sab 20 Mag 2017 - 1488 visite
Stampa

Bper, operazione Carife entro giugno

L'ad Vandelli: “Aspettiamo l'ok di Bce e Antitrust, poi il closing”

L’ad di Bper Alessandro Vandelli

Il closing per l’operazione Carife entro giugno. È l’auspicio di Bper che, attraverso il suo amministratore delegato Alessandro Vandelli, si augura di chiudere l’acquisto della banca ferrarese entro 40 giorni.

Prima però servono i via libera di Bce e Antitrust. “Sono fiducioso – ha detto Vandelli a Reuters Italia a margine della presentazione delle iniziative per la celebrazione dei 150 anni della banca – che nelle prossime settimane questa cosa possa completarsi”.

Un altro passo da compiere è quello della sistemazione del bilancio, fronte sul quale sta lavorando il Fondo di risoluzione.

Su questo versante la parte più problematica è rappresentata dalla cessione dei Npl (prestiti non performanti), anche se “sono a buon punto – rassicura Vandelli sempre all’agenzia – anche perché Ubi Banca ha fatto un po’ da apripista (con le altre tre good bank, ndr), ma credo sia necessaria ancora qualche settimana”.

L’ad ha lasciato inoltre intendere che i sacrifici dal punto di vista della diminuzione del personale potrebbero non essere finiti con i 350 esuberi volontari raccolti dai sindacati.

Vandelli non ha escluso che si possa procedere ad esuberi aggiuntivi una volta terminata l’acquisizione della Good Bank, anche se, ha fatto sapere, è presto per discuterne. “Credo che dovremo lavorare per capire bene come strutturare l’azienda e soprattutto gestire efficacemente nella prima fase un’azienda che fino a poco tempo fa aveva 900 dipendenti e scende in tempi brevi a 500″, ha detto Vandelli.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi