sab 20 Mag 2017 - 2881 visite
Stampa

Cercano ‘Igor’ e trovano una katana e un uccello imbalsamato

Controllati i pescatori di frodo, scoperti con la spada affilata e un animale protetto

(foto di archivio)

Longastrino. Cercano ‘Igor’ e trovano una katana e un uccello imbalsamato appartenente a una specie protetta. Le indagini sull’uomo più ricercato d’Italia non stanno dando i risultati sperati, catturare e assicurare alla giustizia l’omicida Norbert Feher, ma rivelano qualche sorpresa.

L’ultimo blitz si è registrato giovedì mattina nella frazione Longastrino del Comune di Argenta. Il personale dei reparti speciali dell’Arma – 1^ e 2^ Brigata Mobile, 1° Reggimento Paracadutisti “Tuscania”, Squadroni eliportati Cacciatori di Calabria e Sardegna e 13° Gruppo elicotteri di Forlì – ha eseguito delle perquisizioni a carico di stranieri dediti alla pesca di frodo.

Dal sopralluogo non sono emerse tracce del killer serbo. Ma le forze dell’ordine non sono rimaste a mani vuote. I carabinieri del Norm di Portomaggiore e del Gruppo Forestali di Ferrara hanno denunciato in stato di libertà un 48enne e un 42enne, entrambi romeni, pregiudicati e domiciliati ad Argenta, per i reati di detenzione illegale di armi e detenzione illegale di specie di avifauna non cacciabile.

Il primo deteneva illegalmente una spada tipo katana con lama affilata ed il secondo un esemplare imbalsamato di una specie di avifauna protetta.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi