lun 9 Gen 2017 - 2748 visite
Stampa

Cuccioli salvati, è caccia all’adozione

Centinaia di telefonate per portarsi a casa i cani di razza trovati nel bagagliaio di un'auto

foto-1Il centralino dei carabinieri suona senza sosta da un paio di giorni. Un’improvvisa raffica di segnalazioni? Decisamente no, sono tutte richieste di adozione per portarsi a casa uno dei 31 cuccioli trovati venerdì nel bagagliaio di un’auto.

La notizia della scoperta dei carabinieri di Comacchio e della stazione di Porto Garibaldi, che ha permesso di bloccare un traffico internazionale di cani di razza, ha fatto il giro della provincia e non solo. Nella sola mattinata di domenica sono giunte un centinaio di telefonate di richiesta presso il Comando dell’Arma comacchiese.

I carabinieri non nascondono la soddisfazione per l’esito dell’operazione e per la successiva gara di solidarietà, ma non spetta loro occuparsi dell’adottabilità dei piccoli animali. I cuccioli, tutti di età inferiore ai due mesi, sono attualmente ospitati al canile di Migliaro dove stanno seguendo la necessaria profilassi sanitaria.

Al termine di tutti gli accertamenti, la struttura municipale darà il via alle adozioni per i 31 cuccioli delle razze bulldog francese, cavalier king, maltese, bolognese, shitzu e boxer. I teneri amici a quattro zampe sono stati salvati durante un servizio sulla Romea, dove i carabinieri hanno fermato un’automobile sospetta guidata da un cittadino slovacco di 51 anni. Avvicinatisi alla vettura per il controllo, i militari hanno sentito i lamenti e il sommesso abbaiare dal baule dell’auto avente targa slovacca, ritrovando così i cani, peraltro sprovvisti anche delle necessarie certificazioni igienico-sanitarie. I cuccioli erano completamente infreddoliti ma per fortuna tutti vivi ed ora sono salvi, pronti per essere adottati al termine degli accertamenti veterinari.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi