Circo Orfei: “Gli animali nostri compagni di vita”

Il direttore risponde agli animalisti: "Nessun maltrattamento. E' documentato da Asl e Corpo Forestale"

circo orfei 2“Per noi gli animali sono compagni di vita e di certo non li maltrattiamo, come peraltro ampiamente documentato dai veterinati delle Asl e del Corpo Forestale che ci controllano periodicamente”. Così Derek Codaprin, direttore del circo di Armando Orfei “Millenium”, risponde alle accuse degli animalisti che hanno manifestato venerdì scorso in zona Rivana contro l’utilizzo di animali nei tendoni cercando di convincere gli spettatori a non assistere allo spettacolo.

“Proprio prima dello spettacolo – spiega Codaprin – vi è stato un sopralluogo dei veterinari Asl e del Corpo Forestale che hanno verificato nel nostro circo la documentazione, le strutture e il benessere animale. Tutto in ordine come da rapporto di controllo. Questi sono i fatti, poi rimane l’ideologia, che varia da persona a persona, ed è anche giusto che gli animalisti possano manifestare per le loro idee, ma non accetto di essere dipinto come un torturatore di animali”.

circo orfei 1Il presidio di venerdì al circo Orfei “Millenium” è stato organizzato da Animal Defenders, che ha riferito di aver convinto numerosi automobilisti a fare dietro front. Ma anche questo dato viene contestato dal direttore del circo. “In 11 giorni di spettacoli – dice – abbiamo avuto più di 4mila spettatori con tutto esaurito nel week end. Questo è il segnale che il pubblico apprezza e che sa capire con l’osservazione, dato che la sensibilità sul tema si è alzata molto, se un animale è trattato bene oppure no. A Ferrara il pubblico ci ha accolto con grande calore, tanto che abbiamo già presentato domanda per tornare il prossimo anno”. “Peccato solo – aggiunge – per qualche atto scorretto che abbiamo subìto: abbiamo infatti segnalato verbalmente alla Digos che controllava la manifestazione il furto di 100 cartelli pubblicitari, oltre al fatto che i manifesti sulle plance della pubblica affissione sono stati imbrattati e strappati proprio nel punto in cui venivano indicate le date degli spettacoli”.

Derek Codaprin

Derek Codaprin

Derek Codaprin riferisce che il suo circo è sottoposto ogni 5 giorni a controlli fissi da parte di Asl e Corpo Forestale, proprio a garanzia del benessere animale. “Animali che nascono e crescono con noi – ha aggiunto – e che vengono controllati, nutriti, coccolati. Ancora sono una risorsa per i circhi, basti pensare che sui 150 circhi presenti in Italia sono 149 quelli che li utilizzano per gli spettacoli”.

 

30 Commenti in: “Circo Orfei: “Gli animali nostri compagni di vita””


  • Robin Hood ha scritto il 30 settembre 2013 alle 16:36

    Caro Mr Derek Codaprin mi piacerebbe proprio vederla al posto degli animali del suo circo. Sono sicuro che per quanto potrebbe star bene (cosa che dubito) preferirebbe vivere libero e non in gabbia.
    Prendete spunto dal Cirque du Solei….primi al mondo senza utilizzare nessun animale.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 22

  • Deca ha scritto il 30 settembre 2013 alle 16:42

    Ha ragione, rimane il fatto che i circhi, senza iniezioni sostanziose dagli stati, sono un divertimento anacronistico quindi sempre meno attraente, di cui la gestione degli animali per fare spettacolo è una aspetto controverso.

    Thumb up 3

  • Crusca, NON PERLE! ha scritto il 30 settembre 2013 alle 16:55

    Anche il mio cane e i miei gatti sono miei compagni di vita… non tigri ed elefanti!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • Tarzan ha scritto il 30 settembre 2013 alle 17:29

    Se poi dobbiamo propio metterlo sullo stesso piano del pensiero animalista, allora, anche gli animali domestici sono in un qualche modo prigionieri…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 31

  • E'OraDiFiniamola ha scritto il 30 settembre 2013 alle 18:40

    Tarzan…[...]tanto per chiarire non puoi far paragoni fra tigri ed elefanti con cani e gatti!!..ANIMALI LIBERI!!!!
    ANIMALI LIBERI!!!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • gianni al lumagar ha scritto il 30 settembre 2013 alle 18:54

    Tony:
    “Vè, gianni,ma tangà più al maial in tal purzil ! Indù lat mis ?”
    Gianni:
    “In camara da let”.
    Tony:
    In camara da let? ma par la puza cum fat ?
    Gianni:
    Tasi valà… lan dis gnent …a par che la sia abituà !

    Commento molto apprezzato! Thumb up 15

  • il buio oltre lo scalone ha scritto il 30 settembre 2013 alle 18:55

    Piuttosto, che vengano a liberare il popolo italiano dal “circo” psrlamentare

    Commento molto apprezzato! Thumb up 17

  • A.L. ha scritto il 30 settembre 2013 alle 19:31

    W il Circo. Lo spettacolo più bello al Mondo.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 20

  • Al barbastèl ha scritto il 30 settembre 2013 alle 20:30

    Gli animali non dovrebbero mai essere messi in gabbia…mai…io la penso così!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 8

  • Si salvi chi può ha scritto il 30 settembre 2013 alle 21:29

    Se sono in regola lasciateli lavorare!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 18

  • Vertuani ha scritto il 30 settembre 2013 alle 22:20

    Caro Codaprin di certo non è il sogno di un animale saltare attraverso un cerchio o fare sciocchi numeri che nulla hanno a che fare con il comportamento naturale di un animale. Per quale motivo l’animale obbedisce al domatore? Non certo per la sua volontà ma solo per paura della frusta in mano al domatore.
    Ogni animale del circo lavora per divertire un pubblico che non pensa certo al benessere dell’animale e per far felice economicamente il suo sfruttatore. L’animale viene ricompensato con un po di cibo e con una gabbia che dovendo essere compatibile con il trasporto non permette all’animale soprattutto a quelli di grossa taglia di non potersi muovere per la maggior parte della loro vita. [...] Invito le persone a non andare a vedere un tale tipo di circo basato sullo sfruttamento degli animali.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 12

  • Tino al pesgatar ha scritto il 30 settembre 2013 alle 22:31

    @gianni al lumagar La ne’ brisa vecia quela dal maial in camara da let l’ e’ preistorica :-D :-D :-D

    Thumb up 2

  • Tino al pesgatar ha scritto il 30 settembre 2013 alle 22:33

    [...]Viva il Circo tradizionale!!

    Thumb up 4

  • Vittorio ha scritto il 30 settembre 2013 alle 23:20

    Il Circo è una delle poche opportunità per far conoscere ai bambini gli animali che non siano solo gatti e cani. Oltre a questo le maestranze i giocolieri ed acrobati (di gran lunga superiori ai buskers tanto per dire) credo debbano essere premiate e tutelate.
    Personalmente non ho figli, ma se li avessi al Circo li porterei senza esitare, con buona pace dei polemici a tutti i costi.

    Commento molto apprezzato! Thumb up 10

  • marisa ha scritto il 30 settembre 2013 alle 23:52

    …@A.L…sicurissima che sia ancora più bello per “LORO”…dal
    momento che lo stato italiano ANCORA li finanzia,perchè dice…
    che promuovono “CULTURA”…mentre
    BOLIVIA
    ECUADOR
    PERU’
    PARAGUAY
    COLUMBIA
    GRECIA prima in Europa,hanno già VIETATO l’uso degli animali nel circo
    dopo la campagna “Stop Circus Suffering” condotta da Animal Defenders
    International…

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • francesca ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 1:11

    carino come il signor coda prin dica di aver avuto sempre il pienone!!abito lì vicino e tutti i giorni ho visto il piazzale semi vuoto…non credo proprio ci sia stato tutto questo pubblico..anzi!!
    Penso che sia dopo il circo che c è stato a inizio estate e dopo questo flop nonostante le dichiarazioni del titolare ferrara ha dimostrato di essere molto sensibile al tema

    Commento molto apprezzato! Thumb up 9

  • Gabriele ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 1:13

    Il circo è uno spettacolo stupendo  e i miei figli hanno passato una serata magica!
    Viva il circo!!

    Commento molto apprezzato! Thumb up 14

  • Pape ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 3:42

    Quante storie, gli animali al circo stan meglio che nelle gabbie dello zoo, posso comprendere gli animalisti ma allora anche gli animali domestici costretti nei minuscoli bilocali dovrebbero essere lasciati liberi! Non esageriamo, il circo è anche cultura, magari popolare ma cultura: e come direbbe Moira dall’alto del suo parruccone “viva il cicco! Giù le mani dal cicco che vi mazzo veh!”

    Thumb up 5

  • A.L. ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 7:37

    @ marisa – Perchè non prova ad andarci a vivere in quei Paesi che ha elencato?

    Thumb up 4

  • Ades ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 7:59

    Piena solidarietà al circo e ai suoi dipendenti!

    Thumb up 6

  • odone ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 8:11

    Quello che mi stupisce è che nel 2013 ci sia ancora qualcuno che va e porta la famiglia al circo. Che messaggio pensa di dare ai suoi figli? Mah, speriamo nelle prossime generazioni.

    Thumb up 3

  • Stefano ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 8:56

    Animal Defenders tutti vegetariani vero?…ahhh scusa non c’entra niente….

    Thumb up 4

  • ciccio ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 9:20

    Gabriele mi auguro che quando i tuoi figli saranno abbastanza grandi da capire si renderanno conto da soli. 
    Complimenti a tutti quelli che portano i figli a vedere animali sfruttati. 

    Thumb up 3

  • un altro Andrea ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 9:28

    Ah ah ah ah che stupidaggine!!! Anche i carcerati, per le guardie, sono loro cari compagni di vita. Aggiungo, anche di reddito in quanto senz adi esso le guardie carcerarie sarebbero disoccupate. Le tigri e gli elefanti poi, non sono come gatti ed cani. per i nostri animali domestici il rapporto è di tipo opportunistico. Migliaia di anni fa, i lupi cominciarono a seguire le tribù nomadi per opportunismo; perchè mangiavano i resti. Da lì, si è evoluto il cane come lo conosciamo noi adesso; io ti do da mangiare e tu mi aiuti in qualcosa (guardia, pascolo, caccia, compagnia etc.) Anche il gatto, pur seguendo un percorso, è un animale opportunista come il cane. Quindi il discorso degli animali domestici prigionieri non c’entra proprio niente.

    Thumb up 3

  • aquiladellanotte ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 9:40

    il circo…lo vediamo ogni giorno..con i nostri politici..

    Thumb up 6

  • Alex ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 11:56

    da sempre, i bambini che vanno al circo hanno negli occhi gioia, entusiasmo curiosità. Noi adulti, vogliamo privarli anche di questo oltre al futuro che gli abbiamo già compromesso ?. Sarebbe bello se ogni tanto dessimo voce al bambino che c’è in noi e smettetela anche in questo caso di menarcela con assurdi motivi animalisti/ambientalisti. Siete poveri.

    Thumb up 5

  • pape ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 13:51

    I MIEI GENITORI TANTI ANNI FA MI PORTAVANO SEMPRE AL CIRCO, CONVINTI CHE MI PIACESSE COME PIACEVA INVECE A MIO FRATELLO CHE ADDIRITTURA SI SEDEVA IN GROPPA ALL’ELEFANTE E SI FACEVA FOTOGRAFARE CON LA SCIMMIA O ACCANTO ALLA GABBIA DEI LEONI CON LA BOCCA SPALANCATA. SINCERAMENTE A ME METTEVA UNA GRANDE TRISTEZZA, MA NON PER VIA DEGLI ANIMALI MA PROPRIO PER IL TIPO DI SPETTACOLO IN SE’, CON I CLOWN CON LA FACCIA BIANCA E LA LACRIMA DISEGNATA CHE SUONAVANO LA TROMBA. POI INVECE NEL TEMPO HO APPREZZATO MOLTO QUESTO TIPO DI MANIFESTAZIONE, CHE VEDE IN MOIRA ORFEI LA VERA REGINA INDISCUSSA E INIMITABILE. MOIRA A PARTE, DEVO DIRE CHE LE BESTIE FEROCI LE HO INCONTRATE POI, NELLA VITA DI OGNI GIORNO, IN GIACCA E CRAVATTA E FUORI DALLE GABBIE!!!! MEGLIO IL CIRCO VALA’, E DI GRAN LUNGA!!!! MEDITATE GENTE, MEDITATE!!!!

    Thumb up 3

  • B_Arturo ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 14:12

    Diamo a cesare quel che è di cesare. Andate a vedere il sito di Nando Orfei (da non confondere con Millenium) http://WWW.CIRCONANDOORFEI.COM e vedrete che nel proprio programma, a parte un numero con papagallini liberi, non v’è traccia di altri animali. Credo che un circo come questo per il coraggio dell’innovazione debba essere visitato.

    Thumb up 3

  • internon ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 15:32

    Ma perche’ non andate a protestare davanti al Parlamento, visto che da decenni ci prendono in giro???Pensate prima alle cose piu’ importanti italianiiiiiiiiii!!!!

    Thumb up 3

  • jan ha scritto il 1 ottobre 2013 alle 16:20

    Ma chi manifesta in Cina per il trattamento riservato agli “Orsi della Luna”.

    Thumb up 0

Scrivi un commento

Estense.com si riserva il diritto di cambiare, modificare o bloccare completamente i commenti sul forum. I commenti pubblicati non riflettono le opinioni della redazione, ma solo le opinioni di chi ha scritto il commento che se ne assume le relative responsabilita'. Non saranno pubblicati i commenti che contengono elementi calunniosi o lesivi della dignita' personale o professionale delle persone cui fanno riferimento.

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine


Ti rimangono caratteri disponibili. (Caratteri massimi: 1000)

Copyright © 2014 estense.com. Testata giornalistica on-line d'informazione, registrazione al Tribunale di Ferrara n. 5 del 2005 - Realizzato da: skande.com | Powered by ITestense
Direttore responsabile: Marco Zavagli - Redazione: Scoop Media Edit - via Alberto Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 - INVIO COMUNICATI
Editore: Scoop Media Edit soc. coop. - via Lollio, 5 - 44121 Ferrara - Tel. 0532 1864180 - Fax 0532 1864181 REA/R.I.: 195108 - P.IVA/C.F.: 01755640388 - C.S.: EUR 6.125 i.v.
Registro op. Comunicazioni (ROC) nr.: 20627