Ragazza 20enne finisce con l’auto nel canale e annega

Tragica fine per Sara Cesari di ritorno da una giornata di lavoro ai Lidi

sara cesari 2Comacchio. Un’altra giovane vita spezzata sulle strade della nostra provincia, ancora una volta nelle Valli del Mezzano. Sara Cesari, 20enne originaria di Lugo e residente a Consandolo, è finita con l’auto nel canale adiacente la strada provinciale 57 (via Mondo Nuovo) e nonostante i soccorsi non ce l’ha fatta.

L’incidente è avvenuto poco dopo le 20, mentre la giovane stava rientrando a casa, dove abitava con i nonni,  dopo una giornata trascorsa al lavoro presso il Bagno Miami Beach di Lido Estensi. A un certo punto, per ragioni in corso di accertamento da parte dei carabinieri intervenuti sul posto, giunta al confine tra i territori di Comacchio e Ostellato, ha perso il controllo della sua Lancia Y ed è finita nel canale, con l’auto capovolta.

La vettura di Sara Cesari è rimasta semisommersa nelle acque fino all’arrivo dei soccorsi, allertati da automobilistidi passaggio che nel frattempo si sono tuffati nel canale nel tentativo di estrarre la ragazza dall’abitacolo. Sul posto si portano in poco tempo i vigili del fuoco di Portomaggiore e Ferrara, i carabinieri di Portomaggiore e i sanitari del 118, oltre ai sommozzatori di Bologna. Ma è ormai troppo tardi e per Sara, rimasta troppo tempo in acqua, non c’è più nulla da fare. I tentativi di rianimarla sono disperati e purtroppo riusultano inutili.

La salma della giovane è stata trasportata a Medicina legale per gli esami del caso, mentre i vigili del fuoco sommozzatori hanno continuato a scandagliare il corso d’acqua alla ricerca di un’eventuale altra persona che poteva essere a bordo con Sara.

 

18 Commenti in: “Ragazza 20enne finisce con l’auto nel canale e annega”


  • GALLE-VALENTIA- ha scritto il 8 giugno 2014 alle 10:02

    L’ENNESIMA TRAGEDIA. CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA.PS. ANDATE PIU’ PIANO RAGAZZI.FATELO PER I VOSTRI GENITORI.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 46

  • ARNOLD ha scritto il 8 giugno 2014 alle 10:14

    Questa notizia è straziante, spero che non venga in mente a nessun idiota di fare commenti moralistici, rispetto per una vita spezzata nel fiore degli anni.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 27

  • jim ha scritto il 8 giugno 2014 alle 10:50

    riposa in pace sara!!!!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • Si salvi chi può ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:15

    ANDATE PIU’ PIANO RAGAZZI.
    FATELO PER I VOI!
    Condonglianze alla famiglia.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 32

  • Franck ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:31

    Nessuna morale ma queste strade laddove ci sono situazioni di pericolo oggettivo come corsi d’acqua le vogliamo proteggere con il guarda rail? Poi succede che lo installiamo sempre dopo. Un abbraccio a Sara ed ai suoi genitori

    Commento molto apprezzato! Thumb up 16

  • fd ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:50

    Chiudiamo le strade senza gare rail dove ci sono canali….possibile ancora che non ci si renda conto

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • Giorgio ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:57

    I nostri stimatissimi amministratori provinciali hanno ben pensato di mettere in  “sicurezza” le strade provinciali piazzando autovelox ovunque! Il tutto per la nostra incolumita’ , ringraziamoli sentitamente!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 54

  • marmotta ha scritto il 8 giugno 2014 alle 13:43

    Che splendido sorriso..riposa in pace tesoro..null’altro..

    Commento molto apprezzato! Thumb up 21

  • Andrea ha scritto il 8 giugno 2014 alle 16:06

    ..da genitore ogni volta che apprendo queste disgrazie sento una fitta in fondo al cuore, proprio un dolore forte tagliente che dura qualche minuto, poi si allieva per un attimo e penso… ho una figlia anch’io e allora piango.. (conoscevo la ragazza).

    Commento molto apprezzato! Thumb up 22

  • ARNOLD ha scritto il 8 giugno 2014 alle 16:56

    Sono d’accordo con te Frankc, pienamente, sai i nostri cari Comuni quanti soldi fanno con quelle apparecchiature denominate con nominativi astrali? E il cane che si morde la coda.

    Thumb up 1

  • sabrina ha scritto il 8 giugno 2014 alle 18:07

    Ancora il mezzano, ancora morte, strade abbandonate al proprio destino, segnaletica inesistente, alberature selvaggie, guard-rail mancanti: è ora di cambiare pagina, troppa incuria, troppe vite spezzate

    Thumb up 5

  • Franck ha scritto il 8 giugno 2014 alle 18:30

    Prima della prevenzione per altro indispensabile viene la messa in sicurezza delle strade dall’inizio dell’anno nella nostra provincia sono già venute a mancare sei giovani vite, se invece di investire in tutor, autovelox e simili, si fosse prima badato alla sicurezza probabilmente oggi avremo sei giovani ancora tra noi il cui valore della vita è incommensurabile e forse qualche euro in meno nelle casse degli enti locali che dal funzionamento di quegli strumenti traggono profitto. E’ bene però ricordare che quegli strumenti quando si attivano è perchè noi utenti della strada stiamo sbagliando.Ma ancor più a monte di tuuto viene l’educazione stradale materia sconosciuta nelle nostre scuole e che a mio parere dovrebbe essere introdotta obbligatoriamente sin dalle scuole elementari così che le nuove generazioni sappiano cos’è la sicurezza stradale. Ma con questa mia disamina non voglio perdere o far perdere di vista la tragedia per la quale oggi stiamo qui commentando per cui

    Thumb up 2

  • Franck ha scritto il 8 giugno 2014 alle 18:33

    da genitore di una ragazza prossima neo patentata, rinnovo ancora ai genitori ed a Sara il mio abbraccio.

    Thumb up 2

  • Leonardo ha scritto il 8 giugno 2014 alle 19:27

    Un’altra famiglia precipita nella disperazione. Ma cosa c’è di più importante delle vite dei nostri ragazzi? Nessun ospedale, nessun piano edilizio, nessuna centrale geotermica. Portiamo la mortalità sulle nostre strade a livelli più bassi e poi si potrà parlare di altro… Un’abbraccio alla famiglia anche se non la conosco.

    Thumb up 2

  • Ugo ha scritto il 8 giugno 2014 alle 21:14

    Non ci sono parole mi associo alle condoglianze ,basta una svista non devi sbagliare le strade di Ferrara o platani o canali avvolte non c’entra la velocità ,un abbracio SARA !!

    Thumb up 0

  • fg ha scritto il 8 giugno 2014 alle 21:41

    Sara…ti conoscevo poco ma ti vedevo spesso ai tempi della scuola, è una notizia che non avrei mai volouto sapere…un abbraccio

    Thumb up 2

  • diego ha scritto il 9 giugno 2014 alle 18:26

    se e quella strada che penso io, non e pericolosa basta andare piano perchè e piena di avvalamenti pazzeschi ci ho rotto un semiasse della macchina con quelle buche 

    Thumb up 1

  • renzo ha scritto il 9 giugno 2014 alle 22:46

    Mi vengono i brividi a vedere su google maps la viabilità di questa zona con i canali che sono a filo della strada. Chi ha costruito questi canali o strade ad una distanza cosi infima fra di loro è veramente una mente contorta perchè un canale è come avere vicino la strada uno strapiombo di 60 metri senza nessuna protezione. Se sbanda un pulman muoiono tutti dentro questi canali e non si salva nessuno. Ancor peggio è chi non ha mai programmato una protezione nei punti piu pericolosi con interventi migliorativi. Un pensiero per questa ragazza perita in seguito al menefreghismo generale sull’argomento sicurezza stradale R:I:P

    Thumb up 1

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627