sab 16 Ago 2014 - 3221 visite
Stampa

Miglietta, non sai cosa ti sei perso

Caro Criss Miglietta, cosa ti sei perso!!

Caro Criss Miglietta, cosa ti sei perso!!

E’ toccato anche alla Spal, e prima o poi probabilmente doveva accadere.

Doveva accadere che un giocatore cadesse nel tranello del calcio moderno, quello che non guarda ai colori, al senso di appartenenza, all’orgoglio spallino che egoisticamente – e a ragione – consideriamo diverso da quello di ogni altra squadra di calcio del nostro paese.

E’ successo al Giocatore, con la G: perchè designato per indossare la fascia di Capitano, perchè figura centrale nel nuovo progetto tecnico, perchè considerato figura di riferimento nel gruppo e possibile esempio da seguire per i più giovani. E’ successo a Crocefisso “Criss” Miglietta, 32 anni, centrocampista ex Ternana ed ottimo recente curriculum in serie B, l’acquisto forse più rappresentativo della campagna di rafforzamento e rinnovamento portata avanti dalla società nel corso della estate attualmente in corso.

Non mi sorprende la possibilità che un giocatore possa cambiare squadra per due volte nell’arco di un paio di mesi, cose già viste nel calcio degli ultimi anni.

Mi stupisce e delude, invece, che una possibilità simile si concretizzi a Ferrara e nella Spal, una realtà che certo non può vantare un recente passato di vittorie e trionfi, ma che proprio da un anno o poco più sta cercando di rilanciarsi, offrendo finalmente una gestione societaria impeccabile, persone serie ed appassionate al timone dei colori biancazzurri capaci in pochi mesi di riaccendere la fiamma della passione di una città che vive e sente la squadra di calcio quasi come un monumeto sacro – la statua del Savonarola con la sciarpa della Ovest immortalata lo scorso maggio in qualche scatto fotografico è l’immagine perfetta -.

Di Criss Miglietta si è detto e scritto tanto nell’ultima settimana, sui social network e anche nei commenti dei nostri lettori. Critiche, accuse, improperi sulla persona più che sul giocatore. Questo accade scegliendo di fare il professionista: il pubblico ed i tifosi sono giudice supremo, nel bene e nel male. Perchè la gente comune, molto spesso, rappresenta il sentimento più puro e genuino ed è la voce del cuore e dei sentimenti che parla, non quella della ragione. Ed è bello così, perchè il calcio oggi ha bisogno di cuore, di scelte controcorrente, di esempi positivi.

Non è compito del sottoscritto giudicare la persona Miglietta, che per altro al suo arrivo a Ferrara aveva impressionato positivamente per lo spirito e capacità di dialogo (anche se a frasi come “Ferrara vale una serie B”, “La Spal è una scelta di vita” bisognerebbe smettere di credere, almeno sino a quando queste non vengono supportate da fatti concreti). Dal punto di vista puramente professionistico, poi, per un 32enne il richiamo della serie B due mesi dopo averla lasciata, è in maniera legittima una possibilità che può far nascere dubbi e incertezze.

Ma qui siamo a Ferrara, alla Spal, e qualcosa cambia, volenti o nolenti. Il limite e la qualità allo stesso modo della mia città è quello di dare fiducia indistintamente, magari anche con quel senso di pessimismo cosmico sullo sfondo. E di reagire in maniera forte e drastica quando a questa fiducia si risponde voltando le spalle. Miglietta non è il primo e non sarà l’ultimo a finire nel mirino della Ovest, una Curva ormai divenuta matura e attenta, soprattutto ai comportamenti, ai gesti, alle qualità extra campo, dei suoi beniamini. I cori, piuttosto chiari ed eloquenti di venerdì sera, sono il segnale netto che il pubblico di fede biancazzurra non vuole e nemmeno ha bisogno di chi non è capace – per vari motivi – di sentirsi addosso, quasi come un tatuaggio, i colori e la causa spallina. Non vuole e nemmeno ha bisogno di silenzi e scelte, discutibilissimi, come quella di rifiutare una convocazione, quasi come a voler puntare i piedi.

Caro Criss Miglietta – mi permetto di darti del tu -, sarebbe bastato davvero poco. Sarebbe bastato fare un giro in prossimità degli spogliatoi del “Paolo Mazza”, e guardare le foto appese ai muri di uno stadio che trasuda storia in ogni angolo e su ogni gradone. Sarebbe bastato sapere che ci sono stati giocatori che hanno indossato quella fascia prima di te, e che tanto per citare i primi di una lunghissima lista, hanno i nomi di Lucio Mongardi e Beppe Brescia, anche loro centrocampisti. Professionisti, atleti, uomini che la gente ricorda con gli occhi lucidi di emozione. Sarebbe bastato guardare la passione con cui il tuo Presidente vive ogni suo giorno di vita spallina. La stessa passione ferita che oggi lo spinge a minacciare un deferimento nei tuoi confronti o di tenerti in tribuna con lui per il resto della stagione. Non lo farà, Walter Mattioli, perchè è un uomo buono, puro e genuino, e cercherà di assecondare la tua volontà, senza però farti un trattamento di favore – e mancherebbe altro! -.

Sarebbe bastato aprire qualche video di youtube, e senza per forza cercare le immagini dei meravigliosi anni 90, riguardare la festa dello scorso maggio, i cinquemila per l’ultima partita casalinga della stagione in C2 -o Seconda Divisione, che dir si voglia – contro il Bellaria. Altro che Novara e altro che serie B, in Piemonte numeri così non li fanno da anni.

E se proprio vogliamo scomodare gli anni 90, sarebbe bastato fare due chiacchiere con Giorgio Zamuner – pure lui un centrocampista -, che a Ferrara si è talmente legato da scegliere di viverci, e chiedergli cosa possa significare infilare il pallone nel sette con la maglia biancazzurra addosso in un derby contro il Bologna e sotto la Curva rossoblù.

E se anche tutte queste cose non fossero state abbastanza, sarebbe forse stato meglio mettersi prima davanti ai tuoi dirigenti poi alla stampa o alla tv cittadina e, con grande onestà dire: “Ferrara, grazie comunque, mi avete dato una bella possibilità ma la serie B oggi è un treno che non posso perdere, anche se qui ci avrei potuto provare con Voi”. La gente forse non lo avrebbe condiviso, ma lo avrebbe forse apprezzato. E invece nei tempi del “social” ci troviamo ad avere a che fare con comunicati stampa di una pagina facebook e di un non ben precisato staff che pubblica parole non attribuibili al giocatore ma a “persone a lui vicine”. Scelta sbagliatissima.

Ci si sarebbe salutati con una stretta di mano, e avanti ciascuno per la propria strada. E prima di salutare, sarebbe bastato incontrare Davide Marchini e soprattutto Edo Braiati – un mio amico, non lo nego -, e farsi raccontare cosa vuol dire crescere nelle giovanili di questa squadra, farsi tanta serie B e poi decidere di tornare nella propria città, nel momento storico peggiore della Spal – in serie D – e guadagnarsi la fiducia e il rispetto della gente, nonostante un ottavo posto nei dilettanti. E a Edo Braiati chiedere quanto comunque può valere festeggiare a Ferrara come accaduto lo scorso anno, nonostante una manciata di presenze nel corso di una stagione intera.

Arrivederci Cris Miglietta. Non sai cosa ti sei perso.

Stampa
  • M

    Unica cosa sbagliata: la parola arrivederci! A mai più principino!

  • Pippo

    Il signor Miglietta ha 32 anni e forse è convinto che la “verginità morale” non sia più un elemento che contraddistingue gli Uomini seri dai piccoli ometti. Io credo che, soprattutto da uomini maturi, dare la parola e poi sottoscrivere un contratto sia qualche cosa di importante e da rispettare. Per Lui forse questo non lo è. E mi vien da pensare non lo sia neanche per il suo “piccolo” procuratore. Se poi avesse ripensato e si fosse convinto di aver sottoscritto un contratto non giusto credo che da persona seria, ma anche furba, avrebbe dovuto fare il possibile per trovare una strada meno chiassosa di quella utilizzata. Mi domando infine chi ripagherà la SPAL per la preparazione gratuita ed anche remunerata offerta a questo signore? In sintesi, se questo è l’uomo, la SPAL non ha perso niente. E lui avrà da pentirsi. Garantito. Forza SPAL

  • Orgoglioso

    Si è fatto anche molta pubblicitá, Andrea Cattoli, il suo procuratore. Qualcuno sa se ha altri giocatori nella Spal?

  • ruud krol

    ma si……che se ne vada, in fondo non è Maradona…

  • Crocifiggiamolo

    Quand’é il prossimo allenamento della Spal?
    Vado a contestare Miglietta e a incitare la squadra.
    D’altronde come fai a dire di NO al Novara?!? NOVARA! Mannaggia a te Migliaccione!
    Come cavolo fai a preferire una squadra che in B fa 2000 abbonati?!?! 

  • Este

    Bellissimo pezzo Fede, purtroppo inutile però, perchè non credo che il principino sia in grado di leggere nè, tantomeno, di scrivere, visto che non è stato nemmeno capace di farlo sul suo profilo Social, lasciando al suo STAFF (‘sti capperi!!!) tale ingrato compito.
    Io giuro che non vedo l’ora di incontrare il novara con lui in campo. si metterà a piangere quel giorno, majal se lo farà…

  • Ennio

    Va bene essere buoni ma mi auguro che Mattioli non sia un [ingenuo]! Perso per perso io lo faccio allenare, allenare, allenare e poi slla domenica mentre i suoi compagni giocano la partita lui dovra’ allenarsi. A meno che’ il Novara non dia alla Spal una cifra che le permetta di sostituire il giocatore con uno migliore! 
    Va bene essere buoni ma non facciamoci prendere in giro!

  • franco

    il CHICCO e’ germogliato!! su miglietta non mi esprimo: sai come la penso. mi esprimo sulle tue capacita’ di comunicare idee e trasmettere emozioni. e ne sono orgoglioso.

  • loris

    miglietta chi ?…….ma da dove viene questo fenomeno ?…ma che vada a rompere i cabasisi da un’altra parte !…..

  • primo

    che vada ad indossare la miglietta del novara…..per quella spallina servono gli attributi e soprattutto onesta’ che lui non ha!!!! questo e’ un calciatore viziato e la societa’ purtroppo ci ha visto male fin dall’inizio,ora si spera in un valido sostituto.tutta questa vicenda puo’ diventare un alibi per tutti,allenatore compreso. speriamo non lo diventi,la tifoseria spallina non lo meriterebbe!!!

  • Antiriad_74

    Ancora gente che spende soldi per andare allo stadio?..stendiamo un velo pietoso

  • Mister X

    Complimenti sei riuscito ad emozionarmi.  Forse una bella seduta di giocatori, allenatore e società davanti ad una Tv, a guardarsi SPAL-Vicenza 3-1 (coreografia e partita) farebbero capire cosa c’è in nuce in questa città

  • orefizio

    sono tutti dei miglietta. provate a tenere i giocatori a 1000 euro al mese e poi guardate quanti ne rimangono. la dmenga ande’ al cinema. SENTO ODORE DI SERIE D 

  • ruud krol

    @ antiriad74_ : ancora gente che, per manie di protagonismo, scrive su ciò che non gli interessa pur di scrivere qualcosa……stendiamo un velo pietoso..

  • bingo bongo

    Antiriad74 te i tuoi soldi come li spendi?

  • Este

    @Antiriad_74. Premesso che i soldi li spendo un po’ come mi pare ti consiglierei, piuttosto, di risparmiare i tuoi per farti qualche bel viaggio che possa aprirti la mente (anche qualcos’altro… ma non posso scriverlo). Persone come te, di così limitata visione del mondo, non ne abbiamo davvero bisogno. Ma cosa ne sai? ma cosa, soprattutto vuoi? perchè, invece di fare il fenomeno da tastiera non vieni a dircelo in faccia direttamente allo stadio? non è una minaccia, è proprio un invito perchè sono curioso di vedere quale faccia può partorire simili e profondi pensieri. […]…

  • Antiriad_74

    Mister x, non hai capito ovviamente,io non darei 1cent al calcio ne allo stadio ne tanto meno in tv,chi li fa’ ancora e’ un po da compatire

  • Antiriad_74

    Compassione profonda

  • uno_qualunque

    @Antiriad_74 Senti ma chi sei tu da giudicare chi va allo stadio?. Le passioni sono passioni. Ognuno ha le sue e chi non rispetta quelle degli altri non è certo rispettoso del prossimo.

  • Marco

    @antiriad
    Un po la penso come te, ma questa é Spal, é Polisportiva, é Arte, é Lavoro, é Passione tutta ferrarese.
    Non é Milan, non é Balotelli, non é Mediaset Premium, non é Thohir, non é Moggi e via all’infinito….
    É Spal, c’é una bella differenza, quella che forse ti sfugge…
    Io vorrei che quelli come te venissero allo stadio per provare a capire

  • Antiriad_74

    @marco io ci ho giocato e conosco l’ambiente ecco perche’parlo cosi’

  • Etero

    @antiriad
    Bene e adesso che lo sappiamo?? Non ho capito il senso perdonami…anch io ci ho giocato tra l’altro, ma non capisco…
    Io trovo molto piú disgustosi altri ambienti, almeno per esperienze personali…tipo gli ambienti di lavoro, quelli scolastici tempo fa ecc…
    In confronto a questi, l’ambiente calcistico e soprattutto la Spal erano e sono un Paradiso.

  • Il Grande Lucio

    Antiriad_74, ci ho giocato? Ma in quale versione spallina hai giocato? In quella di Butelli, in quella di Pagliuso/Benasciutti o solo in quella di Benasciutti? Sono tutte tutte gestioni differenti con in comune solo il colore della maglia (eppoi anche qui bisognerebbe aprire un dibattito sul quell’orrenda maglietta stile argentina gestione Pagliuso). Penso che tu non abbia giocato in quella del Cav. Mazza, nè in quelle targate Donigaglia o tantomano Colombartini/Mattioli. Vieni a vedere, ne vale la pena…sempre!!!
    orefizio, io non sarei certo di quello che tu scrivi, forse sei rimasto indietro di un paio di anni. Pensi che il Novara offra molto di più a Miglietta? Una società squattrinata che in 3 anni è scesa dalla Serie A alla LegaPro, fatti qualche domanda e scrivici una risposta.
    Per la Serie D, Porto Tolle è relativamente vicina se vuoi ti puoi accomodare…..

  • Ciù

    la fat ben, questa le na busa,
    na palude che la t’inghiutis e at’fadighi a respirar.

  • Spurchiz

    Serie B, i criteri per l’integrazione della 22ª squadra bocciano il Novara

    Ah ah ah ah ah

    E ora caro miglietta ???????

  • michele

    credo che miglietta convenga andare altrove indipendentemente dal novara

  • Antiriad_74

    Hai fatto bene Miglietta, la Ferrara calcistica è ormai fallimentare da anni e il calcio lo conosci molto meglio tu di tutti i Ferraresi insieme, sempre piu’ chiusi mentalmente(calcisticamente parlando)
    Se non fosse stato per la Giacomense la SSSpal sarebbe in eccelenza e allora tutta sta gente che fa proclami non ce ne sarebbe stato uno che sarebbe andato a vedere la SSSpalMense..

  • Ditemi la veritá

    Ammazza oh Anti@, ma chettanno fatto alla Spal anni fa?!?Butelli ti ha sedotto e abbandonato?

  • marco

    Antired 74

    Senza offesa e col massimo rispetto… leggo estense.com da un pò ma i tuoi commenti, su qualsiasi tema spiccano più degli altri.. ma… qualè il tuo disagio???

  • luca

    antiriad esci un po’ di casa,fai un giro,vai a vedere gli scavi,vai all’iper magari ti passa tutto questo astio.

  • Antiriad_74

    Io dico solo la verità mi dispiace non sono in file tra gli illusi ma bensi’ tra i lungimiranti…
    Lontano dalle pochezze del mondo calcistico e dal bieco e immobile provincialismo dei Ferraresi “Spallini” poco aperti al mondo che c’e’ fuori dalle mura di Ferrara

  • Orefizio

    @ il grande lucio . belo mi senza la spal a magn listes . non sono come te che vivi del nulla , tra l’ altro tifi una delle squadre piu sfigate del panorama calcistico italiano . se questa la chiami passioni at po andar a let e cuaciarat ben ti lucio e flavio. mo le ancora ora cat va a laurar ? fus par mi gniristi chi da mi a rumar la tera a pura bietula. […]

  • Orefizio

    scerie d !!!!!

  • este

    @antiriad. Ora basta, sei davvero pesante e insopportabile. direi che l’unico che ha la mente chiusa (e non solo sportivamente parlando) quello sei proprio tu. Personalmente, avendo vissuto in 5 diverse nazioni, ritengo che l’amore e l’affetto così viscerale che Ferrara ha per la proria squadra abbia riscontro solo in alcuni posti in inghilterra (direi più in scozia[…]). Detto questo, fare previsioni catastrofiche su quello che verrà è un esercizio di stile molto scorretto ma allo stesso tempo molto facile. E’ un po’ come dire che, prima o poi, l’universo collasserà, che non ci sono più le mezze stagioni e che da qui al 2025 forse un giorno o due di neve verranno anche a Ferrara. sei astioso, rancoroso e soprattutto fastidioso, vorrei non leggere più tuoi commenti […] su un argomento che, invece, interessa parecchi. non hai niente da dire, quindi fatti una sporta di cavoli tuoi e taci.

  • Antiriad_74

    Hai fatto bene Miglietta, la Ferrara calcistica è ormai fallimentare da anni e il calcio lo conosci molto meglio tu di tutti i Ferraresi insieme, sempre piu’ chiusi mentalmente(calcisticamente parlando)
    Se non fosse stato per la Giacomense la SSSpal sarebbe in eccelenza e allora tutta sta gente che fa proclami non ce ne sarebbe stato uno che sarebbe andato a vedere la SSSpalMense…

  • Spallino

    @ i gufi che augurano la serie D
    Da appassionato, personalmente, se anche fosse, continuerei a seguire la Spal: non capisco proprio questi tentativi di provocazione… mah…
    Spiace vedere che c’è chi provoca per il gusto di farlo…! Personalmente non lo farei mai, ritengo che oltretutto a provocare (così come odiare) si faccia anche della fatica, perciò… mi sembra davvero tempo buttato.
    Ah: oltretutto per provocare bisogna saperlo fare e riuscirci (storicamente c’è chi ne ha fatto una professione, molto ben remunerata) e non fare figure, in questo caso sì, da dilettanti.

  • Antiriad_74

    @Orefizio N.1

  • Il Grande Lucio

    Orefizio, quello che scrivi si commenta da se. Non si può dire che tu abbia fatto le scuole alte, ma forse hai fatto altre scuole.
    Le passioni sono fatte per essere coltivate, tu continua a zappare…
    Stammi bene….

  • Antiriad_74

    parlate a me di rispetto per gli altri e di educazione, quando sappiamo tutti che in Italia e Ferrara allo stadio vanno persone che sfogano le proprie frustrazioni private in cattiverie parolacce contro avversari arbitro e pubblico oscpite, per non parlare delle violenze tra “tifoserie” anche a Ferrara(vorrei ricordare la povera Solange i fatti di Trieste et. etc)
    Questo è quello che voi chiamate “sport” e che con il vostro interesse alimentate, io che sono un vero sportivo non concedo neanche 1 cent a questa roba, ne dalla tv ne tanto meno allo stadio.
    Finche l’interesse dalla gente sarà verso questa roba non si andrà mai da nessuna parte.
    Mi dispiace ma i complimenti me li faccio da solo e li merito tutti, sinceri.
    Firmato:
    una persona coerente

  • Orefizio

    @ il grande lucio. tu sei quello degli spallinati  CHE AVETE PORTATO BUTELLI A FERRARA CACCIANDO TOMASI . VAI A RILEGGERTI I TUOI POST QUANDO IDOLATRAVI BUTELLI. SAREBBE MEGLIO CHE TI VERGOGNASSI UN PO . TI MERITI LA SQUADRA CHE HAI […]. SERIE D SERIE D SERIE D. SALUTAMI BUTELLI E TUTTI GLI SPALLINATI CHE HANNO SPIANATO LA STRADA AL MENEGHINO DI LUCCA.

  • Orefizio

    @ ANTIRIAD 74. COSA CENTRA TRIESTE E QUELLA CHE SI CHIAMA LUNANG ????? VA A LET ANCA TI E CUACIAT. PERCHE NON DIVENTI SEMINARISTA E POI RACCOGLI QUELLO CHE HAI SEMINATO ???? DLA GRAN BIETULA E DIL PATAC SENZA PEL. CUACIAT E SMISIAT QUAND A VIEN MI A CIAMARAT

  • piero-fe1

    @Anti ecc.. , solo una precisazione: visto che riguardo alle “violenze tra tifoserie” citi i fatti di Trieste e di Solange, vatti a rileggere gli articoli per renderti conto di come VERAMENTE sono andate le cose (io c’ero); forse hai la memoria corta, ma queste sono proprio citazioni a sproposito.

  • domenico

    Grazie, lo immaginavo

  • Andrea

    Antiriad ma cosa ne sai tu dei fatti di Trieste….sta zit par piaser e va a let cle tardi par i putin ac me ti.

  • Este

    Antiriad e Orefizio. Beh Antiriad stimati pure da solo ma intanto, comincia a studiare un po’ di grammatica perchè ne hai davvero bisogno.
    Orefizio direi che ti commenti da solo: gli spallinati non hanno fatto proprio un bel niente: Butelli è arrivato a Ferrara su richiesta di altre persone e, quanto alla cacciata di Tomasi, si tratta di un’iniziativa di Curva Ovest Ferrara (ma se non sai le cose almeno stai zitto o vieni allo stadio che cerco di spiegartele…)

  • Antiriad_74

    @Este vado allo stadio a studiare la grammatica che è un luogo pieno di cultura

  • Orefizio

    @ este. scolta , butelli e’ venuto grazie agli spallinati , VATTI A LEGGERE I POST CHE ESISTONO ANCORA IN RETE. GLI SPALLINATI PENDEVANO DALLE LABBRA DI BUTELLI. POI PUOI RACCONTARE TUTTE LE PALLE CHE VUOI PER NASCONDERTI DIETRO UN FILO. PARLA CON ANTI COSI TI DICE DOVE MI PUOI TROVARE COSI LE COSE TE LE SPIEGO DI PERSONA. 

  • Romanista

    Più rispondiamo a Antiriad_74 più prende forza…soffre di mania di grandezza: spara sentenze, giudica…forse si sente dio…ma lasciamolo stare nella sua triste vita… Forza Roma

  • Desafinado

    @Antiriad_74 perché vorresti togliere la Spal a quei pochi che ancora ci credono? In questa città dove poco funziona e quel poco va pure a rilento lascia a questa buona gente la soddisfazione di credere che il passato della Spal conti ancora qualcosa. Questo li fa sentire bene. In questa città tutto si perde lavoro sanità benessere e qualità della vita. Le (poche) vittorie della Spal riempiono il cuore di chi non ha altri motivi per esultare quindi lasciali tranquilli nel loro sogno illusorio di riscatto dalle sconfitte che la città regala loro.    

  • Antiriad_74

    @Desafinado…. finalmente qualcuno di buon senso che ha capito cosa voglio dire con le mie critiche

  • Antiriad_74

    @Romanista guarda di Roma salvo solo i monumenti, per il resto raserei tutto al suolo, palla al piede di un Italia del nord che lavora

  • bingo bongo

    Orefizio hai ragione,spallinati collusi con butelli,anzi aggiungo di più,colpa deli spallinati se dal 68 non vediamo la serie a!!

  • Rick

    @Antiriad_74 bravo, ha raccolto perfettamente la mia provocazione, io disintegrerei le persone saccenti che pensano di conoscere ogni cosa…si si, persone proprio come lei che giudicano tutto e tutti ma non riescono a fare “8 con un bicchiere”…
    ah per la cronaca io sono della provincia autonoma di Trento, probabilmente ora dirà che raderebbe al suolo anche Trento e tutti i Crucchi… Questa è la sua Intelligenza…

  • perplesso

    @Andrea
    Ma che lingua parli: forse dialetto dell’entroterra montenegrino ?
    Di certo non è dialetto ferrarese !

  • este

    @orefizio. Allora se vieni allo stadio sei ancora più indifendibile. Butelli venne perché portato da Gessi e non certo perché chiamato dai tifosi che nemmeno conoscevano l’esistenza del mostro di Porretta
     Poi, come tutti compreso Tomaso all’inizio, gli si è data fiducia incondizionata, non c’era motivo di dubitare di lui. Ma tu forse, genio dei geni, sapevi già con chi avevi a che fare?? Classico ferrarese frustrato che giudica gli altri prima di se stesso. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi