Un selfie con Gramsci

AAA cercasi partito, movimento politico e sigla sindacale che rappresenti disoccupati, operai e lavoratori sfruttati, perché siamo alla frutta.
Faccio una proposta al sindacato, la cosiddetta parte sociale, quest’anno invece del solito “autunno caldo”, facciamo “l’inverno caldo”così risparmiamo il riscaldamento, oppure “l’estate fredda” così risparmiamo il condizionatore.
La classe politica e il sindacato dovrebbero essere al servizio delle persone, difendere la dignità dei pensionati, dei disoccupati, dei lavoratori e delle lavoratrici.
I partiti e i sindacati dovrebbero saper coinvolgere ogni singolo individuo, ma questo non accade: perché? proviamo allora ad immergerci in questo meraviglioso viaggio per conoscere più profondamente di cosa stiamo parlando.
Parliamo di Partito Democratico ? Ok, analizziamo bene…
Partecipano alla marcia per la pace Perugia-Assisi e autorizzano missioni militari.
Governano con le destre e si iscrivono all’A.N.P.I.
Si proclamano il partito dei lavoratori e non aderiscono mai ufficialmente alle manifestazioni dei metalmeccanici.
Vogliono le quote rosa e riservano alle donne solo incarichi di rappresentanza.
“Il Pd è il male di questo paese, ma crede di essere la cura”.
Che dire dei pentastellati? Hanno belle idee, si mostrano attenti ai veri problemi dei cittadini, però sempre e solo col pensiero rivolto alle remunerazioni di questo o quel parlamentare. La politica deve essere altro, per non parlare dell’alleanza in campo europeo con l’estrema destra di Farage.
Il partito di Forza Italia, anche solo per il nome, sembra una sputtanata alle gesta di atleti, calciatori e tifosi che vogliono esprimere il proprio consenso nei confronti di una nazione che concorre in qualche gara sportiva.
Nel N.C.D (Nuovo centro destra) vedo un problema di coerenza:  se fossero davvero di destra non governerebbero con partiti che si proclamano di centro sinistra… Poi vabbeh… se questa è sinistra io sono Marchionne.
La Lega Nord che fa campagna elettorale con ” basta clandestini e fuori dall’euro”: troppo facile parlare allo stomaco e alle paure, sappiamo bene che non basta essere contro temi così complicati per essere credibili.
SEL, che dovrebbe essere attenta alle problematiche dei lavoratori e delle lavoratrici,  si spacca sulla lista Tsipras, unica vera opportunità di sinistra in questo paese.
Rifondazione Comunista, il partito che appoggio, ridotto al fantasma di quello che era solo qualche anno fa, a causa di scelte disgraziate di dirigenti senza rispetto per la propria base ed il proprio elettorato.
Di liste civiche ne ho abbastanza, penso sempre che non abbiano né capo e né coda, si formano solo ed esclusivamente sotto elezioni, per avere qualche ruolo di potere.
Attraversiamo una crisi profonda, che é oltre che economica valoriale: manca la rappresentanza per gli ultimi, per i più deboli, per chi non ce la fa, per i disperati. Non voglio credere che possa durare a lungo questo continuare a vivere come se niente fosse da parte di tutta la classe politica e sindacale.
Vogliamo parlare di Uilm e di Angeletti? Di Cisl e di Bonanni? Di Ugl e di Centrella? O di Cgil e di Camusso?
No grazie, parliamo di persone, di diritti e di doveri e non di caste.
In una società sana il parlamentare o il sindacalista sono delle persone normali che stanno lavorando per noi, invece diventano dei divi. Mi dispiace e provo compassione nel vedere i tanti che subiscono il  fascino del potere e trattano il politico o il sindacalista di turno in modo reverenziale e compiacente. Si sprecano selfie con questo o quel deputato, senatore o dirigente sindacale, e anche a livello locale non si scherza affatto: nell’ultima campagna elettorale ho visto gente andare in chiesa a pregare chissà quale Dio, dato che non erano mai andati prima, ed essere presenti a qualunque evento che portasse voti per se o per il proprio partito. Una pena totale.
Allora che facciamo?  Ragioniamo con la nostra testa e continuiamo la nostra lotta: la strada è lunga, la strada è in salita, ma vorrei essere e dovremmo essere come uno scalatore che vuole arrivare in cima.
Gramsci voleva un rinnovamento della società, e dedicò la sua vita a questo scopo. Ma sapeva bene che per fare una rivoluzione, o anche semplicemente una riforma, non basta prendere il potere; e che anzi il potere è proprio ciò che resiste a ogni modifica. Per cambiare il mondo occorre che il cambiamento in sé sia gratificante, che diventi un atteggiamento morale, non un obiettivo ideologico: “Quando si riesce a introdurre una nuova morale conforme a una nuova concezione del mondo, si finisce con l’introdurre anche tale concezione”.
Lottiamo per le cause in cui crediamo, basta un piccolo gesto ogni giorno e possiamo farcela, questa è la strada che porta alla realizzazione pratica delle nostre idee, per tutti i lavoratori e i senza lavoro che mai come ora hanno bisogno di essere rappresentati da un nuovo soggetto politico che difenda, una volta e per sempre, tutti gli esseri umani.

 

30 Commenti in: “Un selfie con Gramsci”


  • Allibito ha scritto il 23 July 2014 alle 16:44

    Quanta demagogia, quanta superficialità. Si esprimono pubblicamente  giudizi  sommari senza distinguere tra nulla e nessuno.Fare l’opinionista significa analizzare approfondire distinguere. Troppo facile sparare su tutto e tutti. Il mondo , la società il lavoro sono luoghi e situazioni  molto più complesse di come si vogliono descrivere.
    Purtroppo noto che  sempre più avanza la pancia, anche da parte di chi crede di usare la ragione e non si accorge che il peggiore dei populisti demagoghi e qualunquisti.
    Ognun al so mestier….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 16

  • Allibito ha scritto il 23 July 2014 alle 16:46

    Aggiungo, per favore non scomodiamo personaggi come Gramsci per avere solo un pò di visibilità……

    Commento molto apprezzato! Thumb up 16

  • Marghe ha scritto il 23 July 2014 alle 16:53

    Più che sovversivo mi sembri un idealista… In ogni caso sono con te.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • Roberto Guerra ha scritto il 23 July 2014 alle 18:04

    Egregio guarda che Gramsci selfie a Ferrara qualcuno l’ha già fatto, lavoro presentato alla Biblioteca Gramsciana di Ales (luogo natale di Gramsci) ecc.  Ma stranamente ignorato proprio dalla intellighenzia rossa locale (Istituti Gramsci inclusi) arroccata in certa vulgata e ancora ideologismo. Dinamiche che francamente, al di là di certo pregevole suo utopismo, mi pare (ma in poche righe forse mi sbaglio io) attraversino anche il suo Selfie. Qualcuno ha detto che Gramsci attende ancora di essere storicizzato… vero ma in tal caso certe retoriche lotta di classe partito dei lavoratori ecc. nel duemila  sfociano finalmente in scenari sorprendenti. E qua a Ferrara, ovattata, gli esiti sarebbero solo o quasi rottamazione totale.  Vedi link   (se vuoi ti invio il PDF del mio Gramsci e il 2000, La Carmelina, 2013, nel web molte info, chiedi a redaz. La mia mail). Cordiali Saluti http://www.iltempolastoria.it/recensioni/gramsci-il-futurismo-il-web-i-limiti-della-politica-e-dellaccademia-ri

    Thumb up 6

  • marfisa ha scritto il 23 July 2014 alle 18:42

    http://www.youtube.com/watch?v=1HA5dNH3AVE

    non so perchè ma rifondazione comunista mi fa sempre pensare a questa canzone…

    Thumb up 3

  • Si salvi chi può ha scritto il 23 July 2014 alle 18:43

    Ma ancora cercate una sinistra che difenda i lavoratori i disoccupati ecc. ecc. non c’è, semplicemente non esiste e non è mai esistita quando serve si adegua al sistema e basta, la sinistra in tutto il mondo, i lavoratori li ha sempre sodomizzati, chiedete ai cittadini della repubblica popolare cinese,governata dal PCC ( partito comunista cinese), sfruttati come i cani, senza diritti e.. silenzio,altro che fascismo, ed è la stessa ideologia di Gramsci. 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 11

  • Michele ha scritto il 23 July 2014 alle 21:22

    Signor Faccini, anche lei come tutti i sinistoidi, è solo capace di puntare il dito verso tutti, Voi di rifondazione comunista siete i migliori, gli unici …. in via d’estinzione !!! Si faccia un bel bagno di umiltà ed inizi a proporre soluzioni con progetti, troppo facile criticare e non agire…… Ci dica, oltre che a scrivere qui in estense.com ogni tanto, con tutte le sue critiche, cosa sta facendo per portare avanti i sui ideali? NULLA ma solo chiacchere da comari! Vuole un consiglio? si stacci dal suo partito che ormai è defunto, e fondi il suo partito, il partito del criticare, parlare e NON FARE !!! Nelle ultime elezioni avete appoggiato il pd che ora tanto criticate….avete riconosciuto l’errore dopo aver ricevuto il ben servito… e ora che fate? nulla! ve la siete defilata e così il pd ha vinto ancora una volta schiacciandovi, e lei incassa scrivendo lettere da dal contnuto ZERO ! Fatti signor Faccini ci faccai devere i fatti e non queste chiacchere inutili da bar.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • Nicola F. ha scritto il 24 July 2014 alle 0:34

    Se fossi il PD sarei molto arrabbiato… E infatti… Faccio il sovversivo però…  dice solo cose vere… Ahahahahah… Grande Faccioooooooooo !!! 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • Pape ha scritto il 24 July 2014 alle 4:50

    @allibito: SEI TU CHE FAI DEMAGOGIA, COME TUTTI QUELLI CHE PARLANO PARLANO PARLANO E NON DICON NIENTE! SIAMO STUFI DI AVERE UNA CLASSE POLITICA CHE È IN VERITÀ UNA CASTA DI INTOCCABILI, UN SINDACATO CHE HA PERSO LA FORZA DI LOTTARE PERCHÈ CHI LO GESTISCE FA LE FERIE A PORTO CERVO, UN PARTITO DEMOCRATICO DI BIGOTTI E CAMICINE STIRATE COME I SORRISINI DI RENZI, UN VECCHIO OTTUAGENARIO CHE VIENE ASSOLTO DOPO I BUNGA BUNGA CON LE MINORENNI E TORNA A COMANDARE COME SE NIENTE FOSSE! BASTA!!! NE ABBIAM PIENE LE TASCHE DI QUESTE INGIUSTIZIE, MENTRE IL NOSTRO PORTAFOGLIO SI SVUOTA PER PAGARE TASSE, BALZELLI, PERMESSI E MULTE SEMPRE NUOVE! SE QUESTO È IL PRESENTE IL FUTURO CHE CI ASPETTA ASSOMIGLIA SEMPRE PIÙ AL MEDIOEVO!!! VAMOLÀ!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • Claudia ha scritto il 24 July 2014 alle 10:12

    Mi pare che molti dei commenti qui non centrino il punto, fermandosi al fatto che chi scrive dichiara di essere di sinistra. Ho riletto un paio di volte e non ho trovato elogi a Rifondazione, ad esempio, anzi… In realtà mi trovo d’accordo con questo che é uno sfogo, amaro, sulla situazione attuale e sul distacco della politica e dei sindacati dalla base e dalla vita vera. 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 15

  • Fiamma ha scritto il 24 July 2014 alle 15:38

    Io Faccio son d’accordo con te.E ho l’amaro in bocca

    Commento molto apprezzato! Thumb up 11

  • Blondie ha scritto il 24 July 2014 alle 17:21

    Non capisco dove si cerchi il partito, il sindacato, la soluzione…quando le persone, tu in questo caso, sei il primo ad aspettar che altri facciano. La critica va bene, ma poi si va oltre. In fabbrica il sindacato non funziona? Ma chi è che lo segue? Il sindacato esiste se il lavoratore ha una coerenza e una coscenza. Facile rivolgersi solo nel momento del bisogno. I partiti, i governanti? Con un governo, non il primo, non votato dal popolo, di chi è la colpa? E poi no. Il populismo e la demagogia che leggo non ha nulla a che fare con gli ideali. No Faccio, stavolta non sono con te. So che te ne farai una ragione, come una ragione mi son fatta io dalle tue troppe assenze in piazza. Frequenti troppo PD che ha bisogno di studiare. Prova a far proselitismo, invece che cader nella loro rete

    Thumb up 2

  • Ludovico Guzzinati ha scritto il 24 July 2014 alle 17:31

    Egr. Sig. Faccini, anche se politicamente molto lontano dalle Sue idee, leggo sempre volentieri i Suoi interventi.
    Se ho capito bene il Suo ragionamento, è arrivato il momento di tornare alla base, di liberarsi di tutte quelle sovrastrutture che, chi più o chi meno, hanno fallito e di rapportarsi direttamente con le persone in quanto individui pensanti e con emozioni. E’ così?
    Fatta questa premessa e riferendomi ai “piccoli gesti di ogni giorno” da Lei citati, perché non si fa promotore di una lettera aperta di solidarietà ai dipendenti di AST?
    CONTINUA

    Thumb up 5

  • Ludovico Guzzinati ha scritto il 24 July 2014 alle 17:31

    Oggi in quella Azienda sta succedendo ciò che è capitato nella Sua poco più di un anno fa: e non parlo solo di esuberi, di ottimizzazione di costi e di tutto ciò che arriva ufficialmente in superficie, ma mi riferisco alla dignità calpestata giornalmente, alla mancanza di rispetto, alle umiliazioni che avete subito e che ora subiscono i ternani.
    E seguendo il Suo pensiero, deve essere una lettera apartitica, senza bandiere o sigle sindacali, una lettera scritta da dipendenti (operai e impiegati!) ThyssenKrupp/BERCO a dipendenti ThyssenKrupp/AST, da individui pensanti e con emozioni a loro simili.
    E anche se potrà servire a poco o a niente durante i prossimi incontri al MISE, in UNINDUSTRIA o in qualunque altro tavolo di trattativa, penso che la solidarietà di colleghi a 350 km di distanza sarebbe di gran conforto ai dipendenti di AST.

    Thumb up 6

  • Allibito ha scritto il 24 July 2014 alle 17:39

    Pape ,sono stufo anche io di chi scrive scrive e scrive. Proviamo anzichè scrivere proporre , lottare, essere coerenti fare ciò che si dice e dire ciò che si fa. Concordo con te che che c’è una casta in questo paese di intoccabili. Non concordo però sul modo di fare di tutta l’erba un fascio. Mi sembra che proprio un anno fa in una brutta storia che coinvolgeva una grande fabbrica di Copparo, la Berco, sindacati, politica , istituzioni e popolazione ( anche se non tutta )hanno insieme lottato per qualcosa. Allora la critica va bene ed è giusta se costruttiva. Criticare per distruggere non va bene. Forse dovremo fare tutti un pò meno demagogia ed essere rivoluzionari da scrivania.Io ero in piazza per chiedere lo stop dei bombardamenti israeliani sulla palestina.Quanti di coloro che  scrivono che serve un mondo migliore c’era? Ci vuole coerenza e militanza.I peggiori non sono sempre gli altri, partiamo da noi stessi e vediamo  cosa noi realmente facciamo per cambiare lo stato delle cose

    Thumb up 4

  • Allibito ha scritto il 24 July 2014 alle 17:46

    Marx diceva : Chiamiamo Comunismo il movimento reale che abboliscie lo stato di cose presenti.

    Appunto movimento reale non da scrivania……

    Thumb up 1

  • Allibito ha scritto il 24 July 2014 alle 17:48

    Pape aggiungo una frase di Marx : Chiamiamo Comunismo il movimento reale che abboliscie lo stato di cose presenti.

    Appunto movimento reale non da scrivania……

    Thumb up 2

  • Rifondarolo ha scritto il 24 July 2014 alle 20:24

    Per dovere di cronaca: Faccini é uno che si é speso in prima persona tramite diverse iniziative sindacali e politiche e che é sempre stato presente nelle vertenze, non in ruoli di rappresentanza, ma attivi. Sta anche tentando di organizzare, con alcuni colleghi, una trasferta a Terni per portare solidarietà. Non é un eroe da tastiera, ma uno che lavora. Credo che la sua sfiducia, che non é populismo ma delusione vera, si possa condividere o meno, ma senza scordare il valore che ha come persona e come compagno.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • Samuele L ha scritto il 24 July 2014 alle 22:58

    Io penso che pochi avrebbero il coraggio di firmarsi e di scrivere anche solo certe cose che Faccio dice nel suo blog… Questo è già un bel passo avanti, quello che parla di scrivania si firma come @allibito… Fate un po’ voi !!! 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • Pape ha scritto il 25 July 2014 alle 1:37

    @allibito: almeno io ho il coraggio di scrivere ciò che penso poichè credo fermamente in ciò che esprimo con le parole. I miei concetti sono semplici e privi di pomposa demagogia. Arrivano dritti al punto, non si tratta di populismo ma di saggezza POPOLARE. È diverso, si informi. E per ulteriore sua informazione, io lo scorso giugno 2013 davanti alla Berco c’ero! Prima di sparare a zero ci pensi e forse sarà meno allibito! Quanto a Ludovico dubito fosse presente, considerate le sue idee e la sua estrazione sarà stato impegnato al golf o al country club!!

    Thumb up 4

  • ReGiorgio ha scritto il 25 July 2014 alle 19:03

    “Il PD è il male e crede di essere la cura” è fantastica, attualissima tra l’altro, la prova sono il modo in cui stanno cambiando la Costituzione. 

    Thumb up 7

  • Ludovico Guzzinati ha scritto il 26 July 2014 alle 1:08

    @Pape
    Effettivamente ero proprio a giocare a golf al Pevero Golf Club in Costa Smeralda.
    Se avessi saputo del Suo interessamento, quest’anno L’avrei portata con me così poteva farmi da caddy e, nel tempo libero, lavarmi anche la Bentley!!
    Buon weekend, Pape e… stia sereno!

    Thumb up 6

  • roberto baldisserotto ha scritto il 26 July 2014 alle 8:00

    Posso  dire che sul mov 5 stelle  ha  detto  cose  superficiali , le proposte di legge ,gli emendamenti  certificano  il lavoro  del movimento ,non puoi  dire le cose se prima non ti informi.
    Voglio  dire  io  qualcosa  di Faccini , alla  Berco  lo conoscono  bene , è  stimato  molto  stimato  ,infatti  quando  ho  letto  questo pezzo  son rimasto  sorpreso ,Faccini  merita  un’altra possibilità , il suo  lavoro la sua reputazione  lo  salvano .

    Thumb up 2

  • Pape ha scritto il 26 July 2014 alle 18:05

    Ludovico stimat! E buon divertimento: beato te che non sai cosa vuol dire lottare per vivere! Resta pure nel tuo mondo dorato e fregiati del tuo nome altisonante per firmare questi bei commenti!

    Thumb up 5

  • Barone Rosso ha scritto il 27 July 2014 alle 0:21

    Il dove siamo e dove andremo è un dilemma filosofico,ma oggi come non mai trovo negli scritti di Guevara, e non quel Che Guerrilero, ma il Guevara economista sospeso tra cattolicesimo e marxismo (senza Lenin) idealista.nessuno vive il proprio ruolo con dignità interiore, è una compulsione d’interessi. Rifondazione si è dissolta Sel peggio di loro. La vera sinistra è l’ascolto di soffre, sia esso pensionato, disoccupato, cassaintegrato o altro. Io ho vissuto sulla mia pelle cosa vuol dire essere altro, e non ho trovato nel PD, Cicihe, M5, Fi altro che vuoti di parole. La vera rivoluzione la fanno le persone quotidianamente..Io ci provo e grazie anche a Faccio mi permetto di pensare in autonomia..

    Thumb up 3

  • Mirò ha scritto il 27 July 2014 alle 11:41

    @Pape: tutti lottiamo per vivere! Avere una certa “estrazione” o un certo “cognome” è forse una colpa? Un consiglio: guarda sempre l'”uomo” e non giudicare ciò che non conosci. Vamolà!

    Thumb up 1

  • Pape ha scritto il 27 July 2014 alle 17:44

    @mirò: infatti è proprio perchè guardo l’uomo posso permettermi certi confronti e considerazioni! Vamolà va a lett!

    Thumb up 2

  • Ludovico Guzzinati ha scritto il 28 July 2014 alle 12:18

    @ Pape
    Visto che ha dimostrato di essere privo del benché minimo “sense of humor” e che continua a OFFENDERMI in modo serio, facciamo una bella cosa… vediamoci.
    Dal momento che suppongo che estense.com non possa fornirmi i Suoi dati se non in presenza di querela ufficiale, AUTORIZZO io il Dott. Zavagli a darLe la mia email privata in modo che possa scrivermi per fissare un incontro e spiegarmi GUARDANDOMI IN FACCIA i motivi che La portano ad avere una così pessima opinione di me. Magari ci beviamo un caffè… offro io!
    Attendo quindi fervidamente Sue notizie e mi raccomando, non perda questa occasione per dimostrare ai lettori di estense.com di non essere solo un QUAQUARAQUA’ che emette giudizi a vanvera su chi evidentemente non conosce trincerandosi dietro un vile anonimato.

    Thumb up 2

  • pape ha scritto il 28 July 2014 alle 14:06

    @ludovico: gentile Ludovico, io pensavo che il mio humor fosse palese. Se così non è le chiedo scusa e la contatterò personalmente anche perchè non esiste alcun motivo di disappunto nei suoi confronti.
    Se ha letto qualcosa di offensivo ripeto così non voleva essere.

    Thumb up 1

  • Luca.B ha scritto il 29 July 2014 alle 10:10

    Comunque “faccio il sovversivo” tiene sempre accesa la speranza che in un futuro, spero vicino, possa veramente cambiare qualcosa… 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627