mar 21 Mar 2017 - 3070 visite
Stampa

Maial se lo urlo… forza Spal!

Forza S.P.A.L… forza S.P.A.L… forza S.P.A.L
Chi può dirlo?
Tu no, sei uno spallino dell’ultima ora.
Tu sì, sei sempre andato, ti ho visto anche in trasferta.
Tu così così, lo sei solo quando la squadra gioca bene.
Chissà che tifoso sarebbe stato considerato mio suocero, abbonato fin da ragazzo, quando con un abbonamento andavano in tre, alternandosi, perché non potevano permetterselo e che da adulto passava le domeniche pomeriggio a fissare lo schermo immobile di Telestense, sprofondato in poltrona, mentre la radiocronaca raccontava cosa stava accadendo al Mazza…
Ecco, ci manca solo che ci perdiamo in queste discussioni inutili che non fanno bene a nessuno. Penso invece sia un gran bel momento per la città e per tutta la gente che vuole bene a Ferrara e alla squadra.
Non cadiamo in questo gioco al massacro, non cadiamo in questo provincialismo che ci differenzia in senso negativo.
Chi ha giocato a calcio sa perfettamente cosa voglio dire, i giocatori in campo hanno bisogno di tutti noi… (i ragazzi han bisogno di noi).
La fila per acquistare quei pochi biglietti è un fatto straordinario e bellissimo, certo se ce ne fossero di più sarebbe meglio per tutti, ma  proviamo a pensare alla dirigenza che ogni partita guadagnerebbe più denaro da investire sul futuro della squadra…
Personalmente, da quando capisco di calcio non c’è mai stata domenica o sabato che non sapessi cosa aveva fatto la SPAL, quante volte mi sono visto le partite il lunedì su Telestense con la telecronaca del mitico Sovrani. Allo stadio andavo negli anni ‘90, ora la seguo per tv grazie alle televisioni a pagamento, ma non per questo mi sento un tifoso di serie B (e qui ho fatto una battuta).
La squadra gioca bene, il gruppo è meraviglioso, che bell’investimento per i Colombarini… per il presidente Mattioli niente di nuovo, ne ha viste di tutti i colori dalla terza categoria alla serie… non dico niente per scaramanzia, vedendolo cantare “a sen di grezz e di aldamar” ho capito di che pasta fosse fatto, trop valid. Mister Semplici oltre ad essere un grande allenatore sarà sicuramente un grande uomo, i portieri sono giovani e di grandi speranze, Meret è bravissimo ed è migliorato tantissimo nel corso della stagione, tanto da meritarsi la convocazione in Nazionale.
Ma ci pensiamo? Un giocatore della SPAL in nazionale?! Noi che fino a ieri con tutto il rispetto per Solbiate eravamo abituati a giocare contro la Solbiatese?
E poi Marchegiani che quando è stato e sarà chiamato in causa si farà trovare pronto, Poluzzi grande esperienza.
La difesa è forte, fanno fatica a farci goal: Giani, Vicari, Cremonesi, Gasparetto, Silvestri, Costa, Del Grosso, Beghetto che mi è sempre piaciuto da matti e Bonifazi, quest’ultimo a mio avviso giocatore fantastico, quando difende e riparte in quel modo mi viene in mente solo un altro grande, Franco Baresi.
Centrocampo solido e concreto senza tanti “pistazina”: Arini, Pontisso, Ghiglione, un grandissimo Schiattarella, a me piace molto Eros Schiavon, ma è soggettivo, poi Castagnetti, che sembrerebbe un pistazina, ma non lo è… passaggi calibrati sia orizzontali che verticali, gran recuperatore di palle, Lazzari di categoria superiore “stai con noiiiii” ed infine Luca Mora, bandiera e anima di questa squadra.
Attacco stellare, ditemi voi chi si può permettere un Antenucci / Floccari? Ma Zigoni e Finotto? Che potenza devono avere per entrare quasi sempre a partita cominciata e spesso e volentieri segnare e far segnare? Costantini non lo conosco, ma andrà a finire che giocherà anche lui e farà goal, sì, perché alla SPAL segnano tutti e se non segnano ma ci mettono il cuore gli vogliamo bene lo stesso.
Allora per concludere la chiacchierata lasciatemi e lasciateci tifare, gioire, tribolare e urlare a squarciagola… MAIAL se lo urlo…forza SPAL…forza SPAL…forza SPAL…

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi