Viaggio al Palaspecchi, dove il futuro è già appassito

Il fotografo Carlo Monte mostra cosa si nasconde all'interno di un piccolo gioiello caduto in rovina

fotografie di Carlo Monte

“Ferrara, noia, curiosità. Tre ingredienti che mi hanno portato in un posto in cui non ero mai stato”. È con queste parole che il fotografo Carlo Monte racconta l’inizio del suo ‘viaggio’ all’interno di uno dei luoghi più vicini ma allo stesso tempo più lontani dagli occhi e dalla mente dei ferraresi: il Palazzo degli Specchi. Testimoniando attraverso il suo obiettivo le drammatiche condizioni in cui versa quello che nel 1985, quando il Comune di Ferrara rilasciò i primi permessi edilizi, doveva essere uno dei fiori all’occhiello della città.

Quasi un piccolo pezzo di Manhattan trapiantato a due chilometri dal ghetto ebraico e dal Castello Estense di Ferrara, quel palazzo che ancora oggi – visto da lontano – appare come una scintillante e moderna struttura di vetro e cemento, pronta ad ospitare appartamenti, uffici e servizi pubblici. Niente di più lontano dalla realtà, se si guardano le foto che ritraggono gli interni del Palaspecchi.

“Puzza di urina, escrementi ovunque, vetri rotti, muri fatti a pezzi. Insomma, non c’era nulla al posto suo o di intero – commenta Carlo Monte, che ringraziamo per aver voluto condividere la propria testimonianza, nel presentare il suo reportage fotografico -. Tutto in questo posto appartiene al passato, ai barboni e alle persone malvagie che provano gioia nella distruzione”. E la realtà dei fatti è sotto i vostri occhi in queste immagini. Immagini tutt’altro che confortanti se si pensa alla quantità di risorse sprecate per la costruzione dell’edificio e che dovranno essere impiegate per riportarlo a condizioni accettabili.

I lavori per il Palaspecchi si conclusero nel 1989, appena tre anni dopo la partenza dei cantieri. 48mila metri quadri, per un valore all’epoca di circa 500 miliardi di lire, che avrebbero dovuto ospitare circa 7mila persone, assieme a un hotel di lusso e a uffici degli enti pubblici. Tutto realizzato per mano della CoopCostruttori di Giovanni Donigaglia su commissione della Società Estensi. Il cui titolare Gaetano Graci (socio assieme a Francesco Finocchiaro) fu arrestato all’indomani della conclusione dei lavori per i suoi presunti rapporti con il clan mafioso di Nitto Santapaola. Tutto venne sequestrato. E di quel piccolo e inaccessibile pezzo di Manhattan rimase solo lo ‘skyline’ visibile dalla tangenziale e da via Bologna.

Ma questa, in fondo, è storia nota. Col passare degli anni il degrado si è impadronito del palazzo, mentre a cadenza regolare si tornava a parlare di progetti di recupero e di investitori pronti a erogare risorse per rivalorizzare lo stabile. Negli ultimi mesi l’ultimo e – si spera – definitivo annuncio: un accordo tra Acer e Cassa Depositi e Prestiti per circa 270 alloggi con un canone leggermente inferiore ad un affitto mensile medio. Il tutto per una cifra di 45 milioni di euro: “Un accordo con la Cassa Depositi e Prestiti – sono le parole pronunciate meno di due mesi fa del sindaco Tiziano Tagliani – ci fornirà una copertura del 70% della somma mentre del restante 30% si occuperà la vecchia proprietà, i nuovi soggetti costruttori e, in minima parte, il Comune con Acer”. Per restituire ai ferraresi quel piccolo gioiello che da 25 anni attende di presentarsi alla città.

 

40 Commenti in: “Viaggio al Palaspecchi, dove il futuro è già appassito”


  • Vanvitelli ha scritto il 7 giugno 2014 alle 18:35

    Mamma mia sono basito!
    Con quei 500 miliardi sai cosa faceva la Spal in questi ultimi 20 anni?!?!?
    LA CHAMPIONS LEAGUE OGNI ANNO E TRE O QUATTRO SCUDETTI CUCITI SUL PETTO

    Commento molto apprezzato! Thumb up 19

  • Guglielmini Stefano ha scritto il 7 giugno 2014 alle 19:19

    bravo Zavagli! L’unico giornale che fa informazione vera. Questa madornale opera di mal governo non è mai stata “pagata” in termini elettorali, cosi’ come tante altre. 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 57

  • alberto ha scritto il 7 giugno 2014 alle 20:07

    Chi era il sindaco ? Ahhhh….si…..Ragù…. COMPLIMENTI PER L’INCASSO….

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • roveroni ha scritto il 7 giugno 2014 alle 20:35

    E’ la più grande stupidita del Sig. Sindaco di allora , sappiamo tutti chi era !!! Ora abbiamo una città COLABRODO ….W i nostri cari sindaci …!!! Ospedale per quelli che anno votato ancora questi personaggi a Volano dovevano FARLO sulle palafitte …

    Commento molto apprezzato! Thumb up 30

  • marmotta ha scritto il 7 giugno 2014 alle 20:45

    Complimenti Zavagli,e anche a Carlo Monte che ha trovato la ‘voglia’di fare questo viaggio…che tristezza ragazzi..i cittadini continuano a votare persone che hanno fatto del ‘male’a questa città..complimenti..

    Commento molto apprezzato! Thumb up 44

  • Franco Pedali ha scritto il 7 giugno 2014 alle 20:45

    E il bello e’ che la mafia adesso e’ triplicata rispetto all ’89 nella nostra citta’!(dati nazionali)
    Vedi Cona ad esempio…
    La mafia e’ ovunque, auguroni a tutti noi

    Commento molto apprezzato! Thumb up 29

  • Andrea ha scritto il 7 giugno 2014 alle 20:52

    Tristezza e vergogna per tutta la città (d’arte …). Il risultato scontato della sinergia tra mafiosi siciliani (nemmeno tanto eccellenti) e amministratori comunisti nostrani. 

    Commento molto apprezzato! Thumb up 29

  • primo ha scritto il 7 giugno 2014 alle 20:56

    senza parole…..si vede che il sistema delle tangenti qui non ha funzionato!!

    Thumb up 4

  • Gianni ha scritto il 7 giugno 2014 alle 21:35

    Ancora una volta complimenti a estense.com
    Bravi  Monte,  Veronese, Zavagli.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 21

  • Gad Devil ha scritto il 7 giugno 2014 alle 21:42

    Risale al 22 giugno 1989 il primo articolo — titolo ‘Buio oltre gli Specchi’ — la notizia della conclusione dei lavori ma soprattutto dell’imminente avvio del trasferimento in via Beethoven degli uffici pubblici, tra cui anche interi settori del Comune. Venticinquesimo anno di vita… Sinceri Auguri, da tutti i ferraresi per le nozze d’argento…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • pippochennedy ha scritto il 7 giugno 2014 alle 21:43

    ..ma radere al suolo tutto quanto? no vero?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 17

  • cizeta ha scritto il 7 giugno 2014 alle 21:43

    Quindi: costruito da una società privata, con fondi privati e non pubblici, poi posto sotto sequestro e infine -ritengo- dissequestrato, tuttora appartenente a privati.  Se qualcuno degli illuminati commentatori ci spiegasse qual’è stata la responsabilità dell’Amministrazione comunale…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 21

  • deca ha scritto il 7 giugno 2014 alle 21:53

    Avrebbero stanziato 45 milioni di euro di soldi nostri per fare abitazioni per ferraresi bisognosi?
    Difficile, molto difficile …..

    Commento molto apprezzato! Thumb up 14

  • Guglielmini Stefano ha scritto il 7 giugno 2014 alle 22:21

    @cizeta te lo spiego io. La coopcostruttori significa indirettamente sinistra ferrarese. Ancora , dall’89 ad oggi sai quanti proclami (sateriale è il professionista in materia) sono stati fatti dall’amministrazione? Molteplici, eppure quel degrado è ancora li. In una città l’amministrazione dovrebbe (LO E’ IN TUTTE LE REALTA’ SANE NON MALATE POLITICAMENTE) essere responsabile di quello che ti costruiscono sul territorio. Ci mancherebbe che l’avessero costruito con fondi pubblici.Comunque ti/vi assicuro che i ferraresi li avrebbero votati comunque. @cizeta puoi dire da piddino quale sei che ti va bene avere piazzette municipali costruite due volte con i soldi dei ferraresi ma non significa che sia giusto.In sostanza se ti piacciono le amministrazioni cioccolataie è un problema tuo, o dovrebbe, non della collettività. Qui c’è una distorsione democratica e se ne sono accorti tutti quelli che non sono faziosi e che non si posizionano due fette di prosciutto ,da 1 etto, sugli occhi.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 45

  • Virgilio ha scritto il 7 giugno 2014 alle 23:04

    Quante chiacchere inutili,… La costruzione era destinata ad uffici pubblici e a strutture alberghiere. Solo dopo 10 anni si poteva convertire da pubblico a privato l’uso… Il problema vero e che il proprietario era Graci, colluso con la mafia… Nessuno tratto’ con lui per occupare il palazzo, che così andò in rovina. La domanda da fare a quel tempo era … Perché è stato costruito? A chi doveva servire? … Oggi la domanda da farsi e : … Possiamo recuperare uno spazio urbano e riutilizzare un area degradata? Chi ha buone idee le metta in campo… Significa lavoro per la città’ . Se no chiacchieriamo sempre inutilmente

    Commento molto apprezzato! Thumb up 13

  • davide ha scritto il 8 giugno 2014 alle 0:30

    Ahahah cizeta ma scendi dal pero dai!!! Se c’è un legame diretto tra malpolitica e malaffare è proprio al palazzo degli specchi che bisogna guardare. Certo è che pur di negare l evidenza voi di sinistra vendereste anche vostra madre

    Commento molto apprezzato! Thumb up 23

  • incatenatore ha scritto il 8 giugno 2014 alle 1:31

    ooooooooooooo, che stupore………. ma… pensa, ma chi se la ricordava mai una cosa del genere? chi l’avrebbe mai detto? <—
    questo il pensiero, evidentemente, degli elettori ferraresi del pd alle ultime elezioni. Avanti così.

    Thumb up 6

  • cizeta ha scritto il 8 giugno 2014 alle 6:10

    @Guglielmini.  “da piddino quale sei” la rimando al mittente, essendo cosa non vera.  “la Coopcostruttori richiama la sinistra ferrarese”: e allora? Costruiva bene oppure no? I suoi operai sapevano costruire case oppure no? “L’amministrazione dovrebbe essere RESPONSABILE di quello che costruiscono sul territorio”: è buona come barzelletta, adesso che lo so, visto che ho una perdita dal tetto di casa mia, vado proprio in Comune a invocarne la “responsabilità”. I “proclami” di Sateriale: che cosa doveva fare, fregarsene? La Piazzetta municipale “costruita 2 volte”: vero, però è stata pagata una volta sola, informati!
    Mi sa tanto che le fette di prosciutto (con quello che costa…) sugli occhi le abbiate proprio tu e i tuoi…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 11

  • uno_qualunque ha scritto il 8 giugno 2014 alle 7:04

    @roveroni “Hanno” voce del verbo avere, ci vuole l’h davanti.

    Thumb up 4

  • Et in Arkadia Ego ha scritto il 8 giugno 2014 alle 9:49

    Possibile che la magistratura non riscontri alcun genere di reato, è denaro dei cittadini quello rappresentato nelle foto. I politicanti non si scusano nemmeno, sicuri dell’impunibilità?

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • franco ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:01

    inutile farsi illusioni, anche demolirlo (che tecnicamente sarebbe la cosa migliore) costerebbe parecchio e non so chi potrebbe decidere ciò, ma di chi è adesso il palazzo degli specchi? Al comune la responsabilità totale. Quando si è rilasciato il permesso si è pensato all’interesse della ditta che lo doveva costruire, ma andava invece tutelato l’interesse cittadino: a cosa doveva servire quel palazzo e in quale momento le ipotesi che lo giustificavano sono cadute. Se qualcosa ci verrà fatto sarà perchè avranno trovato il modo di mangiarci sopra ancora. Andrebbe vietata anche solo l’ipotesi di alloggi popolari, dal degrado di adesso si passerebbe a qualcosa di peggio.

    Thumb up 5

  • g.b ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:35

    Chi progetto’ il palazzo era lo studio Mascellani (PSI)(proprio quello del cinema di via darsena) allora sembrava che tutti gli uffici pubblici si dovessero trasferire nel nuovo complesso,  e solo l’inchiesta su Graci blocco’ il tutto. [...]

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • Franck ha scritto il 8 giugno 2014 alle 11:53

    ….” per restituire ai ferrarese quel piccolo gioiello che da 25 anni attende di presentersi “…. se lo recuperano il Comune e l’Acer i “ferraesi” a cui verrà presentato li conosciamo bene.

    Thumb up 5

  • lollo ha scritto il 8 giugno 2014 alle 13:01

    questo il prossimo palaspecchi:

    http://www.estense.com/?p=116493

    Thumb up 1

  • un amico ha scritto il 8 giugno 2014 alle 13:51

    @ cizeta (un vetero cecoslovacco?)
    “la Coopcostruttori richiama la sinistra ferrarese”: e allora? Ed allora c’è una contiguità PCI, PdS, DS PD (componente ex PCI)
    Costruiva bene oppure no? NO
    I suoi operai sapevano costruire case oppure no? Dato il fallimento non mi pare il caso di chiamare in causa gli operai: quello che conta sono i dirigenti; molti “operai” si sono trovati in braghe di tela.
    “L’amministrazione dovrebbe essere RESPONSABILE di quello che costruiscono sul territorio”: non è una buona barzelletta, sta scritto nella legge Bucalossi.
    Con la legge 10 del ’77 si è cercato di porre l’amministrazione pubblica in una posizione decisionale e di regia, non solo attraverso l’utilizzo della pianificazione, ma anche attraverso il rilascio delle concessioni edilizie. Questa legge stabilisce infatti che lo ius edificandi (diritto di edificare) non è più connesso alla proprietà del suolo, ma spetta all’amministrazione pubblica.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • Carlo Monte ha scritto il 8 giugno 2014 alle 14:43

    http://www.estense.com/?p=365091
    l’ospedale di cona è il prossimo palazzo degli specchi!

    Comunque, la situazione è peggiore di quanto sembra! Non è stato per niente difficile entrare dentro! Come sono entrato io, potrebbe entrare chiunque altro e a quanto pare c’e stata parecchia gente. Il posto è pericolosissimo! l’ascensore in molti posti è scoperto! Cioè significa che qualcuno potrebbe caddere li dentro!.
    Ci sono tonellate di lana di roccia!
    Secondo me, li dentro, prenderanno forma un bel po di epidemie. Brutta cosa,ha? sapendo che a due passi dei condomini esiste un posto del genere dove pure i bambini possono entrare, cosi per gioco…

    Thumb up 6

  • Franco Pedali ha scritto il 8 giugno 2014 alle 14:45

    @lollo
    Il Darsena city è gia’ il Darsena city!
    invece il prossimo Palaspecchi è l’ospedale di Cona!

    Thumb up 5

  • cirino pomicione ha scritto il 8 giugno 2014 alle 14:46

    Giuda baratto’ Gesù per 30 denari,  i piddini hanno venduto la sovranità del popolo italiano in cambio di 80 eurenzi.

    Thumb up 5

  • solo stelle ha scritto il 8 giugno 2014 alle 15:07

    QUESTA E’ LA VERITA’

    http://www.tzetze.it/redazione/2014/06/questa_nonnina_spiega_perche_ha_votato_grillo/index.html

    Thumb up 3

  • Gad Devil ha scritto il 8 giugno 2014 alle 15:57

    Per chi dice che sono costruzioni di privati bisognerebbe chiedersi perché vengono dati questi permessi di edificazione salvo poi sentire dire un ex-sindaco: ma la nostra città aveva bisogno di questo mega-complesso? La stessa cosa con Darsena City: c’era bisogno di costruire quella struttura a dieci metri dalle Mura quando non fu possibile per vincoli urbanistici e architettonici la costruzione di un parcheggio nell’ex caserma di Via Cisterna del Follo per ampliare il vecchio Sant’Anna. A chi fa comodo costruire queste “cattedrali” poi da riqualificare o da cambiare destinazione d’ uso? Ma soprattutto siamo sicuri che i cittadini non pagheranno di tasca propria la riqualificazione o l’abbattimento di questi scempi? Perché anziché costruire o fare costruire “eco-mostri” pensate, cari amministratori, più in piccolo e cercate di restaurare o far restaurare gli edifici già esistenti. Forse perché non incassate tasse e tributi per le opere di urbanizzazione? O che altro?

    Thumb up 5

  • Cyrano ha scritto il 8 giugno 2014 alle 16:16

    Povero libe.Fe dalla sin (alias Guglielmini, dismesso il costume elettorale)… racconti un sacco di frottole (che alla fine non ti son servite granché per la tua crociata), vieni sbugiardato pubblicamente e ti eclissi facendo finta di nulla.
    Che vita grama e infelice…

    Thumb up 3

  • L'Uomo dei Sogni ha scritto il 8 giugno 2014 alle 17:06

    Quindi da gioiello con hotel di lusso….a case con affitto calmierato…ovvero case che si concedono tramite graduatorie. …..indovinello. ..chi è in cima a tutte le graduatorie dagli asili alle case popolari ? Ecco a voi un nuovo grattacielo. …a 2 km dal castello. …!!! D’altronde si è appena votato. ..quindi i ferraresi hanno quello che si meritano..da sempre. ..!!!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • Guglielmini Stefano ha scritto il 8 giugno 2014 alle 21:35

    @Cyrano non ho risposto perchè ho anche una vita fuori, tipo passare 12 ore in stalla didattica a Ozzano emilia (veterinaria), vi/ti rispondo ora. La piazzetta municipale è stata un progetto DISASTRO. Un progetto che viene da sorridere solo a raccontarlo, un semplice (si fa per dire) progetto che in qualsiasi altra realtà (la batto sempre li perchè è imprescindibile non affrontare questo problema) sana politicamente sarebbe costata la rielezione dell’amministrazione interessata la vola successiva, ma si sa qui siamo a Ferrara. Ancora , il sottoscritto non ha affatto detto che la Piazzetta è stata pagata due volte, ho detto una cosa diversa, che è stata FATTA due volte. Di solito una amministrazione dovrebbe fare le cose per bene la prima volta ,non vince (tranne a Ferrara) chi scazza di più.Ancora, come hanno scritto sopra il palaspecchi è un altro esempio di una amministrazione poco efficiente, sono 20 anni che proclamano e una buona amministrazione fa proclami se pèuo’ mantenerli

    Thumb up 4

  • Guglielmini Stefano ha scritto il 8 giugno 2014 alle 21:38

    il mio nome “elettorale” non lo era affatto. Era solo il nome della pagina che ho fondato. Molti si lamentano del fatto che non si scrive col proprio nome , beh eccovi accontentati. Ciao ciao

    Thumb up 5

  • Guglielmini Stefano ha scritto il 8 giugno 2014 alle 21:42

    ultima cosa @cyrano ci vuole del coraggio a imputare al sottoscritto di eclissarsi. La tua figura è talmente barbina che faresti bene non ad eclissarti ma a scomparire proprio. Ti saluto di nuovo. 

    Thumb up 5

  • cirino pomicione ha scritto il 8 giugno 2014 alle 22:35

    Basterebbe ricordare ai tifosi , e sarebbe già abbastanza, lo spreco per la metrpolitana di superficie, iniziata e poi abbandonata, ma cos’altro devono combinare per non farsi più eleggere?  AHHH si è vero,, non c’era una valida alterntiva politica a questa roba….allora tulimo su.

    Thumb up 4

  • silvia ha scritto il 9 giugno 2014 alle 8:06

    WOWWWWWWWWWWWWW che bello altri soldi spesi per una cosa di cui i ferraresi non potranno usufruire…. magari intanto che ste perle di intelligenza progettano e progettano, se ne finiscono pure uno dei loro “progettoni” non sarebbe male, tipo la famosa città del sole che doveva essere sviluppata all’interno del sant’anna e che doveva contenere tutti gli uffici pubblici e poliambulatori… Ma perchè dovrebbero mai facilitare le cose a noi poveri mortali??? E sopratutto perchè dovrebbero mantenere quello che dicono???Ormai sono convinti di essere votati perchè sono dei bugiardi stratosferici, hanno paura che poi mantenendo ciò che dicono i ferraresi non li votino più… che tristezza 

    Thumb up 3

  • Red ha scritto il 9 giugno 2014 alle 8:56

    x Carlo Monte. Ho visto le foto ed un progetto che avevo in mente, solo che non ho trovato nessuno che mi accompagnasse (in questi posti è sempre meglio andarci in 2) e poi volevo avere il permesso. Comunque complimenti e se pensi di tornarci, ovviamente se ti va, ti accompgano volentieri, magari con i permessi.

    Thumb up 2

  • Gianni ha scritto il 9 giugno 2014 alle 9:23

    Che sia vero che si è presa una decisione definitiva per questa struttura.Ristrutturare facendo appartamenti ad un equo affitto ,bene,ma spero che vengano affittati a persone bisognose dei
    nostri ,invece sicuramente andranno ad extra-comunitari che vengono ritenuti dai nostri politici i più bisognosi. Risultato diventerà .,se così sarà, una banlieu dalla quale bisognerà guardarsi.Spero di sbagliarmi perché altrimenti sarà un altro degrado,dopo aver speso ancora dei soldi nostri.

    Thumb up 1

  • Marco C ha scritto il 9 giugno 2014 alle 15:51

    Domanda: ma per fare questo “reportage” semplicissimo e con foto alquanto scadenti(parlo di qualità dell’immagine) il signor Monte aveva il permesso del comune per entrare? oppure è entrato scavalcando la recinzione? Grazie

    Thumb up 1

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627