gio 22 Mag 2014 - 798 visite
Stampa

A Cento espulsi da Grillo, oltre il Reno candidati M5S

Lo scrittore bolognese Guido Morselli affermava: “Negli uomini, non esiste veramente che una sola coerenza, quella delle loro contraddizioni”.

Evidentemente è una teoria condivisa anche da Davide Pasini e Marianna Petronelli, attivisti e fondatori di Cento in Movimento, in origine il M5S Cento espulso da Beppe Grillo nel 2012. Dall’altra sponda del fiume Reno, succede però che gli stessi Pasini e Petronelli sono candidati quest’anno nella lista del M5S per le Amministrative che si svolgeranno a Pieve di Cento.

Non metto in dubbio tanto le competenze od il valore del programma elettorale pievese, quanto l’abilità da parte di questi due cittadini di sostenere in parallelo due realtà politiche che perseguono ideali, ormai stridenti tra loro pur partendo da valori comuni.

Difatti gli attivisti di Cento in Movimento nel recente passato hanno denunciato con forza la mancanza di democrazia e di coerenza all’interno del M5S da parte del Capo Politico Grillo che a suon di diktat tradisce lo spirito del movimento disattendendo l’applicazione dell’art.4 del famigerato “non-statuto”. Ed il Capo continua a farlo, come nel caso del cons. reg. Defranceschi, diffidato ingiustamente anche se in via sospensiva all’uso del simbolo con lo stesso modus operandi praticato in questi anni ad alcuni eletti (ci sono casi di diffide dal 2010).

A Pieve di Cento si cavalca l’onda del “grillismo” e del 20%, come in quasi tutta Italia ove spuntano grillini della prima ora (molti provenienti da altre forze politiche) che non sanno nulla di quello che era il M5S. Gli stessi due attivisti che lasciamo a Cento e che criticano Grillo, Casaleggio e la mancanza di trasparenza nel M5S, li ritroviamo invece a rappresentare il simbolo “blogmarkettizzato” al grido di “vinciamonoi!”. Non solo. Paradossalmente hanno anche il sostegno degli espulsi centesi ormai da tempo “imbalsamati”, non tanto nell’attività politica sul territorio, quanto nel proseguire apertamente in quell’azione incisiva di dissenso che venne messa in risalto anche su media nazionali e libri. Un esempio recente di tale “apatìa” è stato il non aver preso pubblicamente le distanze dalle dichiarazioni fuorvianti di Mauro Bernardi (promotore del “nuovo” M5S centese) riguardo appunto la vicenda degli ex 5 Stelle di Cento. Paura di creare imbarazzi o attriti in un’amicizia di lunga data?

Una curiosità riguardo i diktat. A Pieve di Cento, Pasini e Petronelli condividono all’interno del M5S Pieve questa dichiarazione: “Grillo non impone diktat come il PD”. A Cento invece ne condividono quest’altra: “Non ci fermiamo dinanzi al “diktat” del padre-padrone o dell’editore Casaleggio”.

Infine, c’è da chiedersi: il fantomatico “Staff Grillo” è al corrente di queste candidature?

Proveniamo tutti dal M5S, oggi un “sogno” illusorio che col tempo mostrerà tutte le falle e che non permette più, come in passato, di tracciare un percorso politico lineare e coerente soprattutto in scala locale.

Nella Mitologia, Giano Bifronte guarda a due direzioni opposte.

In Politica, quella con la P maiuscola, è diverso: delle due l’una o, per restare in tema elettorale, “delle due, l’urna”.

Raffaele De Sandro Salvati

Candidato sindaco alle Amministrative 2011 di Cento per il M5S – Espulso da Beppe Grillo nel 2012

Ex attivista di Cento in Movimento

Stampa
  • grullino doc

    cosa sono questi commenti insulsi? Grillo ha sempre ragione.

  • Fulvio Biagini

    la coerenza è merce rarissima … sopratutto nel M5S …

  • Anna

    Gli unici che dovrebbero essere espulsi sono il duo casaloggia che hanno tradito i principi fondanti del movimento a partire dalla  democrazia partecipata, uno vale uno, meritocrazia, ecc. ecc, stanno turlipunando gli elettori per il loro unico obiettivo gli affari.

  • Mirco Leprotti

    Ottima riflessione, condivido.

  • Stefano Bulzoni

    Il candidato sindaco Salvati dimostra di essere un ignorante (in buona fede) nel senso che non ha letto la storia della “Rete movimento per la democrazia” fondata nel 1990 dal sindaco democristiano di Palermo Leoluca Orlando). Questa “Storia” gli avrebbe aperto gli occhi. Infatti avrebbe capito che Grillo è la fotocopia della “Rete” del 1990. La Rete si chiamava così perché – Come M5S – faceva tutto tramite la rete informatica dell’epoca, compreso le espulsioni di chi non seguiva le direttive di Leoluca Orlando (Dc) e del “Garante” Diego Novelli (Pci) sindaco di Torno. Oggi questi due “attori” del 1990 si chimano Grillo e Casaleggio. Il motto della Rete (coniato da due gesuiti di Palermo consiglieri spirituali di Leoluca Orlando) era: percorriamo un pezzo si strada insieme nel rispetto della ideologia di provenienza. Salvati Tolga a questo motto “nel rispetto della ideologia di provenienza” ed avrà il M5S di Beppe Grillo e Casaleggio di oggi, fotocopia della Rete del 1990.

  • Casumaro_by_night

    Non fa una piega

  • Bac & Pandon

    Renzi ha cacciato il capo di governo Letta.

  • Normal Men

    bac ha dato una mazzata a pandon

  • mari

    Mi chiedo se il problema è Grillo o la possibilità che se il M5S prende la maggioranza governativa vi taglieranno i fondi?????  No cosi giusto per sapere io li ho votati è li rivoto…al di la di Grillo o Casaleggio il lavoro che i “grillini” hanno svolto per questo paese deve essere da esempio ….quasi 500 mila euro a mirandola chi li ha dati? Oltre 5 milioni di euro per le pmi chi li ha dati?? No scusate eh…..Errani cosa  ha fatto oltre che nascondere il rapporto Ichese ??? Io vorrei tanto che smetteste di guardare la pagliuzza è iniziaste a vedere la trave……cmq sia andata a votare!!!!!!!!!

  • fabiosv

    bisogna che mi vado a rileggere un articolo locale perchè qui leggo di espulsioni quando mi sembra ci sia chi sostiene che non sia stato espulso nessuno a Cento.. vado a verificare..

  • Mariuolo

    Gran bella cosa il fondo per le imprese, sono curioso di conoscere quali siano le imprese che hanno usufruito del fondo, nessuno a questa mia richiesta ha risposto, che sia la volta buona? Per il resto con 150 eletti in Parlamento questo paese lo si poteva ribaltare come un calzino con serie prosposte, non mi sembra che si sia fatto molto. Rispetto alla pagliuzza, in tempi non tanto remoti intere piazze a partire da Piazza Venezia non la guardavano, per poi pentirsi amaramente. 

  • Mariuolo

    Anche il consigliere regionale De Franceschi secondo i grillini che mettono le testa sotto la sabbia non sarebbe stato espulso ma solo sospeso, però gli è stato inibito l’uso della patacca di proprietà, come dire che ha in mano il due di bastoni con la briscola a coppe, intanto il consigliere non potendo contare un cacchio è passato al gruppo misto. La stessa cosa che è capitata a Cento, a Ferrara, a Forlì, a tutti gli altri deputati espulsi e non.

  • Raffaele Salvati

    @fabiosv: anche se non faccio parte del gruppo da più di 1 anno, pubblicizzo il link della storia del M5S di Cento, dalle sue origini (marzo 2010) alla diffida che di conseguenza ha generato una espulsione di una intera lista certificata dal movimento. Il mio consiglio è di partire dall’inizio informandosi sulle fonti di chi ha vissuto la vicenda sulla propria pelle. Grazie. http://www.centoinmovimento.it/content/la-nostra-storia-2010-2012

  • mauro bernardi

    Raffaele Salvati continua a dire cose non vere e ad insultare senza portare prove di quello che dice! Lui parla come se fosse l’oracolo di Apollo: le cose vanno prese per vere senza nessuna verifica (un secondo Lodi, insomma!) Il colmo del ridicolo Raffaele lo raggiunge quando si firma: Candidato a Sindaco .. espulso da Grillo .. , ma vi sembra serio?! A me neanche un poco. Come non sono seri certi commenti che appoggiano senza sapere: l’ho scritto e ripeto: Salvati mostri una lettera o un documento in cui si parla di ESPULSIONE! NON ESISTE! Quando nel 2012 gli allora 5 stelle di Cento cominciarono ad usare un altro simbolo (con sei stelle!) fu loro detto che siccome avevano cominciato ad usare un altro simbolo non avrebbero più potuto usare quello che è di Beppe Grillo! UNA PERSONA DI NORMALE INTELLIGENZA COMPRENDE LA DIFFERENZA solo uno prevenuto crede a Salvati! Quando parla di voti dica quanti ne ha presi quando si è candidato alla Consulta di Cento, un po’ pochini per tanta boria

  • Mariuolo

    Cacchio e si che non è difficile capirlo basta volerlo,se il padrone ti ritira l’uso della patacca data in prestito d’uso e se non ti sottometti a lui come i suoi lecchini  devi andare fuori dalla palle, “game over”.

  • Raffaele Salvati

    @Mauro Bernardi: chi, e dove ho insultato? A me sembra proprio il contrario. Guarda che il trucchetto di gettare benzina sul fuoco e provocare con altri argomenti, con me non funziona. Ci siamo già confrontati (credevo anche serenamente) ed abbiamo vedute diverse riguardo la vicenda, con la sola differenza che io ho vissuto in prima persona assieme agli altri ex attivisti. Aver ricevuto la diffida vuol dire di conseguenza estromissione dal M5S e cancellazione immediata dal database del blog. Fattelo spiegare da Cento in Movimento.

  • rita

    Dopo aver fatto l’ostetrica di Fratelli D’Italia, il camerata Bernardi continua la sua nuova professione con il M5S.

  • Rossella

    Nel condominio, in estate, si siedono in giardino le pensionate che lo abitano, vengono a dare man forte le pensionate dei limitrofi. Esse, dopo un po di tempo nn sapendo piu’ su cosa battibeccare e aver parlato male del marito che russa, della vicina e delle piante del secondo piano….iniziano a ciarlare dei condominii della via laterale, della strada del centro… Per chi lavora invece, il tempo non è mai sufficiente; c’ è sempre qualcosa che non si ha avuto il tempo di portare a termine. Il tempo è poco per chi è impegnato tutta la giornata…e non ci si puo’ permettere di perdersi nell’ inutile dileggio delle comari perditempo. Il tempo è d’ oro, è l’ unica nostra ricchezza e non sappiamo quanto ne abbiamo a disposizione…l’ unica nostra ricchezza…facciamone buon uso. 

  • Grillino doc

    Che il gruppo di Cento sia stato espulso e’ inconfutabile. Chi sostiene il contrario mente. Salvati ha ragione. Bernardi si è’ adattato e deve darsi motivazioni per guardarsi allo specchio. Grillo e Casaleggio sono i padroni del Movimento. Loro contano, gli altri no. Se critichi sei fuori. Il duo fascio fa e disfa a piacimento. Punta solo al risultato elettorale. Non ha un progetto per il paese.  Bernardi lo sa, ma gli va bene così. C’è chi mette al primo posto il rispetto per se stesso e chi invece mette il posto prima del rispetto.

  • fabiosv

    @Salvati la ringrazio vado a leggere..

  • mauro bernardi

    @ Salvati quello che hai scritto su Davide e Marianna non mi sembrano complimenti, se per te non sono insulti dobbiamo chiarirci su cosa si intende per insulto. Scrivere un articolo dove queste due persone vengono presentate come incoerenti opportunisti che vogliono cogliere chisaà quali possibilità dei voti grillini di Pieve di Cento non mi sembra un gesto amichevole! Io non concordo con alcune posizioni di Davide e Marianna ma non ho mai pensato di scrivere un articolo con le cose che hai scritto Tu…questione di sensibilità. Non credo di essere uno che usa dei “trucchetti” dico quello che penso, può piacere o no, essere o no d’accordo ma i trucchetti te li lascio tutti visto che tu dici di li distingui e non ci caschi. Per il resto ho capito cos’è capitato proprio dai documenti che mi hai indicato Tu e Cento in movi., solo che Tu li leggi a tuo modo ed io per quello che dice il testo degli stessi (in questo sono in disaccordo con quelli di C.in Mov. ce lo siamo detto e fine)    

  • mauro bernardi

    @ Rita: sei un nuovo nomignolo di chi non ha il coraggio di mettere il suo vero nome? Non Ti avevo incontrato prima!…. L’ostetrica dei fratelli d’Italia è la Signora Meloni che con altri ha fondato il nuovo partito. Io ho una storia da “compagno” e definirmi camerata dimostra solo la visceralità del tuo commento!  Se hai letto i giornali nelle settimane scorse e visto il video dell’incontro del 15 maggio forse avresti capito come sono andate le cose … forse, perchè per capire occorre mettersi nella posizione di chi vuol capire, quando si parte dal pregiudizio si arriva al pregiudizio, senza possibilità di capire le cose ed i fatti reali, Contento tu contenti tutti.

  • Mirco Leprotti

    @Bernardi sta perdendo colpi, non è da lui, di solito si documenta …. che siano le nuove compagnie?

  • Luciano

    Precisazione , Cento in Movimento,è un ” GRUPPO SPONTANEO” non è un partito, non è un movimento, non si candida, per ora, alle comunali, alle provinciali, alle regionali, alle nazionali, alle europee, in comune accordo coi propri attivisti. Lavoriamo nel nostro comune, nel limite delle nostre possibilità,informiamo i cittadini attraverso i comunicati stampa, i banchetti e sul nostro blog. Grazie ! Luciano Cortesi, portavoce, a tempo determinato  di Cento in Movimento. Veniteci a trovare in piazza, e visitate il nostro blog. 

  • Raffaele Salvati
  • Roberto

    @Salvati. Grazie per il link della storia del M5S di Cento. Sono andato a leggermela e mi sono levato qualche dubbio. Ora sono ancora più convinto per chi voterò domenica. Ho letto e riporto http://www.centoinmovimento.it/content/ci-sentiamo-nel-con-dentro-il-movimento-5-stelle Riporta la data del 26 marzo 2012. I giorni della diffida, se non sbaglio. Quindi in realtà il gruppo di Cento in Movimento pur essendo molto critico non si è mai sentito escluso dal M5S. Se ne sente parte integrante: “Il tuo simbolo oramai è “marchiato” nelle coscienze di ognuno di noi. Ci sentiamo nel, per, con, dentro il Movimento 5 Stelle.” Ben vengano persone come queste. Nonostante abbiano subito tutto questo, hanno continuato a lottare per un cambiamento politico vero, serio e senza alcun interesse. Non sono neanche una lista civica. Ho approfittato del suo link per leggermi sul loro blog, anche i lavori da loro svolti. Come il report sulla gestione dei rifiuti nel Comune di Cento. …continua…

  • Roberto

    …Un lavoro che non fanno neanche molti nostri amministratori, tra l’altro ben pagati. Un gruppo di cittadini “malati” di senso e volontariato civico. Non male. Un po’ ingenui? Forse. Ma puliti e rappresentano il cambiamento vero. Ben vengano anche persone come il gruppo del M5S di Pieve. La loro scelta dimostra che il vero cambiamento si può, guardando seriamente dentro le persone. Questo mi dà una speranza che nessun altro gruppo, lista civica, movimento o partito che sia, al momento riesce a darmi. La lascio alla sua vecchia politica. Grazie ancora.

  • Gianfranco

    C’è una cosa importantissima da valutare, Raffaele Salvati non potrà mai condividere niente di buono con i 5 stelle e soprattutto sparerà sempre cacca contro i 5 stelle senza valutare se una cosa sia giusta oppure no perchè fa parte del nuovo “movimento” politico che si chiama Democrazia in Movimento, detto ciò valutate voi se i suoi commenti siano sani oppure no. Tra l’altro cura la comunicazione di DiM e da buon stratega(e quindi vecchio modo di fare politica) ha aspettato il 22 maggio per pubblicare il suo post,a mio avviso sterile, per fare in modo che non ci fosse più tempo per replicare sui giornali in quanto sabato ci sarà il silenzio elettorale. Conosce bene Davide e MArianna e sa quanto impegno e passione mettono nelle cose che fanno, ma a Raffaele non interessa il bene di un paese, interessa solo se stesso… e mi fermo qui. Raffa pensavo fossi una persona migliore… sei caduto veramnete in basso con questo tuo post….

  • Gianfranco

    X Biagini che parla di coerenza, quando eri nel M5S sostenevi che le province andavano abolite, perchè adesso con DiM sostieni il contrario? e ho capito male io, dillo pure.Ditelo pubblicamente Dim è contraria o no a candidarsi alla provincia? sai com’è io ho l’impressione che qualcuno cerchi una poltrona,spero di sbagliarmi.Non intendevo intervenire in nessuna discussione perchè ormai per motivi personali mi sono allontanato dalla vita politica(per chi non lo sapesse sono uno dei fondatori del gruppo M5S Cento di 4 anni fa,quando il M5S era sano davvero e rappresentato da giovani), però qunando leggo certe cose un po mi viene il nervoso.Detto ciò se proprio volete saperlo io voterò M5S perchè nonostante la nostra espulsione e nonostante il fatto che ormai nei 5stelle ci siano moltissime persone che sono salite sul carro del vincitore senza sapere cos’è il M5S,trovo che sono gli unici che riusciranno a cacciare i vecchi politici di professione che hanno ridotto l’Italia ad uno schifo.

  • Rossella

    @Leprotti, mi chiedevo se eri già in pensione…xchè vedi, stai già elargendo critiche inutili verso chi, a modo suo, sta ancora dando attività nel comune. Di solito è la commissione degli spigoli che si pronuncia saltuariamente e dietro la solita colonna della piazza. Ma tu che attività credi di alimentare stando alla finestra?  ….oppure hai già delle sicurezze sotto-banco!?  In quanto alle compagnie, visto che sono scelte e nn imposizioni, lasciamo che sia lui a decidersele.

  • Raffaele Salvati

    @Gianfranco: mi chiedo cosa ci sia di buono da condividere quando lo Statuto del M5S è stato redatto tra pochi intimi con Grillo Presidente senza che nessun iscritto lo abbia eletto, cosa ci sia di buono da condividere quando agli eurocandidati è stato imposto di firmare un contratto capestro contenente una multa vessatoria (nonché anticostituzionale) di una penale di 250.000 euro legato al vincolo di mandato. Vogliamo parlare delle votazioni farsa sul finto portale? Dell’applicazione “truffaldina” della democrazia diretta? Del mancato rispetto del Codice Comportamentale dei parlamentari riguardo i talk shows? Della balla dei 42 milioni di euro? Della rubrica “Giornalista del giorno”, una sorta di lista di proscrizione? Dell’annunciata attivazione di “processi popolari in rete” sperando che venga scongiurata dalla “sberla” presa alle Europee? Dell’accanimento di Grillo verso i pensionati che ormai li considera dei rinco******ti? (SEGUE)

  • Raffaele Salvati

    Devo andare avanti con la lista dei fatti, o sei ancora convinto che critico il M5S in modo insano e senza fare le opportune valutazioni? Dire che Grillo e M5S sono due cose distinte è pura retorica: basta solo pensare che Grillo è anche Garante del movimento e chi osa criticarlo o criticare la linea politica, passa per tre gradi di giudizio da parte degli eletti ed iscritti quindi, passa per il M5S. Ovviamente la regola dei tre gradi non è stata condivisa e votata dalla base. Visto che tiri in ballo in modo inappropriato e disinformato Democrazia in Movimento ti chiedo di indicarmi la fonte dove ricopro il ruolo di “curatore della comunicazione”. Quanto alle strategie, dovresti piuttosto soffermarti sulle schede di presentazione di Pasini e Petronelli sui social dove ad un certo punto si legge “ho lavorato/lavorai per il gruppo di Cento”. Chiediti come mai non abbiano scritto esplicitamente “sono attivista di Cento in Movimento”. (SEGUE)

  • Raffaele Salvati

    Infine, è vero che i due candidati hanno messo in chiaro fin da subito la loro situazione ma lo hanno fatto solo all’interno del partito e con nessun comunicato pubblico. E per “pubblico” intendo gli organi di stampa ufficiali. I cittadini e gli elettori lo hanno saputo solo dopo, attraverso la mia nota. Fin quando si tratta di vivere nei condomìni ognuno è libero di far quel che vuole sempre in rispetto di un regolamento ma quando ti presenti in piazza sotto un gazebo oppure ad una serata pubblica non hai più a che fare con un condominio bensì con una comunità di cittadini e quando ci metti la faccia devi sforzarti di avere massima trasparenza nei loro confronti. I cittadini vanno informati pubblicamente in forma preventiva specie quando potrebbero sollevarsi delle critiche e non a conti fatti, al punto tale che neanche tu, a livello puramente informativo, eri al corrente delle candidature.

  • Raffaele Salvati

    @Roberto: ringrazio per il tempo che ha dedicato per informarsi, tuttavia le manca un ultimo tassello che giustamente non può più rilevare dal blog dei centesi. Cento in Movimento si è sentito parte integrante del M5S fino a quando a partire dal dicembre 2012, ha iniziato a partecipare alla costruzione di un nuovo progetto politico nazionale che va in direzione della vera Democrazia Diretta e non di quella smerciata da Grillo & Casaleggio. All’epoca in fase di elaborazione e che ora si chiama Democrazia in Movimento, parteciparono principalmente alcuni attivisti tra cui Marianna Petronelli. Durante quella fase ero tra i più scettici ed anche in maniera forte, successivamente fu la stessa Petronelli a convincermi che dovevo far parte del gruppo promotore. (SEGUE)

  • Raffaele Salvati

    A febbraio 2013 il sottoscritto, Bersanetti e Cortesi sottoscrivono la Carta dei Princìpi e Cento in Movimento (con attivisti anche Pasini e Petronelli ovviamente) aderisce a Democrazia in Movimento con l’impegno di rappresentare il movimento sul territorio centese. Il mese successivo, mi dimetto dal gruppo (per altri motivi) e vado avanti in modo lineare con DiM come singolo iscritto. I restanti attivisti nel frattempo non mantengono più l’impegno facendosi di nebbia e non avere neanche l’educazione di informare tutti gli altri “promotori” circa la loro rinuncia. Su Estense.com può trovare il comunicato di adesione: http://www.estense.com/?p=276953

  • Gianfranco

    x Raffa, che tu curi la comunicazione non l’ho letto da nessuna parte ma su fb vai venire2 …..che non immagini nemmeno, stranamente quando non puoi accedere ad una linea internet di DiM si perdono le tracce su tutti i socialnetwork, da qui deduco che sei tu! Cmq a parte questo che è poco rilevante, ho detto più volte che internamente ci sono grossi problemi di democrazia ai 5 stelle, ed io, come te e l’intera lista sono stato espulso, ma questo però non può mascherare che i 5stelle abbiano fatto una serie di cose che gli altri partiti non faranno mai…rimborsi elettorale, condannati in parlamento, battaglie contro le banche , no tav, ecc ecc. queste cose sono documentate ed innegabili.Poi c’è una cosa che non capisco….i 5stelle hanno perso?si hanno perso la sfida contro Renzi che ha comprato il sedere degli italiani con 80 euro…. ma cmq hanno il 21%….dico 21% e se penso che Berlusconi, Alfano e la Lega si sentono vincitori con il 5%sinceramente posso anche pensare che ..

  • Gianfranco

    …. siano un MoVimento fortissimo… sono il 2° partito in Italia che hanno preso tutti quei voti senza scambiare niente! L’Italia non è pronta al cambiamento, e non sono pronti nemmeno i “grillini” a cambiare il M5S internamente, su questo non ci sono dubbi. Cmq una cosa:la penso anche io come Grillo sui pensionati, non lo fanno con cattiverie perchè sono abituati a vedere la politica in un modo ormai passato… Altra mia osservazione, il M5S non prende i voti che dovrebbe anche perchè in Italia esiste il Vaticano, il M5S vuole uno stato LAICO che non significa ATEO… ma logicamente certe cose non vengono capite! Renzi deve ringraziare solo questo.. senza gli 80 euro ed i voti dei cattolici non avrebbe ottenuto questo risultato! Buona giornata.

  • Raffaele Salvati

    Con le deduzioni non mi confronto. Non per difendere gli altri partiti ma (dati alla mano) Berlusconi ha preso il 17% , Alfano il 4% e la Lega il 6%. Non trovo il dato del 5%.

  • Gianfranco

    A parte il nano, gli altri hanno preso più o meno il 5%… quello che volevo dire è abbastanza chiaro. Da non sottovaluare un’altra cosa, il M5S ha messo decine di consiglieri in regione, e comuni, questa è una bellissima cosa che nessuno dice e come tu ben sai, ne basta uno o pochi per spezzare il giochino losco dei partiti! Ancora questa sconfitta devastante non riesco a vederla!

  • Raffaele Salvati

    Guarda i dati in termini assoluti: 3.100.000 di voti in meno rispetto alle Politiche. Saranno tutti quelli dei pensionati…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi