Imu o Tasi, comunque pagare

Egregio Direttore,

in questi giorni tanti danno i numeri cioè i soldi che dovremo o dovremmo pagare per la prima casa, nel 2014, è stata messa in archivio l’IMU ma dato che in Italia troppo spesso tutto cambia per non cambiare nulla, ha cambiato il nome Tasi (tassa sui servizi indivisibili)ma la tassa la dobbiamo pagare ugualmente.

Prima pagavamo questi servizi indivisibili con l’Irperf comunale, ora che è cambiato tutto, che l’IMU non c’è più, dobbiamo pagare doppio per questi servizi.

E chi non ha la macchina e non consuma le strade deve pagare ugualmente?

Ho fatto due conti da casalinga di Voghera e li riporto per esteso.

Ipotetica rendita catastale di una prima casa per una famiglia senza figli.

635,24 + (5% vecchia rivalutazione) 31,76 = 667,00

667,00 + ( 160 nuova rivalutazione IMU) = 106720

106720 (aliquota IMU 4 per mille) = 426,88 – (detrazione personale IMU) 200.00 = 226.88 euro

pagati per l’anno 2012

nel 2013 non dovremmo pagare nulla

nel 2014 ci sono diverse ipotesi per ora con aliquote dell’1 per mille fino al 2,5 per mille senza detrazioni

106720 (nuova aliquota Tasi 1 per mille) = 106,72 euro da pagare nel 2014 ( meno del 2012)

Ma poiché con l’aliquota dell’1 per mille il comune non riesce ad incassare quanto gli serve, il governo ha dato la possibilità di arrivare fino al 2,50 per mille.

Quindi il massimo che potremmo pagare è superiore a quello del 2012

106720 (nuova aliquota Tasi 2,5 per mille) = 266,88 euro da pagare nel 2014( più del 2012)

Mi auguro che il nostro comune che sempre si vanta per avere adottato le aliquote minime e non ricorda mai che le rendite sono state rivalutate nottetempo nel 2010, ci faccia pagare al massimo come nel 2012

ipotesi mia per pagare uguale al 2012

106720 (aliquota mia Tasi 2,12 per mille) = 226,24 euro per pagare nel 2014 (uguale al 2012)

Se ci farà pagare di meno gli diremo che ha fatto solo il suo dovere.

Ricordo pure che dovremo pure pagare la tassa sui rifiuti Tari, con la maggiorazione del 0,30 per lo stato.

Poi ci saranno prime case che nel 2012, per effetto della detrazione non hanno pagato nulla, che nel 2014 dovranno pagare, cosa che per ora non hanno previsto e che è uno scandalo.

In Parlamento faranno feroci discussioni e chissà che verrà fuori rispetto alla proposta del Governo.

Vedremo, ma pagare dovremo.

Un saluto

Pasquina Ferrari

 

3 Commenti in: “Imu o Tasi, comunque pagare”


  • Flagellatore ha scritto il 26 October 2013 alle 8:29

    Cara sig.ra Ferrari, Lei che è più attenta di altri ha capito bene che al di là dei roboanti annunci di abolizione delle imposte la realtà è ben più misera. Siamo un paese indebitato fino al collo e i debiti si devono pagare pena il default. Ciò cui stiamo assistendo è una volgarissima versione del gioco delle tre carte. Niente più.

    Thumb up 7

  • gfv ha scritto il 26 October 2013 alle 18:37

    Certi estensori di lettere al direttore hanno la memoria corta … anzi cortissima!
    “L’IMU è stata introdotta nell’ambito della legislazione attuativa del federalismo fiscale dal Governo Berlusconi IV con il d.lgs. n. 23 del 14 marzo 2011 (artt. 7, 8 e 9), pubblicato sulla G.U. n. 67 del 23 marzo 2011″
    P.S.: non consuma le strade perché non possiede un’auto .. ovviamente … “vola” o non si avvale di alcun servizio comunale! :-D :-D :-D

    Thumb up 0

  • Et in Arkadia ego ha scritto il 26 October 2013 alle 19:02

    L’accoppiata PD_PDL deve assicurare i privilegi della casta, deve favorire gli amici e deve far pagare l’intero pacchetto (crisi di liquidità delle banche compreso) ai cittadini, anche per renderli più poveri e potenziali schiavi di speculatori ed opportunisti.

    Thumb up 5

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627