avvio la competizione si è dimostrata insidiosa e Riccardo partendo con due sconfitte al girone eliminatorio avrebbe potuto compromettere le sorti della gara, ma la sua esperienza gli ha permesso di chiudere lo stesso con quattro vittorie e due sconfitte. La voglia di portare a casa una medaglia per i colori estensi portava Riccardo a vincere 15-14 ai quarti. L’assalto successivo, dato il dispendio di energie di quello precedente, vedeva Riccardo cedere a Vichi, giovane promessa, che per il terzo anno consecutivo si aggiudicava la competizione. Un bronzo che lo stesso atleta definisce importante per se stesso e per il Cus.

Maria Grazia Magistrelli, nel fioretto il giorno dopo, con un ottimo girone eliminatorio si arrampicava fino ad essere la testa di serie numero due del tabellone eliminatorio e dopo un primo incontro agevole per raggiungere le semifinali, andava a vincere un assalto complicato caratterizzato da numerosi errori arbitrali che per quanto la penalizzassero non ne hanno scalfito la voglia di vincere e superare la sua avversaria. La finale, tirata contro la forte atleta Lisa Milanese, nelle prime 20 del ranking di fioretto femminile, vedeva purtroppo l’atleta estense cadere sotto i precisi colpi della sua avversaria facendole comunque ottenere un prestigioso argento. Medaglia che per la scherma cussina ferrarese è la prima della storia.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi