mer 7 Dic 2016 - 403 visite
Stampa

Mutui online giovani: quali agevolazioni sono confermate per il 2017?

I dati del comparatore Mutuiperlacasa confermano la crescita delle domande di mutui da parte dei giovani registrata dalla centrale Eurisc, sebbene non senza difficoltà

mutui-casaNel grande universo di internet e dei finanziamenti in rete sta prendendo sempre più piede l’interesse per i mutui online per giovani. Già perché è proprio questa categoria, quella degli under 35, che è particolarmente a caccia sul web del mutuo a condizioni vantaggiose per comprare casa e metter su famiglia. Fare il grande passo, nonostante le agevolazioni confermate per il 2017, non sempre è facile.

Le banche aprono le porte ai giovani

Visto il trend in crescita di giovani che cercano e fanno richiesta dei mutui online, sono sempre più le banche che studiano soluzioni favorevoli proprio per gli under 35. In alcuni casi si tratta di alzare il loan to value (con proposte di mutui 100%), in altri di prevedere formule di rimborso preferenziali (mutui solo interessi). Non è un caso che anche lo Stato stia cercando di facilitare l’accesso ai mutui ai giovani con agevolazioni e bonus.

Agevolazioni mutui giovani 2017

Il Fondo di garanzia mutuo prima casa è stato confermato anche per il 2017. Cosa cambierà con la Legge di Bilancio 2017?

La buona notizia è che l’impianto centrale delle agevolazioni prima casa per i mutui giovani non sono state stravolte. Giovani coppie e under 35 anni single con un contratto di lavoro atipico hanno la possibilità di usufruire di una garanzia statale su 50% della quota capitale per l’acquisto di un immobile del valore inferiore a 250.000€. Restano esclusi gli immobili di lusso rientranti nelle categorie catastali A1, A8 e A9.

Nella Legge di Bilancio 2017 sono stati confermati anche bonus ristrutturazioni e riqualificazione energetica e bonus mobili. Nessun canale preferenziale però in quest’ultimo caso per i giovani, come avvenuto invece per il bonus mobili 2016. La copertura è stata confermata fino al 2021.

Il trend positivo, in generale per le domande di mutui e, più nello specifico sebbene in misura più contenuta anche per i giovani, è confermato dalla fonte EURISC (Sistema Crif di Informazioni Creditizie): vero è che la maggiore concentrazione di domande proviene da clienti nella fascia anagrafica compresa tra 35 e 44 anni (36 %) ma un buon 24,5% di richieste nei primi 10 mesi del 2016 ha riguardato chi non ha ancora compiuto 35 anni.

Stampa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi